Gli effetti negativi dell'Imidacloprid e dei Neonicotinoidi

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

Gli effetti negativi dell'Imidacloprid e dei Neonicotinoidi

Messaggioda Diego » 03/07/2019, 15:40

Anni fa segnalai i danni prodotti dai Neonicotinoidi sulle popolaIozioni di api e sconsigliai il loro uso proprio per questo motivo.
Con il tempo mi sono accorto che chi chiedeva aiuto per problemi di ragnetto, spesso aveva utilizzato insetticidi appartenenti a questo gruppo, primi tra tutti Confidor, il cui principio attivo è l'Imidacloprid, e l'Actara, il cui principio attivo è il Thiametoxam, ecc.
Il mio studio sull'argomento è confermato dal lavoro, che pubblico parzialmente con foto, sulla nuova specie di acaro scoperta sulle agavi, e che è già presente in Italia: appartiene al genere Oziella ed è affine all'Aceria aloinis o acaro delle Aloe.
I Neonicotinoidi con gli acari si comportano come il piretro ed i piretroidi di sintesi (Cipermetrina, Deltametrina, ecc.) favorendone la riproduzione, ma anche la distruzione degli insetti utili (api, predatori, parassiti, parassitoidi, ecc.).
Infatti se controllate nella riga che riguarda l'imidacloprid, come sostanza utilizzata per contenere l'acaro Oziella, trovate scritto: possible breeding stimulant, cioè possibile stimolante della riproduzione, naturalmente degli acari.
screenshot_20190703_143804_drive_436.jpg
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Gli effetti negativi dell'Imidacloprid e dei Neonicotino

Messaggioda angelo » 03/07/2019, 19:00

quindi di fatto imidacloprid e company sono controproducenti alla lunga.

e pensare che viene utilizzato con " massaggiante" per tutto!!
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005


Torna a Malattie

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron