E' curabile?

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

E' curabile?

Messaggioda Rone69 » 29/07/2010, 18:33

Ciao a tutti,
oggi mi sono accorto che la mia Orbea halipedicola ha alcune macchie grigio scure quasi nere, temo possa trattarsi di un fungo, ma non so come trattarlo, sempre sia possibile.
Mi dareste un consiglio?
Allegati
IMG_0224.jpg
IMG_0225.jpg
IMG_0227 (2).jpg
IMG_0228.jpg
IMG_0229.jpg
IMG_0231.jpg
IMG_0219.jpg
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: E' curabile?

Messaggioda valy » 29/07/2010, 20:52

Ciao, io non so di preciso cosa sia ma è successo anche a me con un orbea, talea regalatami dalla vicina di casa, non sapendo cosa fare, ignorante in materia, l' ho nebulizzata con un comune fungicida e la talea più grossa non ha più niente, mentre dei due articoletti più piccoli uno l' ho staccato perchè era completamente nero l'altro messo a radicare in pura pomice sta crescendo e moltiplicando....come del resto la talea più grossa.
In ogni caso aspetta i consigli di chi più esperto di me, io ho solo voluto testimoniare che è curabile :)
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: E' curabile?

Messaggioda Rone69 » 29/07/2010, 21:36

Saresti così gentile da indicarmi il pricncipio attivo del prodotto che hai usato?
Grazie
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: E' curabile?

Messaggioda valy » 29/07/2010, 21:53

Certo :) è il Penconazolo :D
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: E' curabile?

Messaggioda Rone69 » 29/07/2010, 23:41

credo proprio di averlo, grazie ancora
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: E' curabile?

Messaggioda angelo » 30/07/2010, 12:12

credo che oltre a intervenire chimicamente, debba ridimensionare le innaffiature.oltre che dalla forte umidità atmosferica, potrebbe dipendere dall'umidità che dimora nelle radici + a lungo.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: E' curabile?

Messaggioda valy » 30/07/2010, 12:48

Ciao Angelo, per quanto riguarda me, credo che la signora che ha la pianta madre la tenga in comune terriccio universale e non so ogni quanto la bagna, :? la mia talea invece l'ho messa in composta adeguata e la bagno ogni 10 giorni circa, a meno che per il gran caldo non la ritrovo dopo una settimana raggrinzita.....pensi che vada bene? :hmm: logicamente per ora da quando ce l'ho non ha più avuto problemi :)
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: E' curabile?

Messaggioda angelo » 30/07/2010, 14:13

ciao Valy, il discorso innaffiature è quanto di + ostico si possa affrontare in questo hobby. terriccio,microclima esposizione, pianta, tipo e quantità di acqua, vasi, etc etc... sono elementi non semplici da amalgamare bene per cui la miglior cura è la prevenzione.Come diceva il buon Lodi: nel dubbio non innaffiare.
nel terriccio anche se di succulente e bene sempre introdurre una certa quantità di inerte compatibilmente con le esigenze della pianta.
spesso si confrontano i nostri terricci con quelli dei vivaisti. Anche se li quasi sempre non vi è ombra di inerti, il confronto è improponibili per una miriade di fattori,non occorre avere la ricetta magica ma solo quella cui si adatta a noi..o correttamente.. meglio si adatta alle nostre piante nel nostro balcone, cortile, serretta o terrazza che sia.
In ogni caso, un buon occhio è omportante,basta osservare le piante per capire di cosa necessitano. spero di......... avermi capito.
per altro domande spostiamoci in coltivazione poichè essendo una sezione specifica altri magari troveranno utile l'argomento.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: E' curabile?

Messaggioda valy » 30/07/2010, 16:27

Sei stato chiarissimo, grazie Angelo :D
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: E' curabile?

Messaggioda mauro » 30/07/2010, 19:01

ciao, mi sembra che siano piante non difficili, nel senso che riescono comunque a convivere con il deperimento di alcuni articoli, e mi pare anche che grossi esperti i materia convivano con alcuni di queti fenomeni... :)
io ho una classica Variegata St., il vaso diventa più grande ma alcune zone sconpaiono sotto i colpi del deperimento, ma la piantasta bene e fiorisce, quindi alterno annaffiature abbondanti a periodi di secca proprio per dare il tempo alla pianta di badare a sè
un pò di chimica solo raramente
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano


Torna a Malattie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite