Chi ha paura delle..farfalline?

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 02/09/2013, 19:11

Le mie piante,come quelle di molti altri, sono ospitate all'esterno d'estate.Quindi sono esposte a numerosi parassiti,che però riesco a controllare con modici trattamenti insetticidi,o meglio ancora,lasciando che i predatori facciano il loro dovere. Però una categoria che non riesco ad allontanare é quella delle farfalline.Mi riferisco in particolare a quelle affini alle tarme della farina,generalmente notturne e molto prolifiche.Ogni specie ha alimentazione specifica,ma chi mi dice che magari le utime covate,durante il ricovero invernale,non banchettino con le mie piante,come fa la tignola con le rose e i pelargoni,o con i semenzali di piante da orto un altro microlepidottero di cui non ricordo il nome?In questi giorni,mondando gli astrophytum dai fiori appassiti,ho trovato un bruco impupato proprio fra i boccioli,ma non ho notato alcun danno.Infatti magari é solo un mio scrupolo..
Qualcuno ha esperienze in merito da riportare?
Ah,ho notato che a queste bestiacce il confidor fa un baffo,questa primavera ho dovuto ripulire una a una le mie piante di pomodoro,rose al colletto dal fatidico vermetto color crema,nonostante i trattamenti.
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Erika » 02/09/2013, 19:25

Nella mia modesta esperienza di coltivazione, le farfalline non hanno mai fatto alcun danno....siano essere diurne o notturne :shock:
In ogni caso io non le chiamerei bestiacce; ai cactus non procurano alcun danno e sono molto belle a vedersi!
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 02/09/2013, 20:09

Immaginavo non procurassero particolari danni se non in altissime concentrazioni,ma mi riferisco proprio a quei microlepidotteri fitofagi che fanno strage delle piantine da orto appena nate,vedi la mia annotazione sui pomodori.Alcune poi,se ti entrano in casa e trovano la dispensa della pasta..Da me il problema si presenta perché abito quasi in campagna,e ce ne sono milioni!
Ma anche le farfalle normali possono far molto danno!In mancanza di cavoli le cavolaie amano i cotyledon e le kalanchoe,tutte indisintamente,e sai che bei bruconi grassi!Ma quelli mi preoccupano meno,sono grossi e si trovano facilmente,sono gli altri ad essere più infidi.Un esempio è la nottua delle messi,che lavora sottoterra,allo stadio larvale.
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Erika » 02/09/2013, 20:21

Io in campagna ci abito e ti ripeto che le farfalle ed i bruchi, ai miei cactus non hanno mai arrecato danni.
Il discorso magari è diverso per le succulente con le foglie, lì c'è da mangiare :) però sinceramente non mi sono mai preoccupata per un bruco sulle echeverie; levo la/le foglie rovinate e sposto l'ospite altrove.
In ogni caso, per così poco non mi sogno neanche lontanamente di trattare.....l'unica cosa che temo è la cocciniglia ed anche per quella, mi sto orientando verso insetticidi selettivi.
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 02/09/2013, 22:15

Ne avevo sentito parlare,specie per la cocciniglia bruna,che é un po' più difficile da debellare,ma non ho ancora avuto il "piacere" di incontrarla,per fortuna..Solo che alla fine tutti glinsetticidi allontanano anche gli insetti buoni,per non parlare delle api,e allora arrivano le pullulazioni di ragnetto rosso,etc..È andata a finire che anche quest'anno ho trattato solo le nuove arrivate durante la stagione calda,tutte le altre solo in primavera prima di portarle fuori,e farò un trattamento ora,con l'ultima bagnata.La cocciniglia cotonosa l'ho eliminata circa2 anni fa,estirpando una bordura di euonymus piuttosto malandata e sempre infestata:tutto sparito!
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda marco » 03/09/2013, 10:00

E' importante dire che ognuno tratta le piante come meglio crede, ma una valutazione delle infestazioni da parassiti o presunti tali, al di la di convinzioni personali sulla natura è sempre utile farla.

Anche se penso di aver capito di quali farfalline si tratta (quelle che lasciano la melassa sulle piante?) sarebbe sempre meglio mettere un foto se possibile :)
Se si tratta di quelle, la melassa rilasciata a parte appicicare e rovinare esteticamente la pianta, potrebbe attirare altri insetti magari nocivi
Purtroppo chi coltiva piante anche succulente sa che periodicamente sono soggette ad attacchi di parassiti e per prevenirli ci sono solo due modi
1) si lasciano i parassiti
2) si combattono i parassiti con prodotti naturali o chimici, purtroppo non ho ottenuto risultati soddisfacenti con i prodotti naturali anche se li ho usati per anni
Quando si vuole eliminare un'infestazione è necessario usare un prodotto efficace.
Io uso normalmente prodotti chimici purtroppo perchè sono quelli piu efficaci e dico ancora purtroppo.
Le piante succulente non hanno la possibilità di combattere in modo naturale (dato che non fanno parte della flora del posto) le malattie fungine e i parassiti
Il nostro modo di coltivare le aiuta ma non risolve alla radice il problema, perciò se si vogliono avere piante libere da infestazioni bisogna fare qualcosa.
Non è sbagliato usare la chimica per combattere le infestazioni, basta usare molta attenzione su come si usano questi prodotti.
E' importante non disperderli nell'ambiente usarne meno possibile, usarli se c'è ne è la ragione e usare quelli giusti e alle concentrazioni indicate.
Quest'anno ho trattato una sola volta una 15ina di gg fa con Reldan 22 perchè ho trovato alcune coccinifglie anche se ne avrei fatto volentieri a meno ma con soli 90 litri di acqua e senza dispersioni nell'ambiente, ho trattato tutte le mie piante.
Spero di evitare un'altro trattamento prima di ritirarle ma anrdà valutato al momento opportuno :D
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 03/09/2013, 14:49

Epiblema%20incarnatana_copia.jpg_20108210630_Epiblema%20incarnatana_copia.jpg
Riguardo alle farfalline a cui mi riferisco,eccone una.La foto è presa da internet,ma é molto simile a quelle che trovo qui, il colore e il disegno sono molto variabili,comunque questo é il loro aspetto a riposo.Sono lunghe al massimo un cm e mezzo.Per chi ha qualche albero da frutto,queste,o qualche parente stretto,sono le responsabili del "ripieno" di pesche e susine proprio in queste settimane.Mi riferisco alle specie di questa tipologia.
Non sono mai stata una fanatica del "naturale",perché molte sostanze ricavate dalle piante,primo fra tutti il piretro,un bel fiore che possiamo coltivare nel nostro giardino,sono estrememente nocive per le api,soprattutto.Quindi non mi straccio le vesti se devo impiegare un neonicotinoide,a volte.Magari cerco di stare attenta anche a quello che può far molto male a me tipo il mancozeb,che é fortemente cancerogeno,o altri antifungini,tutti nocivi..Il dilemma è uguale a quello di chi fa un po' d'orto:coltivo per produrre grandi quantità,o per avere magari meno,ma più sano e a portata di mano?Negli anni ho capito che ci sono piante più o meno suscettibili,e tento di comportarmi di conseguenza..comunque i feriti non mancano,o gli episodi di pullulazione..Insomma,non é facile trovare compromessi.Ma adesso sto andando ot..
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 03/09/2013, 14:56

Comunque sono molto lieta di osservare che nessuno ha risposto al messaggio così "Cavolo,si,a me é successo di trovare tutte le piante bacate come le mele!" !Era proprio questa la rassicurazione che cercavo! Grazie a tutti!
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Diego » 03/09/2013, 15:13

sarag ha scritto: le farfalle normali possono far molto danno!In mancanza di cavoli le cavolaie amano i cotyledon e le kalanchoe,tutte indisintamente,e sai che bei bruconi grassi!Ma quelli mi preoccupano meno,sono grossi e si trovano facilmente,sono gli altri ad essere più infidi.Un esempio è la nottua delle messi,che lavora sottoterra,allo stadio larvale.
Cavolaie, Nottuidi e altri Lepidotteri a volte capita che attaccano anche Le cactacee.

marco ha scritto:Anche se penso di aver capito di quali farfalline si tratta (quelle che lasciano la melassa sulle piante?) sarebbe sempre meglio mettere un foto se possibile :)

Quoto. Per una sicura diagnosi è sempre opportuno postare la foto..

marco ha scritto:Le piante succulente non hanno la possibilità di combattere in modo naturale (dato che non fanno parte della flora del posto) le malattie fungine e i parassiti
Il nostro modo di coltivare le aiuta ma non risolve alla radice il problema, perciò se si vogliono avere piante libere da infestazioni bisogna fare qualcosa.
Non è sbagliato usare la chimica per combattere le infestazioni, basta usare molta attenzione su come si usano questi prodotti.
E' importante non disperderli nell'ambiente usarne meno possibile, usarli se c'è ne è la ragione e usare quelli giusti e alle concentrazioni indicate.
Quest'anno ho trattato una sola volta una 15ina di gg fa con Reldan 22 perchè ho trovato alcune coccinifglie anche se ne avrei fatto volentieri a meno ma con soli 90 litri di acqua e senza dispersioni nell'ambiente, ho trattato tutte le mie piante.

Affermazione e azione da manuale. :) Importante per i neofiti. :)

sarag ha scritto:Ah,ho notato che a queste bestiacce il confidor fa un baffo,questa primavera ho dovuto ripulire una a una le mie piante di pomodoro,rose al colletto dal fatidico vermetto color crema,nonostante i trattamenti.

Continui ad usarlo dopo tutto quello che è stato scritto e detto sui danni che produce alle popolazioni di api. :shock:
Tieni conto che permane all'interno delle piante e dei loro prodotti piuttosto a lungo e credo che arrivi pure sulle nostre tavole.
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Erika » 03/09/2013, 16:35

sarag ha scritto:Comunque sono molto lieta di osservare che nessuno ha risposto al messaggio così "Cavolo,si,a me é successo di trovare tutte le piante bacate come le mele!" !Era proprio questa la rassicurazione che cercavo! Grazie a tutti!


Bacate come le mele no, però più mangiata di così non si può..... :cry:
IMG_1192.jpg
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 03/09/2013, 20:09

Uè,dove dò l'insetticida poi copro con rete per almeno un mese e mezzo!Questo per le grasse,per i pomodori lo uso solo sui semenzali,giusto per non trovarmi tutte le piantine minate molto prima di poterle trapiantare..Anche perchè,niente api,niente pomodori!
Quello della foto mi ricorda un danno avuto anni fa su lophophore da parte di lumache che avevano voglia di farsi un viaggio,viziose!
All'elenco aggiungerei una ex mammillaria enorme nella quale aveva comodamente svernato una cavalletta,in un inverno nel quale gravi problemi familiari non mi permisero di sorvegliare la collezione..Purtroppo mancano le foto,anche perché ero troppo :furious: per farne..
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Erika » 03/09/2013, 20:37

Con le cavallette non ho problemi, forse non gradiscono la mia serretta :shock:
La sulco è stata mangiata da un coniglio...tra i tanti, uno impazzisce per i cactus.
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 03/09/2013, 23:42

Beh,oltre che buona è anche bellissima,complimenti!Ma ha pollonato dopo questo attacco o era già così grande?
Le cavallette,quelle grosse e marroni,mi danno problemi solo quando smonto l'orto,quando quindi passano dai famosi pomodori alle piante ornamentali.Però devo dire che quest'anno ne ho viste molte meno.In ogni caso sono molto grandi,quindi bisogna proprio avere le fette di salame sugli occhi per portarsele in casa o in serra insieme alle piante!!
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Erika » 04/09/2013, 9:17

No, è mangiata di fresco, pollonerà la prossima primavera :)
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda Diego » 04/09/2013, 19:31

sarag ha scritto:Uè,dove dò l'insetticida poi copro con rete per almeno un mese e mezzo!Questo per le grasse,per i pomodori lo uso solo sui semenzali,giusto per non trovarmi tutte le piantine minate molto prima di poterle trapiantare..Anche perchè,niente api,niente pomodori!

La persistenza del Confidor nella pianta è piuttosto lunga tant'è che viene consigliato un solo intervento, max 2 per anno. Pertanto lo trovi ancora nei pomodori quando li porti in tavola.
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 04/09/2013, 19:54

Miseria!Non sapevo che fosse così tanto persistente,grazie per l'informazione.Mi sa che è meglio che protegga con rete i semenzali AL POSTO di trattarli.. Ma allora cosa si intende esattamente per periodo di carenza?
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda angelo » 04/09/2013, 20:57

se ricordo bene e nel forum dovrebbe esservi traccia, in alcuni studi USA,in un terreno dove era stato usato il p.a. imidacloprid (ad es. confidor) dopo 12 mesi la concentrazione del prodotto era quasi uguale alla quantità iniziale.

Il periodo di carenza(o intervallo di sicurezza) è quel numero minimo di giorni che deve trascorrere tra l'ultimo utilizzo dell'insetticida(o altro fitofarmaco) e la raccolta della frutta, ortaggi etc etc.
Tale periodo indica anche 'intervallo cui il p.a cessa gradualmente la sua azione prima di iniziare un nuovo trattamento se consigliato.

io cmq preferirei una mela anche bucata che una perfettamente integra.Le ragioni sono ovvie.

in alternativa i fito biologici danno + tranquillità alla nostra salute, un po' meno per il... portafogli.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Chi ha paura delle..farfalline?

Messaggioda sarag » 04/09/2013, 22:46

Queste sono bruttissime notizie.Non l'ho mai usato su piante già trapiantate in terra per una mera ragione pecuniaria,e ne sono felice!Credo che ovvierò semplicemente seminando molte più piantine,ce n'é sempre una percentuale che non viene attaccata da nulla,né insetti né funghi.Poi una volta messe a terra il problema non si pone più,se la cavano sempre egregiamente con pochi trattamenti con poltiglia bordolese.
Riguardo alla lotta biologica,qualcuno ha mai provato ad acquistare coccinelle?Se si,com'é andata?
sarag
 
Messaggi: 391
Iscritto il: 26/08/2013, 20:28
Località: Veneto Orientale
Coltivo dal: 1999


Torna a Malattie

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti