Il bagnetto agli Ariocarpus

Tutto ciò che riguarda la coltivazione di cactus e succulente

Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda marco » 10/04/2014, 19:18

Le piante sono quasi tutte fuori, mi mancano le Euphorbie che le sposterò domani.
Oggi è stata la volta dei Turbinicarpus e degli Ariocarpus
Una bella bagnata per immersione, oltre ad inzuppare per bene il terriccio dei vasi, contribuisce a indfastidire i parassiti come il ragnetto rosso che non gradscono questi trattamenti
Acqua acidula ph 6,5 Previcur, Vitanal, e estratto di Valeriana
Eccoli a bagno dopo 6 mesi tondi tondi di asciutta :wink:
Ora li ho spostati nella serra fredda a cui ho tolto le pareti per tenere la temperatura al di sotto dei 40°
Tra un mese quando anche la mancanza delle pareti non sarà sufficente ad abbassare la temperatura installerò in serra un ventilatore a piantana che sotto timer si metterà in funzione dalle 12 alle 18 così la tempaeratura non salirà oltre i 38/40°
002bagno Ariocarpus_©M.S.2014 (Large).JPG
003bagno Ariocarpus_©M.S.2014 (Large).JPG
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda nettuno » 10/04/2014, 22:59

li hai messi in apnea !! ma per quanto tempo li tieni ?
Quando ti pungi un dito non imprecare ! è la pianta che ti mostra affetto !"Nettuno"
Avatar utente
nettuno
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: 08/11/2010, 23:26
Località: Monzuno 700 s.l.m. (BO)
Coltivo dal: 2007

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda marco » 11/04/2014, 8:41

Ciao Claudio uso lo stesso sistema per tutte le piante, Ariocarpus compresi e se la pianta a causa delle sue dimensioni non va sott'acqua la bagno dall'alto, oggi sarà la volta delle Euphorbie.
Le lascio giusto il tempo per inzuppare la composta poi le tolgo e le lascio scolare su una cassetta per la frutta inserita in una cassa come quella del bagno. Questo trattamento lo faccio quando devo distribuire concimi oppure antiparassitari, per non disperdere nell'ambiente sostanze nocive perchè il 99% dell'acqua di scolo viene recuperata e riutilizzata, inoltre bagnare ogni tanto le piante dall'alto serve a disturbare parassiti comeil ragnetto rosso inoltre si attua un grande risparmio di acqua, con questo sistema con 30 litri di acqua, che è quella inserita nella cassa si riescono a bagnare molto bene una 70ina di piante
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda angelo » 11/04/2014, 12:48

pero' Marco.. così le vizi le tue piante.. :lol:
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9899
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda sarag » 11/04/2014, 13:49

:lol: :lol: :lol: Marco, ma dove sei riuscito ad isriverle ad un corso di nuoto? :lol:
Ti imiterò quanto prima con i miei due piccoli!!
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda marco » 11/04/2014, 14:06

Angelo lo sai che quì le piante sono viziate :D
Ciao Sara loro sono così se non sono trattate con i guanti non foriscono :lol:
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda nettuno » 11/04/2014, 21:39

molto bene , Marco!
certo che con il tempo che hai ,riesci a coccolarle troppo bene le tue piante :wink:
Quando ti pungi un dito non imprecare ! è la pianta che ti mostra affetto !"Nettuno"
Avatar utente
nettuno
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: 08/11/2010, 23:26
Località: Monzuno 700 s.l.m. (BO)
Coltivo dal: 2007

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda mauro » 18/04/2015, 16:27

Non avevo visto questo corso di nuoto...
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda marco » 18/04/2015, 16:55

Stessa cosa l'altro ieri con le Mammillarie :D
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda Lucifero » 16/05/2015, 19:35

Se io faccio così mi ritrovo con la cassetta piena di inerti :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
Lucifero
 
Messaggi: 430
Iscritto il: 08/06/2013, 20:21
Località: Torino
Coltivo dal: 2008

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda maristella » 16/05/2015, 19:50

:lol: :lol:
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda leo » 16/05/2015, 21:44

Interessante, molto interessante ...mai fatto. Ma quando le metti sott'acqua come che gli inerti non ti galleggiano ? :hmm: Insegnami ad annegare le piante !
Avatar utente
leo
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 15/05/2015, 17:55
Località: Salento
Coltivo dal: 2008

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda marco » 17/05/2015, 8:35

In effetti i dubbi di Daniele e la domanda di Natalie non sono campate per aria,

Innanzitutto tutte le mie piante tranne le Copiapoa, hanno coperture della superfice dei vasi in inerti pesanti che non galleggiano (lapillo) e anche per la copertura dei "Superkabuto" e degli "Onzuka" a cui ho sostituito il lapillo come copertura, perchè sporcava la superfice candida delle piante, ho provato il galleggiamento degli inerti destinati a questo compito.
Dato che la pomice galleggia avevo optato per sassolini grigi ma ho dovuto sostituirli perchè creavano problemi di asciugatura, della superfice.
I sassolini a causa della differenza di temperatura con l'aria (sono sempre più freddi o più caldi ) concentrano su di loro l'umidità della notte e fanno molta fatica ad asciugare restando sempre bagnati in superfice, li ho quindi sostituiti con un'altro materiale del quale ho provato il galleggiamento.
La zeolite non galleggia ed è bianca quindi non sporca di marrone i tricomi di queste piante.
Lo strato di copertura degli Arocarpus invece è akadama dato che ho sostituito tutto il lapillo del substrato con questo materiale e anche l'akadama non galleggia.
Resta il problema delle Copiapoa che non hanno strato di copertura per accelerare il più possibile i tempi di asciugatura ma se i vasi non si immergono repentinamente e il livello dell'acqua non supera il bordo del vaso non ci sarà quasi galleggiamento degli inerti, quindi si potrà versare delicatamente sulle piante l'acqua usata per bagnare molto delicatamente senza creare vortici nel vaso.

Ovviamente quando si usa questo sistema tutti i vasi andranno immersi delicatamente senza spingerli sul fondo repentinamente, qualche inerte tende ad uscire ma saranno pocha cosa e cmq recuperabili tranquillamente con un colino da fare girare nel cassone per tenere sempre pulita l'acqua.
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda Lucifero » 17/05/2015, 13:07

Come sempre Marco i tuoi post sono molto interessanti, incredibile pensare di mettere sotto apnea le piantine.

Quando recupererò gli inerti giusti di sicuro proverò, casomai la prima volta gli metto un salvagente :lol:
Avatar utente
Lucifero
 
Messaggi: 430
Iscritto il: 08/06/2013, 20:21
Località: Torino
Coltivo dal: 2008

Re: Il bagnetto agli Ariocarpus

Messaggioda leo » 17/05/2015, 23:37

Marco grazie per la risposta :anbet: ...tutto è chiaro, non mi resta che provare.
In superficie io metto sempre il lapillo. Non lo metto per il fatto estetico, ma proprio perche non galleggia e non vola via dal vaso. Siccome tengo tutte le piante sulla terrazza il vento non manca mai ...spesso vento molto forte. In più durante la stagione vegetativa le tengo sotto il cielo aperto, quindi ogni volta che piove (non capita spesso) si bagnano ...si beccano anche i temporali. E se non fosse quel lapillo sopra mi ritroverei con la terrazza sempre piena di terra, la pomice che vola ed i vasi senza la composta.
La terrazza nel mio caso è un semplice tetto di casa ...non un balcone.
Avatar utente
leo
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 15/05/2015, 17:55
Località: Salento
Coltivo dal: 2008


Torna a Note di coltivazione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti