Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Mostraci i tuoi cactus

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 19/02/2014, 0:03

Mi piacerebbe sottolineare che è soltanto il mio modo di vedere le cose.
Sono sempre pronto a modificarlo......

Un paio di foto fatte oggi alle mie Mammillaria laui ssp. subducta....

282-20140218 (1) [1600x1200].jpg
Mammillaria laui ssp. subducta


282-20140218 (3) [1600x1200].jpg
Mammillaria laui ssp. subducta


282-20140218 (6) [1600x1200].jpg
Mammillaria laui ssp. subducta
Ultima modifica di maurillio il 21/02/2014, 19:42, modificato 1 volta in totale.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda marco » 20/02/2014, 15:16

Ciao Mauri vedo che stanno fiorendo ora causa inverno impazzito?? oppure sono regolari
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 20/02/2014, 15:54

Direi che siamo abbastanza in anticipo.....
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 21/02/2014, 20:13

Il Gruppo di Mammillaria Herrerae comprende quattro regine.
Esse sono in cima alla lista delle piante più amate dai collezionisti, spesso inaccessibili per i loro prezzi alti e molto difficili da coltivare.
In rigoroso ordine alfabetico nel Gruppo Herrerae troviamo...
Mammillaria albiflora
Mammillaria herrerae
Mammillaria luethyi
Mammillaria sanchez-mejoradae

MAMMILLARIA ALBIFLORA (Werdermann) Backeberg, Blatt. Kakteenf. (1937)2: 3 (1937); Werdermann, Notizdl. Bot. Mus. Berlin 11: 277 (1931)
as M.herrerae var. albiflora; Glass, Cact. Succ. J. (US) 64 (6); 323 (1992); Hunt, Mamm. Postscripts 6: 3 (1997)

Da "Mammillaria" di John Pilbeam pag.32:
Inizialmente ritenuta da Hunt "probabilmente solo una fase" di Mammillaria herrerae, in realtà notiamo fra di loro differenze inquietanti e più di un appassionato allo studio di Mammillaria ed in particolare Charles Glass ha espresso l'opinione che ci trovassimo di fronte ad una specie valida.
Anche Hunt accetta ora Mammillaria albiflora come una buona specie.
Essa è una delle più difficili specie da crescere e sembra che in coltivazione possa beneficiare dall'aggiunta di torba o di altri "acidic humus" oltre alla massima esposizione alla luce del sole.
Appare più snella di Mammillaria herrerae e presenta un corpo per lo più solitario con 60/80 spine radiali (in numero minore che in Mammillaria herrerae che ne presenta un centinaio o più).
Anche i fiori sono diversi, più larghi nella nostra, bianchi con lievi sfumature di rosa se cresciuta in piena luce.
I frutti sono trattenuti fra le spine, ma non all'interno della buccia.
I semi sono neri.
Originaria dello stato messicano di Guanajuato dove cresce ad altitudini comprese fra i 2160 ed i 2200m ad oltre 50km dai luoghi in cui cresce Mammillaria herrerae.

2229-20120605 P (1) [1600x1200].JPG
Mammillaria albiflora


2229-20120607 (1) [1600x1200].JPG
Mammillaria albiflora


2229-20100410 [1600x1200].jpg
Mammillaria albiflora


2229-20090915 (3) [1600x1200].jpg
Mammillaria albiflora
Ultima modifica di maurillio il 21/02/2014, 20:19, modificato 1 volta in totale.
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 21/02/2014, 20:17

Mammillaria albiflora desnuda......

3060-20100407 (1) [1600x1200].jpg
Mammillaria albiflora
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda marco » 21/02/2014, 21:39

Se devo dire la verità non ho trovato difficile la coltivazione di questa bellissima Mammillaria forse perchè la coltivo in minerale al 90% non ha mai dato problemi per la poca quantità di terriccio humifero, forse perchè quel poco terriccio inserito nella composta è terriccio per acidofile
01Mammillaria_albiflora__©M.Sisti (Large).JPG
Mammillaria albiflora
Le sacche semifere aperte
02Mammillaria_albiflora_©M.S.2013 (Large).JPG
Mammillaria albiflora
03Mammillaria_albiflora_©M.S.2013 (Large).JPG
Mammillaria albiflora
04Mammillaria_albiflora_©M.S.2013 (Large).JPG
Mammillaria albiflora


le coltivo in pieno sole e in effetti si nota una leggera sfumatura rosa nei fiori
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda mauro » 24/02/2014, 0:18

ciao, questa invece non c'è più...oltre ad una caduta , qualcosa l'ha seccata in inverno
Immagine 458 [1600x1200].jpg
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda Edus » 24/02/2014, 9:27

Aggiungo anche io la mia piccolina ...
232-02 M. albiflora 28-04-2013.jpg
Mammillaria albiflora
Eduardo
Avatar utente
Edus
 
Messaggi: 147
Iscritto il: 21/09/2010, 9:30
Località: Potenza
Coltivo dal: 2008

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maristella » 24/02/2014, 12:42

:P Edus........che incanto!! E' bellisima!! :P
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda ento » 24/02/2014, 22:43

La prima fioritura
albiflora (2).JPG
albiflora (4).JPG
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 27/02/2014, 19:50

MAMMILLARIA HERRERAE Wedermann, Motizbl. Bot. Gart. Mus. Berlin 11:276 (1931)

Torniamo alle descrizioni originali....
Da "descriptions of species novae since "The Mammillaria handbook" - Dr. R Craig
N.9.....
Body: Simple and cacspitose from base, globose with apex flattened and a little sunken, 35 mm. wide. Tubercles arranged in 8 and 13 spirals,
closely set, cylindric, terete with tip nearly truncate, with watery sap 5 - 6 mm. long, 2 mm. wide at base becoming spineless and corky in age.
Areoles round to oval, 1.5 mm. with scant short white wool in youth below the spines, later becoming naked, Axils naked.
Spines: No centrals; Radials 100, several series superimposed, 1 - 5mm. long, setaceous, straight, base not enlarged, pure white to ashengrey,
slightly yellowish at very base, horizontal to little appressed, interlacing so as to completely cover the body.
Flowers: Funnelform, lateral, 20-25 mm. long. Outer perianth segments olive green midstripe, rose margins, lanceolate, tip obtuse, margins
entire, 10 x 2 mm. Inner perianth segments pale rose to violet, darker midstripe, lanceolate, tip acute and often split, margins entire 10 mm.
Filaments above, pale rose-violet. Anthers orange-yellow. Style white.
Stigma lobes 6 greenish.
Fruit: Carmine, nearly globose, fleshy retained behind the spines, 6 mm. wide.
Seeds: Dull black, irregular pyriform, tubcrculate with two small projections at lateral hilum; small.
Distribution: Queretaro, Mexico.


2246-20120519 (1) [1600x1200].jpg
Mammillaria herrerae


2246-20120519 (2) [1600x1200].jpg
Mammillaria herrerae


2246-20130522 (3) [1600x1200].jpg
Mammillaria herrerae


2246-20110212 (1) [1600x1200].jpg
Mammillaria herrerae
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 27/02/2014, 20:09

Di seguito alcune note tratte da un mio vecchio post in un forum italiano....
Mammillaria herrerae Werderm. è una specie di cactus nella serie Lasiacanthae, molto conosciuta per la sua bellezza ornamentale cosìcchiamata in onore dello scienziato messicano Alfonso L. Herrera, biologo, naturalista e fondatore del "Chapultepec Botanical garden and zoo".
Nota in castigliano come "bola" o "bola de hilo" (gomitolo di lana) e in inglese come "golf ball" fu probabilmente scoperta da Fernand Schmoll di Cadereyta de Montes, Queretaro, alla fine del 1920.
Werdermann la descrisse nel 1931.
Fin dalla scoperta, due fattori la spinsero sull'orlo dell'estizione...
La distruzione del suo limitatissimo habitat e l'inesorabile rimozione di campioni interessanti dall'ambiente naturale.
Mammillaria herrerae Werderm. ha una distribuzione limitata all'estrema parte orientale della municipalità di Cadereyta de Montes in Queretaro, in Mesa Cerro Prieto specificamente nella comunità di El Arbolito e nella comunità di El Carricillo.
In queste zone si trova ad altitudini comprese fra i 2000 ed i 2200 mt slm.
Tutti gli indicatori segnalano oggi una situazione grave.
Le possibilità di sopravvivenza della "bolita de hilo" sono minate dalla realizzazione di progetti di infrastrutture (Zimapan hidroelectric project) , dalla costruzione di un sistema di accumulo dell'acqua a soddisfare i bisogni della capitale.
L'entità delle attuali popolazioni non è esattamente censita.
Sappiamo che Ortega (2004) durante la sua permanenza nell'area come biologo membro della "rescue team" della "Federal Electric Commission", localizzò soltanto quattro campioni dopo averli cercati in più di cinque ettari.
Emilio Fernandez Aarun esploratore con base a Tequisquiapan fece sapere ad uno degli autori di questo studIo di aver trovato un solo sito in cui la specie cresce situato alla fine della Mesa de Leon (Cerro de Prieto) in cui non erano presenti più di una dozzina di piante.
In un recente articolo dell'Anaya (2007) pubblicato sulla rivista della cactus&co reiterava la scarsità di queste piante in habitat.
Una nuova strategia per conservare la specie è stata attivata, indirizzata principalmente alla coltivazione "out ex situ".
Un importante passo, la creazione di una greenhaouse-school nella comunità di El Arbolito, Cadereyta.
Il progetto è chiamato "las tres erre que tu eres: conservacion de cactaceas amenazadas con la partecipacion de las comunitades locales", partito nel 2006 col supporto del "botanic gardens conservation international".

herrerae (2) [1600x1200].jpg
Mammillaria herrerae - Collezione Antonio Gandolfo


herrerae 1 [1600x1200].JPG
Mammillaria herrerae - Collezione Antonio Gandolfo


herrerae 11 [1600x1200].JPG
Mammillaria herrerae - Collezione Antonio Gandolfo
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda marco » 28/02/2014, 9:45

Pianta stupenda per la spinagione e i fiori, purtroppo mi manca
Le possibilità di sopravvivenza della "bolita de hilo" sono minate dalla realizzazione di progetti di infrastrutture (Zimapan hidroelectric project) , dalla costruzione di un sistema di accumulo dell'acqua a soddisfare i bisogni della capitale.

Quindi è da considerare estinta o quasi in habitat, dato che l'impianto di Zimapan è ormai in funzione da qualche anno e il fondo valle è allagato a meno che non succeda come Echinocactus grusonii di cui è poi stato scoperto un nuovo sito a 500km di distanza
Speriamo nella funzionalità del progetto per la conservazione messo in atto e la coltivazione da seme di molti appassionati :)
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda mauro » 01/03/2014, 14:52

ciao, questa invece si è ben adattata al vasetto che le ho creato
non conoscevo la situazione del suo stato di " in pericolo"
allora ho fatto bene a seminarle, queste adesso sono più cresciutelle e sono state travasate
2012 1019 [1600x1200].jpg
2012 500 [1600x1200].jpg
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda ento » 01/03/2014, 20:00

Mammillaria herrerae
herrerae (4).JPG
herrerae (5).JPG
herrerae.JPG
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda bruno » 01/03/2014, 21:38

Spero di essere ancora in tempo con le foto delle mie semine
mammillaria herrerae.JPG

ciao a tutti :)
Bruno
bruno
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 23/09/2011, 17:22
Località: Roma
Coltivo dal: 1991

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda marco » 02/03/2014, 15:06

Ciao Bruno c'è sempre spazio e tempo per le tue meraviglie :wink:
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 09/03/2014, 18:56

Carrellata di gran lusso grazie a tutti i vostri contributi.
Il bello però con le Lasiacanthae deve ancora venire, perchè di seguito una delle Mammillarie più stupefacenti ed una delle fioriture più entusiasmanti.
Da "il genere Mammillaria" di Giancarlo Sleiter, pagg.52-53:

MAMMILLARIA LUETHYI G.S. Hinton, Phytologia 80(1):58-61 (1996)

Fusticini solitari o, più spesso, ramificati con al massimo 7 teste del diametro di 15mm circa con apice arrotondato o appiattito, che sporge solo di poco dal terreno; base del fusto e colletto tuberosi.
Tubercoli sottili, cilindrici, disposti fittamente, rivolti all'insù, lunghi circa 5.5mm e larghi 1.3mm.
Epidermide scura.
Su ogni areola si contano fino a ottanta spine piccole (lunghe circa mezzo mm), bianche, disposte in più serie, raggiate e rivolte in fuori; esse, esaminate al microscopio elettronico mostrano una particolare forma a ombrellino.
I fiori, grandi in rapporto alla pianta, possono presentare un diametro fino a 3cm ed essere lunghi altrettanto; il loro colore è un magenta chiaro con la gola, più o meno ampia, tendente al bianco.
Lo stigma è color verde.
I frutti globulari, aventi un diametro di circa 4.5mm, sono quasi intracorporali, di colore da verde-giallastro a verde-rossastro; a maturità si seccano disintegrandosi per liberare i semi, neri, sferici del diametro di circa 1mm.
Cresce in Messico, nello stato di Coahuila (la località è tenuta segrata per prevenire raccolte illegali), dove cresce su lastroni argillosi.
La maggior parte degli esemplari di questa rarissima Mammillaria che si trovano in commercio sono innestati e sembra che siano originati da due soli cloni (anche se qualcuno afferma che i cloni potrebbero essere sei o sette), moltiplicati per lo più per via vegetativa (principalmente innesto o per talea di ramo).
Essendo la specie autosterile, perchè vengano prodotti frutti e quindi semi, è indispensabile possedere almeno due piante di cloni diversi e ciò, per la scarsità di cloni, richiede una dose notevole di fortuna e pazienza.
I semi poi, mostrano una germinabilità anch'essa scarsa: ciò non aiuta la diversificazione dei cloni e potrebbe spiegare il numero ridotto di esemplari (circa 200) che costituiscono l'unica popolazione conosciuta di tale specie.
Essa può essere coltivata senza difficoltà anche franca, purchè si adibisca una grandissima prudenza nelle annaffiature (durante il periodo vegetativo, da aprile a settembre, annaffiare ogni tre settimane circa, evitando di dare acqua in presenza di temperature basse), si fornisca un substrato argilloso perfettamente drenato, si eviti di bagnare il corpo della pianta e si provveda a qualche concimazione saltuaria.
L' innesto (per es. su Harrisia jusbertii) è utile per accelerare lo sviluppo della pianta e anticipare la fioritura, che può essere anche molto abbondante.
L'esposizione sarà in funzione della ventilazione: se questa è buona, la pianta potrà essere esposta al sole pieno, altrimenti sarà meglio tenerla a mezz'ombra.
Attenzione ai funghi della ruggine: se non si interviene tempestivamente, l'infezione si propaga rapidamente conducendo prestissimo, a causa delle sue ridotte dimensioni, l'esemplare alla morte.
Durante lo svernamento, da effettuare in condizioni di assoluta aridità, bisognerà far sì che l'aria sia asciutta e le temperature non inferiori ai 5° C.

luethi enzo [1600x1200].jpg
Mammillaria luethyi


luethii giuse .. [1600x1200].jpg
Mammillaria luethyi collezione Giuseppe Ruini


2233-20090926 (4) [1600x1200].jpg
Mammillaria luethyi
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maurillio » 09/03/2014, 19:50

Avevo scaricato nel corso dell'anno duemiladodici un paio di paginette dall'web che raccontavano in maniera romanzata la storia di Mammillaria luethyi e gli albori della sua scoperta.
Ora in rete non la trovo più e non mi è possibile rendere merito al suo autore, anche se mi sembra di poter citare il riferimento a piè di pagina che leggo: dueffenne.com Fabio Francesco Nocito 2012
Riporto paro-paro:

Mammillaria luethyi - la regina delle mammi

Mammillaria luethyi è una pianta decisamente affascinante. Per quasi mezzo secolo è stata avvolta da un fitto mistero che si risolse definitivamente nel 1996.
La storia bizzarra di questa specie ha inizio nell'aprile 1952, quando Norman Hill Boke per primo osservò un piccolo ed allora sconosciuto cactus allevato in una latta da caffè in un albergo nello stato messicano di Coahuila.
Entusiasta della sua nuova scoperta, Boke interrogò la gestrice dell'albergo apprendendo che alcune piante le erano state donate da un non meglio identificato cercatore d'oro della zona.
Non rimaneva quindi nient'altro da fare che accontentarsi di scattare qualche fotografia nell'attesa di tornare ad indagare sulla nuova specie.
Colpito dalle immagini di quella pianta, Ladislaus Cutak del Botanical Garden of St. Luis (U.S.A.) iniziò una trattativa con l'albergatrice che aveva come oggetto la spedizione negli Stati Uniti di due esemplari della specie.
Sfotunatamente le piante, che versavano in pessime condizioni, morirono.
Ciò nonostante le immagini di Cutak furono pubblicate da Backeberg (1959, 1961), che non sapendo dove collocare la specie la inserì erroneamente nel genere Neogomesia, ed in seguito da Glass & Foster (1978) che la identificarono correttamente come specie afferente al genere Mammillaria.
La lunga storia di questa specie termina nel maggio del 1996, dopo ben 44 anni dalla sua prima osservazione documentata, quando Jonas Luthy e George S. Hinton dedussero il probabile areale di crescita della pianta attraverso un dettagliato studio della cartografia di Coahuila.
La pianta fu quindi scoperta in natura e battezzata da Hinton (1996) con il nome di Mammillaria luethyi G. S. Hinton.
L'olotipo designato da Hinton per descrivere la specie è conservato presso l'erbario dell'Università del Texas.
Dalle indicazioni riportate sull'etichetta è possibile evincere la data di raccolta dei campioni (19 maggio 1996) nonchè una generica indicazione relativa alla località di ritrovamento (W of Ciudad Acuna, Mexico; altitudine 1315m).

2233-20090926 (1) [1600x1200].jpg
Mammillaria luethyi


2233-20080524 (1) [1600x1200].jpg
Mammillaria luethyi


2233-20120527 (8) [1600x1200].jpg
Mammillaria luethyi
maurillio
 
Messaggi: 1196
Iscritto il: 08/05/2010, 19:57
Località: modena
Coltivo dal: 1992

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda marco » 09/03/2014, 20:09

Davvero una delle piu belle Mammillarie
Ma anche la disperazione di molti coltivatori e per me un tonfo al cuore
Tre piante uccise in una notte, mese di Agosto 2012 le piante erano nella serra senza le pareti perchè di giorno le temperature raggiungono i 45° e si deve raffreddare con un ventilatore a piantana che porta la temperatura a 38°
Piante bagnate la mattina e poi dal giorno alla notte una precipitazione repentina della temperatura di 30 gradi a causa di piu grandinate e temporali a non finire per 4 gg la situazione non è mai miglorata e le piante sono schiattate tre in una volta sola
Le avevo sempre lasciate asciutte da Ottobre ad Aprile e le piante non avevano mai sofferto avevo anche imparato a non guardarle nemmeno per non creare problemi ma così è andata
In quei gg mi sono morte le tre luethyi e due Echinocactus horizonthalonius :-(
Per fortuna mi sono rimaste le foto :D
Le ricomprerò se si potessero trovare ma mi sembra che se prima erano rare oggi sono diventate introvabili
001Mammillaria_luethyi (Large).JPG
Mammillaria luethyi
002Mammillaria_luethyi (Large).JPG
Mammillaria luethyi
003Mammillaria_luethyi (Large).JPG
Mammillaria luethyi
004Mammillaria_luethy (Large).JPG
Mammillaria luethyi
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda nettuno » 09/03/2014, 20:33

Grazie Maurillio per la bellissima scheda che ci hai scritto e grazie a Marco per le bellissime foto
Quando ti pungi un dito non imprecare ! è la pianta che ti mostra affetto !"Nettuno"
Avatar utente
nettuno
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: 08/11/2010, 23:26
Località: Monzuno 700 s.l.m. (BO)
Coltivo dal: 2007

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda mauro » 10/03/2014, 0:20

2012 479 [1600x1200].jpg
2012 570 [1600x1200].jpg

le ho da anni, quella in coccio, è il primo esperimento, è di ventimiglia l'altro ora non ricordo, comunque fortunatamente rassicurato ho azzardato la plastica
, ma anche io temo molto il tempo qui da me, sebbene molto parco nelle annaffiature ,e attento alle previsioni giornalmente, a volte il tempo è ballerino, tanto che ormai , anche se contrario alle mie elucubrazioni, annaffio solo se è previsto bel tempo
in questo momento ho tutte le piante già all'aria aperta anche di notte.....primavera molto anticipata
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda maristella » 10/03/2014, 11:10

Ecco, ne ho avuta una che mi ha gratificato con copiose fioriture........persa, ma temo per mia grande inesperienza! A leggere ora la scheda di Maurilio, mi sentirei persino di riprovarci.......sempre incrociando le dita!! :)

Le schede di Maurilio sono sempre uno spettacolo, ma quest'ultima è persino romantica!! :)
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda marco » 11/03/2014, 13:14

maristella ha scritto:Le schede di Maurilio sono sempre uno spettacolo, ma quest'ultima è persino romantica!!

Si sempre precise ed esaustive prima avevo il sospetto, ora ho avuto la conferma che a determinare la perdita delle mie è stato un repentino abbassamento della temperatura a piante appena bagnate.
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Mammillaria - Serie Lasiacanthae - Hunt

Messaggioda ento » 12/03/2014, 21:26

Una delle mie preferite, non facile da coltivare, specie seminata diverse volte senza fortuna, ma gli amici.....hanno pensato a me
Questa proviene dalla Campania, grazie Carmine.
luethyi (2).JPG
luethyi (3).JPG
Ennio
ento
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 10/05/2010, 20:20
Località: vado ligure
Coltivo dal: 1992

PrecedenteProssimo

Torna a Cactus

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 3 ospiti