Intera collezione a rischio??

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

Intera collezione a rischio??

Messaggioda Rone69 » 15/10/2011, 8:36

Ciao a tutti, avrei molto bisogno dei vostri consigli e forse di molta fortuna.
Colleziono asclepiadaceae come huernia, orbea, stapelia, edithcolea ecc, come tutti gli anni in questo periodo faccio un trattamento contro la cocciniglia, utilizzo da tempo il Thiamethoxam 25% in granuli idrodispersibili, il dosaggio che normalmente utilizzo è 4g x 10 litri, a volte anche un pò meno, ma questa volta nella fretta ho sbagliato completamente la dose (la testa ......) fatto sta che ho spruzzato una dose 5 volte maggiore 2g x 1 litro, aggiungo che le piante sono state innaffiate poche ore prima solo con acqua.
A questo punto cosa posso fare?
Pensate che si possano salvare??
Ho anche pensato di 'lavare' la superfice dei fusti, dove possibile, con dei bastoncini e bambagio in modo da 'diluire' la dose e poi posizionare le piante lavate davanti a un ventilatore per farle asciugare prima possibile allo scopo di evitare marciumi .
In quanto tempo la pianta manifesta i sintomi dell'intossicazione????
Grazie a tutti in anticipo.
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda angelo » 15/10/2011, 9:39

ciao Ronnie,ho guardato la scheda del Thiamethoxam (immagino Actara25WG) ha una pronta azione e viene assorbito immediatamente sia a livello esterno che dalle radici, inoltre neanche la pioggia ad es. caduta sulle piante dopo poche ore dal trattamento riesce a vanificare la sua azione. Non so che dirti a riguardo i sovradosaggi ma se riesci a togliere i granuli non ancora disciolti:fallo subito.
in Actara 25, cmq le dosi(per vite o ornamentali) sono di 20g/hl, quindi 2 g x 10 l, sia che si tratti di cocciniglie che di afidi.

sulla scheda, se ti puo' essere di aiuto, ho trovato questa raccomandazioni per l'uso:
MWSnap124.jpg
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda Rone69 » 15/10/2011, 13:40

grazie Angelo per il tuo interessamento ...
quindi niente 'operazione lavaggio' ............
non c'è nessun granulo residuo,sciolgo attentamente la dose (che preparo con un bilancino di precisione) proprio per evitare dispersioni inappropriate ......
Da un paio di anni l'Actara e i derivati del rame sono gli unici prodotti che utilizzo, il primo lo uso una volta all'anno prima del riposo (4 anni fa le cocciglie mi fecero una strage in inverno) e sono molto attento a non prepararne più del dovuto, purtroppo quest'anno è andata così, sarei curioso di sapere in quanto tempo le piante manifestano i sintomi di intossicazione, sempre che si siano intossicate ........ il bugiardino contenuto nella confezione per le ornamentali indica 4g x 10 litri
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda angelo » 15/10/2011, 15:53

Ho chiesto dei granuli perchè l'uso, normalmente è relativo alla dispersione nel terreno degli stessi che si sciolgono lentamente.
Riguardo alle controindicazioni non saprei dirti.
per le dosi,le ho prese direttamente dal pdf del prodotto.
l'unica posologia di 40g/10l, è per la lotta agli aleurodidi
MWSnap126.jpg

in ogni caso, facendo gli eventuali scongiuri, documenta le varie fasi che dovessero manifestarsi.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda Rone69 » 15/10/2011, 17:28

Grazie, ho fatto due sbagli ........................
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda Diego » 25/10/2011, 17:15

Il principio attivo dell'Actara è un Neonicotinoide come il p.a. del Confidor!!
Alle Api sapete che combinano.
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda Rone69 » 13/11/2011, 16:01

Eccomi qui ad aggiornarvi, dopo quasi un mese dal misfatto:
- non ci sono evidenti segni di intossicazione, i boccioli più puccoli sono andati, forse per l'intossicazione, forse perchè è sopraggiunto l'inverno (poa luce ecc) e qualche marciume (ma le innaffiature ad inizio inverno mi sono sempre state nemiche).
- conosco il problemi creati alle api da questi prodotti, ma avendolo ormai in casa la scelta era fra usarlo sul mio balcone in pieno centro urbano o portarlo all'isola ecologica (dubito che possa essere smaltito in modo innocuo), in ogni caso ho sempre preparato la quantità di prodotto necessario per tratytare le mie piante e non ne ho mai versato nelle fogne o altro .......................... :) tanto che ci siamo se ne avete voglia, suggeritemi una alternativa altrettanto valida e sopratutto inodore .....
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda angelo » 13/11/2011, 23:22

inodore e valida al 100%?
leggi qui
costi a parte, è un'alternativa molto efficace ,a affrettati a trovarla perchè sarà in vendita fino al 31/12/2011.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Intera collezione a rischio??

Messaggioda Rone69 » 14/11/2011, 8:11

Grazie per il suggerimento
Rone69
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 26/05/2010, 13:49
Località: faenza
Coltivo dal: 2007


Torna a Malattie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron