Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Mostraci i tuoi cactus

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda marco » 17/03/2013, 15:22

Avevo notato una stranezza, se così si può chiamare
La mia capensis non ha mai aperto completamente i fiori e pensavo fosse solo un problema locale ma vedo che anche le altre hanno questo aspetto dei fiori non completamete distesi, c'è qualche motivo o fa proprio parte della conformazione del fiore ?
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 17/03/2013, 20:53

Nella descrizione originale di Britton & Rose la forma dei fiori di Mammillaria cerralboa non viene specificata.
Nella descrizione di Mammillaria capensis invece i fiori vengono descritti "bell shaped" - a forma di campana - o "funnel shaped " - a forma di imbuto e questo non mette abbastanza in evidenza la loro singolarità.
Sono d'accordo con te sul fatto che la cosa che salta più all'occhio nei fiori di queste due specie, sia che essi non si aprano mai completamente dalla base e ricordino più una banana che altro.
Questo penso sia dovuto alla lunghezza del tubo fioriero, decisamente maggiore che in altre Mammillarie.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda marco » 17/03/2013, 21:33

Risposta piu che esaustiva Muri pensavo fosse solo un problema ambientale
Grazie :)
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 18/03/2013, 19:36

Tanto da scrivere sulla prossima abitante della parte meridionale della penisola di Baja California, che presenta fiori simili come foggia alle due precedenti specie.
Partiamo da lontano e cioè dalla presentazione di Mammillaria verhaertiana.

MAMMILLARIA VERHAERTIANA
da Cactus di Britton & Rose:
Neomammillaria verhaertiana (Bödeker).
Mammillaria verhaertiana Bödeker, Monatsschr. Kakteenk. 22: 152. 1912.
Solitary, short-cylindric; tubercles subconic, their axils setose; radial spines 20 or more yellowish, setaceous, 1 cm. long, glabrous; central spines 4 to 8, stouter than the radials, brown at tip, one of them hooked at apex; flowers white, 2 cm. long, appearing in a circle below top of plant;
outer perianth-segments broadly lanceolate, yellowish white; anthers rose-colored: style rose; stigma-lobes 8 or 9.
Type locality: Mexico.
Distribution: Known only from the type locality.
We know the plant only from descriptions and illustrations and a few-spine-clusters sent us by L. Quehl.
Bödeker placed it next to Mammillaria spinosissima, but unlike that species one of the central spines is hooked.
The species is named for François Verhaert.
Illustration: Monatsschr. Kakteenk.
22: 153, as Mammillaria verhaertiana.

Mammillaria verhaertiana fu importata in Germania da De Laet nel 1908.
Parto da qui, perchè spesso troviamo questa pianta accostata a Mammillaria phitauiana già negli anni sessanta.
Hunt nella sua "review of Mammillaria names in current usage" la ritiene una sua forma più meridionale, specificando che la tipicizzazione di M.verhaertiana è così imperfetta che ne è consigliata una successiva revisione spostandone addirittura l'origine, che potrebbe non essere quella supposta.
Ricordiamo che Boedeker avvicina M.verhaertiana a Mammillaria spinosissima.
In un articolo sul "Journal" datato 1986, viene esaminata K3821 cartellinata verhaertiana/phitauiana.
Si presume che il doppio nome sia indicato dal venditore che ritiene le due, una stessa specie, incerto su quale scegliere come "prior name".
Mammillaria phitauina - si dice nell'articolo - è la specie meglio conosciuta e più chiaramente descritta, correlata a Mammillaria dioica.

MAMMILLARIA PHITAUIANA (Baxter) Werdermann in Backeberg, Neue Kakteen, 96 (1931); Pilbeam, Cactus File 1(4): 12-14 (1992)

da "Mammillaria" di John Pilbeam pag.226
Questa è una specie dall'estremo sud della penisola di Baja California che gradisce il leggero ombreggiamento di piccoli cespugli.
Ho potuto incontrarla vicino San Bartolo, a 20km dalla costa, su terreni in pendenza, tra rocce di granito grigio.
Ha caratteri abbastanza individuali e non vi è mai stato alcun tentativo di suggerirne l'assoggettamento ad altre specie più diffuse in questa area, anche se divide parecchi caratteri con M.armillata.
Baxter riferì il suo nome alla confraternita di cui faceva parte, raggruppando tre lettere greche, Phi, Kappa e Tau.
Il "prior name" M.verhaertiana, favorito da Reppenhagen per questa specie, è confuso ed è incerto se applicarlo a questa, a M.angelensis o ad altro.
In coltivazione cresce di solito lentamente, accestisce alla base e presenta ascelle con circa 20 setole.
Le spine radiali sono circa 24, bianche, di cui le più basse più lunghe.
Le spine centrali sono 4 dritte - a volte una è uncinata - bianche alla base, brune in punta.
I fiori sono bianco-crema e presentano sui petali esterni una striatura rossastra.
I frutti sono rossi ed i semi neri.

2414-20110621 (2) [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana


2585-20090610 [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana


2560-20110621 (1) [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana


2560-20120702 (2) [1024x768].JPG
Mammillaria phitauiana


2278-20090621 [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana


2278-20090627 (2) [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 18/03/2013, 20:00

I frutti di Mammillaria phitauiana sono rossi ed i fiori bianco-crema, presentano a volte, decisi riflessi rosa...

2560-20120924 (1) [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana - frutti


2560-20120924 [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana - frutti


2585-20090610 (4) [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana - fiore
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 18/03/2013, 20:05

Di seguito la descrizione originale di Baxter...
Neomammillaria Phitauiana Baxter in Cact. Succ. J. Amer. 2 : 471. 1931 with illustrations.
Clustered, stems simple, occasionally branching near the base, cylindric to 15cm tall, from fibroud roots; tubercles without molky sap; axils with about 20 bristles.
Central spines 4, 4-6mm. long all straight, or one hooked in young plants, upper half brown lower half withe; radial spines 24, 4-12mm long, lower longest, white, bristly.
Flowers 12-15mm long, withe, outer segments with red midrib; fruit globose to clavate, red, about 1cm long: seeds black, less than 0.5mm long.
MEXICO: Baja California, near Todos Santos, lower slope of the Sierra de la Laguna, north slope, 800m elevation, Rancho del Chino, in almost full shade of trees, 5 April 1930 E.M.Baxter in US1491115!

Note.
Baxter described Rancho del Chino as 30miles east of Todos Santos.
Later, H.E.Gates (in Cact. Succ. J. Amer. 3 : 5 1931) said that Baxter located the species "a little too far away from Todos Santos".



Mammillaria phitauiana SB 1259 - da San Josè del Cabo - Baja California - Mexico

3565-20110529 [1024x768].jpg
Mammillaria phitauiana SB 1259


sb 1259 (1) [1024x768].JPG
Mammillaria phitauiana SB 1259
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 20/03/2013, 20:12

MAMMILLARIA MULTIDIGITATA Lindsay, Cact. Succ. J. (US): 152 (1947); F. & R. Wolf, Baja California u.s. Inseln 249 (1999)

"Mammillaria" - Jon Pilbeam - pag.199
Specie islegna, comune nelle collezioni fin dalla sua descrizione più di 65 anni fa, grazie all'abbondante produzione di polloni che peraltro radicano con estrema facilità e anche perchè essendo auto-fertile, ha grande capacità di produrre semi che germinano con facilità.
L'aspetto è ben caratterizzato e se in grado di esprimere la sua intera potenzialità facilitata da una esposizione a pieno sole e da frequenti rinvasi, darebbe luogo a gruppi larghi anche più di 40cm.
Un limite oggettivo è dato dai suoi piccoli fiori, biancastri e abbastanza anonimi.
Sull'isola di San Pedro Nolasco dove cresce, al largo delle coste di Sonora, è riportata così abbondantemente comune, da richiedere molta attenzione nel camminare nei luoghi a lei abituali, per non calpestarla.
Capace di crescere anche su puro guano, presenta ascelle debolmente lanose e 15/25 spine radiali, bianche, lunghe 6/8mm.
Solitamente le spine centrali sono 4 di cui una occasionalmente uncinata, bianche con punta bruna.
I fiori sono da bianco a crema con stimma verde, i frutti rossi ed i semi neri.

multidugit mg 799 (5) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata


multidugit mg 799 (6) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata


multidugit mg 799 (1) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata


multidugit mg 799 (3) [1024x768].JPG
Mammillaria multidigitata
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 20/03/2013, 20:14

I polloni messi a dimora, radicano facilmente e sono fiorieri in brevissimo tempo....

multidugit mg 799 (9) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata


multidugit mg 799 (7) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata


multidugit mg 799 (8) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 20/03/2013, 20:17

I fiori abbastanza anonimi, hanno consistenza e aspetto come di cera, i frutti sono rossi....

multidugit mg 799 [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata


multidugit mg 799 (4) [1024x768].jpg
Mammillaria multidigitata
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda ento » 20/03/2013, 21:12

Non mi è stato possibile prima di ora inserire il mio contributo per quanto riguarda M. capensis.

La specie viene descritta con stigma verde, ma Steven Brack, nei primi anni 2000, aveva in catalogo una pianta a stigma rosso:
594.3 - long red stigmas, curly twisted hooks
capensis (3).JPG
capensis MG 594.3 semina 2003
capensis pallida.JPG
capensis pallida
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda ento » 20/03/2013, 21:21

mammillaria phitauiana e c.
phitauiana (2).JPG
phitauiana spina dritta
phitauiana sb1259.JPG
phitauiana sb 1259 spina uncinata
verhertiana (2).JPG
verhaertiana
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda ento » 20/03/2013, 21:29

multidigitata
multidigitata (3).JPG
multidigitata.JPG
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 24/03/2013, 14:21

Che belle piante Ennio, mamma mia.....
Anche per quello che riguarda Mammillaria neopalmeri potrai fare la differenza, perchè conosco le tue vecchione.
Di seguito la descrizione originale di M.neopalmeri.
Negli ultimi post, sto usando esclusivamente la descrizione originale, perchè a volte traducendo si tralasciano piccolissimi dettagli che invece a qualcuno possono risultare moooolto utili.
I termini usati poi, sono abbastanza semplici da assimilare e un po' di lavoro sul dizionario, magari serve anche a risentirsi un po' studenti.
Se qualcuno la pensasse diversamente, sono prontissimo a ricredermi.

MAMMILLARIA NEOPALMERI Craig, Mamm. Handb., 267, fig. 242. 1945; Lindsay & Dawson in Cact. Succ. J. Amer. 24 : 82-84, fig. 49-50. 1952;
G.A. Voss in J. Mamm. Soc. 7 : 37. 1967. Cactus palmeri Coulter in Contr. U.S. Nat. Herb. 3 : 108. 1894. M. palmeri (Coulter) Boed., Mamm. Vergl. Schluss., 43. 1933, not of Jacobi, 1856.
(Mostly caespitose,) stems cylindric, (to 5 cm. tall and 5 cm. in diameter), tubercles glaucous, cylindric, 'somewhat broadest above' (truncate),
about 4 mm. long (with watery sap); axils with dense wool and (occasional) bristles. Central spines (usually 2) 3-5, usually 4 (6-)7-8 mm. long,
straight (or occasionally hooked), brownish with darker tip, more robust than the radials; radial spines (17-20) 25-30, (3-) about 5 mm. long, slender
acicular, interlacing, white. Flowers small (Craig: 12 mm. long, perianth segments very pale greenish white to light cream, olive green midline, sometimes with rose tint, outer with reddish tan mid-stripe.)- Fruit clavate scarlet; seeds black, strongly pitted.
MEXICO: Baja California, San Benito Island, 25 March 1889, Palmer 921 in US 1821091, holotype!; the same locality, March-June 1897, A.W.
Anthony 278 in UC 4034371, 108184 (type of M. dioica var. insularis K. Brandegee)!; West San Benito, 14 July 1905/6, A. Stewart 9 in CAS 50315!
The holotype has 4-5 straight centrals and about 15 radial spines (contrary to the description) and there are no bristles in the axils.
Hooked centrals are present here and there on Anthony 2 78 and are reported by Voss, J. Mamm. Soc. 7 : 37. 1967, who observed plants on West San
Benito in 1966, 'in full sun in the alluvial bottom of a small canyon.'
Particulars from Mr. Voss's description are incorporated with Coulter's above, which seems faulty in some respects.
The species is a well-marked member of Series Ancistracanthae and has become more familiar in cultivation in recent years. As with M. albicans and M. cerralboa both straight and hooked centrals occur in the one species.

Queste foto sono state scattate nel vivaio dell'amico Palmero, uno dei padri di una larghissima parte delle Mammillarie che oggi circolano nelle collezioni di tuttitalia.
E poi se non ha una bella neopalmeri lui......
ecchissenò!

neopalmeri palmero (1) [1024x768].jpg
Mammillaria neopalmeri


neopalmeri palmero (2) [1024x768].jpg
Mammillaria neopalmeri


neopalmeri palmero [1024x768].jpg
Mammillaria neopalmeri
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda marco » 24/03/2013, 15:03

Come sempre piante interessanti, così come questo lungo topic :D
Io però le ancistracanthae adulte da mostrare le ho finite ma da un mese ho seminato gran parte delle piante da voi mostrate (semi di Mesa Garden) ed ora minuscole palline, fanno capolino dai vasetti di semina ancora nei sacchetti mentre domani spedirò un'ordine di semi all'AIAS con la richiesta di due bustine di Mammillaria phitauiana
Ecco che questo interessante topic comincia a dare bei risultati :up:
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 24/03/2013, 16:12

Ecco vedi Marco, per questo motivo sto così attaccato a questo post, fino a che non avrò descritto fino all'ultima Ancistracanthae.
Magari anche su altri appassionati potrei avere fatto una breccia in favore delle Mammillarie come su di te, che ormai sei da considerare un appassionato veterano, oltre che un conoscitore educato e discreto, in possesso di una profonda base culturale.
Anche se solo palline, mi piacerebbe che le potessi mostrare per testimoniare un loro aspetto che io non ho documentato a sufficenza.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 24/03/2013, 16:42

Vorrei aggiungere un paio di cose a proposito di Mammillaria neopalmeri.
Leggendo Pilbeam credevo le spine centrali fossero tutte dritte e così appena acquistate le prime piante, il dubbio principale riguardò la loro credibilità, poichè tutte presentavano spine centrali uncinate.
Chiarii poi successivamente che la centrale più bassa a volte può essere uncinata.

3706-20120911 [1024x768].jpg
Mammillaria neopalmeri


3706-20120911 (1) [1024x768].jpg
Mammillaria neopalmeri


Nella descrizione originale le piante sono segnalate cilindriche e talvolta cespitose.
Questo abito sembra molto più comune nelle piante innestate.
Come tutte le piante che hanno origini in luoghi con condizioni climatiche difficili, anche M.neopalmeri presenta difficoltà nella coltivazione.
Particolarmente, mentre tutte le semine di Mammillaria sono solerti a fiorire, essa appare incapace a reagire anche alle attenzioni più estreme, come il tenerla in serra a temperature alte in inverno e aumentando il contenuto di graniglia.

4342-20120722 [1024x768].jpg
Mammillaria neopalmeri
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 24/03/2013, 17:16

Non sono riferiti in gran numero field numbers di questa specie.
Palmer 921 (US 1821091, holotipo - Cactus palmeri; trasferendolo in Mammillaria l'epiteto palmeri non potè essere usato poichè il "prior use" fu per un diverso taxa da Jacobi nel 1856- da cui il neopalmeri di Craig).
Nella collezione di Lau la troviamo come LAU 007.
Possiedo DH 1067/98 da "Vivaio Autore", ma la sigla penso identifichi soltanto un numero di catalogo....

5305-20120911 [1024x768].jpg



Ormai si ricomincia a coltivare ed è quasi finita questa cavalcata.
In settimana, Mammillaria angelensis, Mammillaria estebanensis e infine Mammillaria dioica.
Dopo finalmente il campo.....
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda marco » 24/03/2013, 19:49

Ecco le foto delle nuove nate a 24 gg dalla semina in germinatoio
Ho aperto i sacchetti e controllato lo stato delle semine, eliminati un paio di semi che avevano fatto muffa e spinto delicatamente con uno stuzzicadenti nel terriccio quelle poche radichette che non erano ancora riuscite a penetrare in profondità e ovviamente scattato le foto
Foto abbastanza scadenti fatte in germinatoio con una fotocamera compatta.
Seminate il 28 Febbraio 2013 :D
001Mammillaria_zephyranthoides (Large).JPG
Mammillaria zephyranthoides
(Calera; Guanajuato: Mx)
002Mammillaria_viridiflora_DC_936 (Large).JPG
Mammillaria viridiflora DC 936
(Mt. Graham; Az: U.S.)
003Mammillaria_tetrancistra_GL_9 (Large).JPG
Mammillaria tetrancistra GL 9
(Gunlock, Utah: U.S.)
004Mammillaria_mediorosei_SB3 (Large).JPG
Mammillaria meridiorosei SB 3
(Hidalgo, Co. N.M. U.S.)
005Mammillaria_hutchisoniana_SB_1243 (Large).JPG
Mammillaria hutchisoniana SB 1243
(Mulege, BCS: Mx.)
006Mammillaria_guelzowiana_SB_1160 (Large).JPG
Mammillaria guelzowiana SB 1160
(Rodeo, Durango: Mx.)
007Mammillaria_grahamii_fma._oliviae_SB_1784 (Large).JPG
Mammillaria grahamii fma. oliviae SB 1784
(Dos Cabezas Mts, Az: U.S.)
008Mammillaria_blossfeldiana_SB_1486 (Large).JPG
Mammillaria blossfeldiana SB 1486
(El Tomatil, BCN: Mx.)

Tra una quindicina di gg le toglierò dal sacchetto e vedremo la progressione dei semenzali :)
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 24/03/2013, 20:54

Ottimo...
Continua a tenerci documentati.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda ento » 25/03/2013, 22:24

neopalmeri
neopalmeri (2).JPG
neopalmeri
neopalmeri.JPG
neopalmeri
neopalmeri 08 mg 807.5.JPG
neopalmeri ex mg807.5
neopalmeri L007 (2).JPG
neopalmeri L007
neopalmeri L007.JPG
neopalmeri L007
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 25/03/2013, 22:39

Ahhhh la LAU 007....
Quando vengo dalle tue parti la studierò ben a modo, anche se mi aspettavo le spine centrali tutte dritte...
Ho trovato sul "journal" la descrizione di LAU 007 che ti riporto ad uso e consumo....

LAU 007 Baja California, Isla San Benito: M. neopalmeri
JE 442/Lau
Clustering , main stem 9.5x6 cm; tub. blunt conic, 4x4 mm, pale green; ax. woolly. Cent. sp. 3, 6-7mm, straight, brown; rad. sp. 20, 4-5 mm, acicular, straw-coloured. Fl not seen (May-June). Fr. clavate, 20x10-12mm, orange red; seeds black.
Considered correctly identified, M. neopalmeri ia a very ally of M. dioica.
Ultima modifica di maurillio il 25/03/2013, 22:44, modificato 1 volta in totale.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 25/03/2013, 22:43

Questa invece è sempre la tua Mammillaria neopalmeri vecchiona da altra angolazione.....

neopalmeri-ento.alberto savona 03062011 251 (1) [1024x768].jpg


neopalmeri-ento.alberto savona 03062011 251 (2) [1024x768].jpg
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda ento » 25/03/2013, 23:03

Fino a qualche anno fa alla domanda " che spine centrali ha la neopalmeri" ti avrei risposto " sicuramente dritte!!", poi in qualche articolo ho letto che può avere anche spine uncinate....
Per quanta riguarda L007, anch'io ho letto che le spine centrali sono dritte, ma come vedi, da semi mesa garden, sono nate piantine con centrali uncinate e non. Ho acquistato e seminato per due anni di seguito questa specie, ma ...la maggior parte di piantine hanno uncinate. Una errata impollinazione? Anche mg 807.5 ha spina uncinata.
Per finire... Helia Bravo in Cacyaceas de Mexico, descrive neopalmeri con solo spine centrali dritte
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 29/03/2013, 10:19

MAMMILLARIA ANGELENSIS First description by Craig, Mamm. Handb. 165, fig. 146 (1945)

Da "Mammillaria" di John Pilbeam pag.38
David Hunt ha ridotto questa e la specie islegna correlata M.estebanensis, a sottospecie di M. dioica, ma la loro presenza sulle isole del Golfo di California e le rare apparizioni sulla terraferma, abbinate al loro individuale aspetto mi suggerisce di ritenerle specie separate.
Le piante da me ritrovate in natura erano tutte solitarie, mentre in coltivazione possiamo rilevare polloni alla base.
Le ascelle presentano una densa, bianca lanugine, specialmente nell'area fioriera e 15 o più setole bianche, lunghe fino a 10mm.
Le spine radiali sono 16 ma sono si sono riscontrati individui con più di 20, lunghe 5/10mm, le più basse più lunghe, dritte, bianche, spesso con punta bruna.
Le spine centrali sono 3/4 lunghe 8/14mm di cui la più bassa più lunga e uncinata, bruno-porporine, più pallide alla base. Difficile distinguere le superiori dritte dalle radiali che hanno colore più chiaro e sono meno robuste.
I fiori presentano due distinte forme: la prima, come descritto originalmente è bianca con striscia mediana rosa nei petali esterni spesso stretti e molto distanti l'uno dall'altro; la seconda forma è molto più colorata, con petali rosa e striscia mediana marrone.
I lobi dello stimma in entrambe le forme sono giallastri verde-olivastri.
I frutti sono rossastri ed i semi neri.
Riportata da Baja California, sull'isola di Angel de la Guarda nel Golfo di California ad altitudini vicino al livello del mare, da Isla Ventana e scarsamente nell'adiacente entroterra della penisola.

4329-20120717 [1024x768].jpg
Mammillaria angelensis


4329-20120717 (1) [1024x768].jpg
Mammillaria angelensis


4329-20120816 [1024x768].JPG
Mammillaria angelensis


4329-20120628 (7) [1024x768].JPG
Mammillaria angelensis
Ultima modifica di maurillio il 29/03/2013, 20:23, modificato 1 volta in totale.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Ancistracanthae - Reppenhagen

Messaggioda maurillio » 29/03/2013, 10:25

Una semina di "Ento" - che magari potrà presentare piante più sviluppate - di una varietà che non trovo mai descritta e che probabilmente è soltanto "un animale da catalogo".....

3594-20120829 [1024x768].jpg
Mammillaria angelensis - multilanata
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

PrecedenteProssimo

Torna a Cactus

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti