Mammillaria pennispinosa

Mostraci i tuoi cactus

Mammillaria pennispinosa

Messaggioda maurillio » 16/05/2015, 8:43

Essendo Mammillaria pennispinosa una pianta di altitudine (1200/1350m negli stati messicani di Coahuila e Durango) viene da pensare che il denso piumino delle spine radiali, serva a proteggerla dai rigori del tempo.
Comunque una delle più apprezzate specie per l'abbondanza delle fioriture anche se piuttosto difficile da coltivare in quanto soffre molto l'overwatering.
Consigliabile aspettare che il terreno si asciughi bene prima di ogni nuova annnaffiatura.

4110-20150514 (1) [1600x1200].jpg


4110-20150508 (1) [1600x1200].jpg


4113-20150508 (1) [1600x1200].jpg


4113-20150508 (2) [1600x1200].jpg


4112-20150505 (1) [1600x1200].jpg


7334-20150514 (3) [1600x1200].jpg
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda maristella » 16/05/2015, 9:20

Incantevole Mauri, :P viene voglia, ma finchè non riesco a spostare le mammi ad est devo bloccare tutte le ambizioni!! :)
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda leo » 16/05/2015, 10:21

Si è bellissima ...peccato che assai rompente durante i rinvasi ...si attacca alle mani, dita, vestiti, bastoncini e a tutto quello che le metti vicino :evil: :lol:
Avatar utente
leo
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 15/05/2015, 17:55
Località: Salento
Coltivo dal: 2008

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda angelo » 16/05/2015, 12:47

in quanto a fioriture la piccola non ha certo lesinato :P

Maury, affermi che soffre molto l'umidità che permane a lungo, un po' come la tetrancista? tempo fa, se non erro lessi che si trattava di una specie.. "ostica", e così?
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda maurillio » 16/05/2015, 12:55

Weihlà Angelo, bentrovato....
Mammillaria tetrancistra e pennispinosa sono particolarmente sofferenti in caso di eccesso di annaffiature.
La loro frequenza dipende dalla temperatura esterna, ma anche dalla granulosità del substrato e dal drenaggio del vaso.
Personalmente annaffio la sera, ma a mezzogiorno del giorno successivo il substrato è già secco.
Uso vasi de coccio e non di plastica....
Non ho mai perso piante disidratate.
Ho perso qualche pianta per eccesso di annaffiature (nonostante.....).
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda mauro » 16/05/2015, 16:17

ciao...sempre molto attraente e interessante leggerti..del resto il mondo mammi è sempre pieno di sorprese che ogni notizia di coltivazione va seguita
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda angelo » 16/05/2015, 17:39

Praticamente con i tuoi accorgimenti (substrato etc..)di sera l'acqua viene assorbita meglio poiché il processo di evaporazione é più lento e di conseguenza, la pianta si idrata maggiormente in poche ore e si possono ,nel caso,allungare gli intervalli di innaffiatura, É questo il risultato?
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda maurillio » 16/05/2015, 18:05

Il meccanismo è questo...
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda maristella » 16/05/2015, 19:52

applicabile universalmente penso........ma anche con i vasi di plastica, solo che così le innaffiature rispetto al coccio saranno più diradate, o sbaglio? :?
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda angelo » 16/05/2015, 20:04

Solo per piante che hanno questa caratteristica. Altre potrebbero soffrire simili condizioni.
Per il resto il tipo di esposizione e la dimensione del vaso fa la differenza. In vasi di plastica comunque sì può diradare ulteriormente anche se c'é da considerare un fattore di evaporazione quasi simile ai vasi in coccio: la plastica nera dei vasi se esposti al sole come sovente capita, evapora con estrema rapidità.il coccio dovrebbe scaldare meno.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Mammillaria pennispinosa

Messaggioda maristella » 16/05/2015, 22:00

:hmm: :hmm: :hmm: .........ok devo chiarirmi le idee......... :hmm:
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006


Torna a Cactus

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron