Che amarezza anch'io

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

Che amarezza anch'io

Messaggioda Nico » 29/06/2011, 21:39

Per consolare Lina metto anch'io una brutta sorpresa trovata stasera :-(

Una bellissima Stapelia che avevo da tanti anni: proveniva da una minuscola talea buttata da qualcuno del condominio nella vasca del recupero-terra per fiori.

IMG_2581 (Large).jpg

IMG_2585 (Large).jpg

eccola ora ... viste le brutte esperienze avute in passato con il fusarium non ho aspettato un secondo

IMG_7006 (Large).jpg

IMG_7007 (Large).jpg

intanto metterò i pezzi ad asciugare....spero di salvare almeno qualche piantina
Nico

"La distrazione pone l'attenzione su cose meravigliose"


Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
Nico
Moderatore Globale
 
Messaggi: 6083
Iscritto il: 19/04/2010, 8:22
Località: Mestre (VE)
Coltivo dal: 1975

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Erika » 29/06/2011, 21:44

Mi unisco anche io al vostro dispiacere.....ma penso di battervi entrambi......2 settimane fa ho buttato quasi una quindicina di trichocereus, tutti affetti da marciume :cry:
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Nico » 29/06/2011, 21:47

Immagino, ma questa era la mia "unica" stapelia ....me la coccolavo :shock:

Erika..... :P ...cosa mi combini? hai detto che spazio ne avevi
Nico

"La distrazione pone l'attenzione su cose meravigliose"


Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
Nico
Moderatore Globale
 
Messaggi: 6083
Iscritto il: 19/04/2010, 8:22
Località: Mestre (VE)
Coltivo dal: 1975

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Alkyra » 29/06/2011, 21:50

:o Accidenti!! Mi dispiace molto, Nico, era anche pronta a fiorire!Tutta colpa dello strano clima di questa estate! :(
:) Vedo che hai recuperato molti pezzi sani, vedrai che ne verranno fuori tante piantine! :yes:

Erika.....................nooo!!! :cry:
Lina

"Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te...
...e quello che gli altri pensano di te è un problema loro!" (C.Chaplin)
Avatar utente
Alkyra
 
Messaggi: 1123
Iscritto il: 21/04/2010, 22:39
Località: Vicenza

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Francesco49 » 29/06/2011, 21:56

.....alzi la mano chi non ha mai avuto queste brutte sorprese!
Quest'anno ho perso un melocactus che avevo da cinque anni :furious:
FrancescoG
Album
Pagina Web
Avatar utente
Francesco49
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 28/04/2010, 8:36
Località: Pisa

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Nico » 29/06/2011, 21:58

tu quoque Francesco,
....sono piante che conosco poco, secondo te dovrei trattare in qualche modo le talee prima di metterle ad asciugare?
Nico

"La distrazione pone l'attenzione su cose meravigliose"


Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
Nico
Moderatore Globale
 
Messaggi: 6083
Iscritto il: 19/04/2010, 8:22
Località: Mestre (VE)
Coltivo dal: 1975

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Francesco49 » 29/06/2011, 22:15

Nico ha scritto:tu quoque Francesco,
....sono piante che conosco poco, secondo te dovrei trattare in qualche modo le talee prima di metterle ad asciugare?


Avendone così tanti pezzi potresti fare come feci io, quando una mia amica mi dette quasi un chilo di pezzi di Stapelia grandiflora, dopo che le radici si erano infestate di cocciniglia cotonosa, e cioè:

1. una parte farle asciugare all'ombra, in luogo asciutto, per almeno una settimana e poi piantarle innaffiandole poco (!) dopo un'altra settimana
2. una parte metterla in polvere di pomice e aspettare che escano le radici e poi ripiantare le tale radicate
3. il resto regalarlo.....a meno che tu ti voglia mettere a vendere Stapelie! :)

In genere adopero il metodo 2., specialmente se la pianta è colpita da marciume.

Ho notato che nel vaso e fuori si vedono tracce di una pianta che mi sembra acetosella :hmm: e che non sarebbe cresciuta nel vaso se non fosse stato bagnato troppo, per quello che occorre alle Ascle!
Prima di buttare via quello che resta, prova a lasciare il vaso all'asciutto per 20-30 giorni.......non si sa mai :wink:
Ultima modifica di Francesco49 il 29/06/2011, 22:21, modificato 1 volta in totale.
FrancescoG
Album
Pagina Web
Avatar utente
Francesco49
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 28/04/2010, 8:36
Località: Pisa

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Nico » 29/06/2011, 22:20

Grazie :) ...no no, non ho nessuna intenzione di mettermi a vendere stapelie :wink:

....intendevo dire se dovevo nebulizzarle con qualche tipo di fungicida, immagino che quel marciume sia dovuto a un fungo, non le bagnavo da 15 giorni
Nico

"La distrazione pone l'attenzione su cose meravigliose"


Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
Nico
Moderatore Globale
 
Messaggi: 6083
Iscritto il: 19/04/2010, 8:22
Località: Mestre (VE)
Coltivo dal: 1975

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Morena » 29/06/2011, 23:35

È l'angolo delle confessioni?
Vabbè, ho appena gettato uno Stenocactus vaupelianus :-( ... per fortuna ho un sacco di nuove piantine, per cui l'ho già dimenticato :lol:

Peccato per la pianta Nico, era davvero bella, ma hai un sacco di nuove talee da far radicare, qualcuna prenderà di sicuro! :wink:
Avatar utente
Morena
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: 22/05/2010, 15:06
Località: Ancona
Coltivo dal: 2004

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Astromarcus » 01/07/2011, 13:18

Ciao Nico,
anche io sto giusto ora affrontando (l'ennesimo) problema con le Stapelia hirsuta, l'ho trovata invasa di cocciniglia cotonosa.... hanno un particolare affetto per questa pianta.
Svasata tutta, lavata con spazzolino da denti, lucida lucida, ora ad asciugare un po'.
Poi bagnetto di Reldan o altro, e poi ad asciugare. Poi finalmente in terra all'asciutto per una settimana.
Insomma per settembre dovrei aver finito! :)
Sono piante molto resistenti, secondo me non dovresti avere problemi.
Certo i tagli l'hanno un po' abbruttita, ma è talmente veloce a fare articoli e radicare che si sistemerà in poco tempo.

Anche a me spesso gli apici diventano gialli e secchi fino a a metà articolo, poi generalmente si stabilizza e si ferma (e poi viene via anche il secco). Dopo decine di tagli mi sono stufato e l'ho lasciata così.... beh sopravvive... (solo la grandiflora non ce la fa proprio..).

Comunque con tutti i polloni che hai li vedrai quante ne rinascono..!
Avatar utente
Astromarcus
 
Messaggi: 212
Iscritto il: 29/04/2010, 12:42
Località: Lodi
Coltivo dal: 2004

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Nico » 01/07/2011, 14:14

Ciao, la pianta madre è proprio andata, me ne sono accorto subito e per questo non ho aspettato un secondo a tagliare quanto c'era di sano.
Le piante le guardo un po' tutti i giorni, quindi se l'ho trovata in questa fase dev'esser stata proprio una progressione fulminea :shock:
Nico

"La distrazione pone l'attenzione su cose meravigliose"


Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
Nico
Moderatore Globale
 
Messaggi: 6083
Iscritto il: 19/04/2010, 8:22
Località: Mestre (VE)
Coltivo dal: 1975

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda loredana » 01/07/2011, 16:58

quest'oggi arrivo anch'io a me è marcita nel giro che pochi giorni e me ne sono accorta ormai quando non c'era iù nulla da fare una crestata di molti molti anni, non vi sò dire il nome mi sembra della famigia dei gimno, comunque moooolto bella e introvabile, io ho pensato che la causa fosse nella mia poca esperienza ma sentendo anche voi mi consolo, e come dice Appi non ci penso più altrimenti....
Avatar utente
loredana
 
Messaggi: 349
Iscritto il: 26/04/2010, 18:19
Località: venegono superiore

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda annina » 01/07/2011, 17:10

Posso aggiungermi alla lista nera'?
uffi uffi...un gymno mostii e una mammillaria che avevo da tanti anni. :weep: :weep:
SDC11969 (Small).JPG
le radici erano buone
SDC11970 (Small).JPG
ma l'apice era diventato scuro e infatti......
SDC11971 (Small).JPG
qui le rdici erano andate e...
SDC11972 (Small).JPG
tutto da buttare ,,anche ilpiccolino.
Avatar utente
annina
 
Messaggi: 1799
Iscritto il: 24/07/2010, 17:46
Località: Mesagne (BR)
Coltivo dal: 1990

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Diego » 02/07/2011, 16:31

Ciao Annina,
le piante facevano cattivo odore?
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda annina » 02/07/2011, 16:51

Diego non credo..pero' non e' che le abbia annusate da vicino :| ....se avessero dato cattivo odore credo lo avrei sentito.
Avatar utente
annina
 
Messaggi: 1799
Iscritto il: 24/07/2010, 17:46
Località: Mesagne (BR)
Coltivo dal: 1990

Re: Che amarezza anch'io

Messaggioda Diego » 02/07/2011, 21:23

Il disfacimento dei tessuti interni farebbe pensare a una batteriosi.
Prova a trattare con il Serenade, prodotto biologico a base di Bacillus subtilis.
Ciao
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte


Torna a Malattie

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti