Micoplasmi

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

Micoplasmi

Messaggioda Alkyra » 02/08/2011, 20:04

E' gia' da un po' che riflettevo, sul come presentarvi cio' che sta' succedendo alle mie amate piante , non vi nascondo che mi costa molta fatica e l'emozione mi prende anche ora, mentre scrivo, ma lo faccio comunque, magari questa testimonianza potra' essere d'aiuto a quelli che malauguratamente, si dovessero trovare ad avere a che fare con questo problema, cosi' da poterlo riconoscere.
Attacco da Micoplasmi, sono arrivata a questa conclusione dopo aver letto tutto cio' che sono riuscita a trovare sull'argomento,(non molto a dire il vero), poe fortuna non e' una patologia assai frequente, e doveva toccare proprio a me!
Gia' da un po' di tempo, notavo un' esagerata produzione di lanuggine agli apici, che in un primo momento ho scambiato x naturale crescita delle piante, ma poi ho notato areole senza spine, spine deformi e dei strani polloni, uscire dalle piante, che mi hanno allarmato, qualcosa non andava. Ho pensato subito alla nuova cocciniglia arrivata dalle Canarie, che avevo letto provocava alterazioni e mostruosita' non naturali, .........non le ho trovate, ho avvistato solo un paio di Ragnetti rossi, ma da tutta un'altra parte, su piante sane, e ho subito trattato tutto con insetticida.Conosco bene i danni da Ragnetto,ma vi assicuro che questi, sono tutt'altro.
Togliendo la "lanuggine" ho trovato tutte le nuove parti sbiancate e secche, come lignificate, il tuttosi sfogliava e veniva via con lo stuzzicadenti e cosi', al posto degli apici....tabula rasa.
Vi mostro un po' di foto, cosi' capite meglio:
Immagine 195 [1024x768].jpg
ecco come si presenta la lanuggine
Immagine 258 [1024x768].jpg
idem, queste prime due non ancora ripulite dalla lana
Immagine 233 [1024x768].jpg
qualcuno lo ricordera'
Immagine 207 [1024x768].jpg
l'apice sbiancato e tubercoli senza spine con inizio di deformazione
Immagine 196 [1024x768].jpg
polloni mostruosi
Immagine 201 [1024x768].jpg
idem
Immagine 202 [1024x768].jpg
idem
Immagine 206 [1024x768].jpg
Apice "spianato" arrossato ma duro, senza marciumi
Immagine 190 [1024x768].jpg
idem, il rosso sono le spinette nuove rimaste intrappolate sotto la crosta
Immagine 234 [1024x768].jpg
idem
Lina

"Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te...
...e quello che gli altri pensano di te è un problema loro!" (C.Chaplin)
Avatar utente
Alkyra
 
Messaggi: 1123
Iscritto il: 21/04/2010, 22:39
Località: Vicenza

Re: Micoplasmi

Messaggioda Alkyra » 02/08/2011, 20:22

E ancora...

Immagine 220 [1024x768].jpg
All'inizio
Immagine 221 [1024x768].jpg
Immagine 225 [1024x768].jpg
Polloni normali e polloni strani
Immagine 190 [1024x768].jpg
Croste (Micoplasmi)
Immagine 191 [1024x768].jpg
Immagine 199 [1024x768].jpg
Immagine 202 [1024x768].jpg
Immagine 198 [1024x768].jpg
Immagine 217 [1024x768].jpg

Cito testualmente dal sito di un famoso collezionista:
Micoplasmi: trattasi di organismi procarioti, sprovvisti di un vero e proprio nucleo e privi di parete cellulare ma con membrana elastica cellulare tristratificata deformabile, sono gram-negativi, non hanno flagelli, né producono spore. I micoplasmi non sono nè batteri, nè virus ma una forma intermedia con habitat nel floema delle piante. Questi parassiti producono gravi disordini nel soggetto ospite, da non confondere, però, con la forma crestata che non è originata da una malattia. Interferiscono con l'ormone del metabolismo, stimolando la produzione di una sostanza che promuove la crescita ascellare delle gemme. Poiché la malattia è relativamente benigna, alcuni vivaisti innestano le piante infette su altre, per ottenere la moltiplicazione delle forme mostruose e venderle come curiosità. Si suppone che tutti i cacti ne siano soggetti, in particolare i generi Opuntia, Echinopsis, Gymnocalycium, Cereus. Fino ad oggi i laboratori non sono riusciti ad isolare il microrganismo responsabile delle malformazioni.

Sintomi: deformazione e crescita abnorme; proliferazione dei germogli ascellari e nei pressi dell'apice; polloni molto piccoli e poco sviluppati, ingiallimenti fogliari con allungamento degli internodi, nanismo apicale, rachitismo, virescenza. In presenza di piante infette, non è necessario compiere alcuna azione in quanto la malattia, in genere, non si diffonde spontaneamente. Non fare innesti su questi soggetti a meno che non lo si desideri; sterilizzare con alcool denaturato gli strumenti usati, prima di trattare altre piante. Rendere la serra immune da cicaline, psille, cocciniglie, afidi, mosche bianche, che possono trasmettere la malattia. I micoplasmi sono sensibili al trattamento con acqua calda, (immersione della pianta per 5 ore a 45° C.) e agli antibiotici, quali le Tetracicline e la Streptomicina (vietati in Italia).

Io sono quasi certa che sia il mio caso, e come avrete letto la lotta e' molto improbabile. Non voglio ritrovarmi piena di "mostri", o almeno vorrei arrestare la strage, noto ogni giorno piante colpite.
Tutto cio', per chiedere a voi se qualcuno ha avuto esperienze in merito o puo' comunque aiutarmi con qualche suggerimento.
Grazie
Lina

"Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te...
...e quello che gli altri pensano di te è un problema loro!" (C.Chaplin)
Avatar utente
Alkyra
 
Messaggi: 1123
Iscritto il: 21/04/2010, 22:39
Località: Vicenza

Re: Micoplasmi

Messaggioda Nico » 02/08/2011, 22:21

Ciao Lina, a me sono toccati i nematodi, a te i micoplasmi ...siamo fortunati, potremmo giocare al lotto :)
Mi dispiace per quello che sta succedendo alle tue piante e devo dirti la verità è una patologia che non conoscevo; avevo visto in passato piante deformate a quel modo ma sapevo che era a causa della cocciniglia delle Canarie che anche tu hai citato.
Spero che si faccia vivo Diego o qualche altro esperto di patologie vegetali, sarebbe interessante saperne qualcosa in più, magari capire se esistono anche trattamenti preventivi.
Nico

"La distrazione pone l'attenzione su cose meravigliose"


Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
Nico
Moderatore Globale
 
Messaggi: 6083
Iscritto il: 19/04/2010, 8:22
Località: Mestre (VE)
Coltivo dal: 1975

Re: Micoplasmi

Messaggioda Morena » 03/08/2011, 1:03

Oddio Lina :shock: ... mi fai venire i dubbi... le croste, la lanugine... mmm domani le ripasso in rassegna una ad una :cry:
Grazie per le info :)

PS: ma 'sta cocciniglia delle Canarie com'è? :?
Avatar utente
Morena
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: 22/05/2010, 15:06
Località: Ancona
Coltivo dal: 2004

Re: Micoplasmi

Messaggioda Diego » 03/08/2011, 15:52

Potrebbe trattarsi di micoplasmi, ma ...
Alkyra ha scritto:Si suppone che tutti i cacti ne siano soggetti, in particolare i generi Opuntia, Echinopsis, Gymnocalycium, Cereus. Fino ad oggi i laboratori non sono riusciti ad isolare il microrganismo responsabile delle malformazioni.
Grazie

... rende anche dubbia la loro presenza che infatti "si suppone".

Alkyra ha scritto:Questi parassiti producono gravi disordini nel soggetto ospite, da non confondere, però, con la forma crestata che non è originata da una malattia. Interferiscono con l'ormone del metabolismo, stimolando la produzione di una sostanza che promuove la crescita ascellare delle gemme. Poiché la malattia è relativamente benigna, alcuni vivaisti innestano le piante infette su altre, per ottenere la moltiplicazione delle forme mostruose e venderle come curiosità.

Cioè: è probabile che esemplari infestati ce li abbiamo tutti nelle nostre collezioni.

Alkyra ha scritto:Tutto cio', per chiedere a voi se qualcuno ha avuto esperienze in merito o puo' comunque aiutarmi con qualche suggerimento.


Nico ha scritto: sarebbe interessante saperne qualcosa in più, magari capire se esistono anche trattamenti preventivi.

Negli ultimi anni c'è stato un gran proliferare di piante + o - mostruose prodotte anche in modo artificiale (vedi Benzilaminopurina: http://forum.cactus-co.com/viewtopic.ph ... na#p179116 ).
La prevenzione è difficile da attuare, poichè la somministrazione di antibiotici, anche diversi rispetto a quelli riportati da Alkyra, potrebbe avvenire solo con l'Endoterapia, cioè utilizzando un'apparecchiatura che inietta il farmaco direttamente nella pianta. A tale scopo c'è in vendita questo apparecchio:
http://www.semilandia.it/product_info.p ... cts_id=996
Per me rimane una patologia benigna che può essere prevenuta (per i puristi) mediante l'eliminazione di eventuali vettori come "cicaline, psille, cocciniglie, afidi, mosche bianche, che possono trasmettere la malattia", ma che se si manifesta non è poi un male assoluto.
Morena ha scritto:PS: ma 'sta cocciniglia delle Canarie com'è? :?

Il suo nome è Hypogeococcus pungens, qui c'è un articolo in cui la puoi ammirare:
http://edis.ifas.ufl.edu/in827
Ciao
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Micoplasmi

Messaggioda Morena » 03/08/2011, 16:04

Diego ha scritto:Il suo nome è Hypogeococcus pungens, qui c'è un articolo in cui la puoi ammirare:
http://edis.ifas.ufl.edu/in827
Ciao


Grazie... bellina :cry:
Questo ceppo è stato scoperto da poco, quindi? che stress! :?
Avatar utente
Morena
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: 22/05/2010, 15:06
Località: Ancona
Coltivo dal: 2004

Re: Micoplasmi

Messaggioda Alkyra » 03/08/2011, 17:29

Diego ha scritto: ma che se si manifesta non è poi un male assoluto.

Quindi tu non escludi che posa essere questo tipo di patologia? Documentandomi avevo gia' capito che non fosse una cosa mortale, il fatto e' che non mi andava che si deturpassero tutte le mie piante.
Con tutto il rispetto x quelli che coltivano mostruose e crestate, a me personalmente non mi hanno mai incuriosita piu' di tanto. Diego, allora tu mi consigli di eliminare il piu' possibile gli eventuali insetti vettori, ho gia' trattato contro il Ragnetto rosso, ma come potrei ottenere una buona copertura x tutti gli altri insetti? Le mie piante sono all'aperto, quindi in balia di eventuali ospiti.
Un'altra cosa che mi chiedevo era se questi Micoplasmi avessero un ciclo vitale, cioe', una volta manifestata questa "virescenza" l' infettivita' restava per sempre o dopo un certo periodo diventano inattivi?
:o Mamma mia quanto costa la "siringa"! ..............e poi io non avrei mai il coraggio di pungere le mie piccole! :-(
E se invece non sono loro i colpevoli, cos'altro potrebbe ridurre gli apici in quel modo?

Grazie Diego.

Nico ha scritto:Ciao Lina, a me sono toccati i nematodi, a te i micoplasmi ...
..........Mi sa' che era meglio quando le piante erano poche, adesso non ci dormo la notte! :-(
Lina

"Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te...
...e quello che gli altri pensano di te è un problema loro!" (C.Chaplin)
Avatar utente
Alkyra
 
Messaggi: 1123
Iscritto il: 21/04/2010, 22:39
Località: Vicenza

Re: Micoplasmi

Messaggioda Diego » 03/08/2011, 17:59

Alkyra ha scritto:Diego, allora tu mi consigli di eliminare il piu' possibile gli eventuali insetti vettori, ho gia' trattato contro il Ragnetto rosso, ma come potrei ottenere una buona copertura x tutti gli altri insetti? Le mie piante sono all'aperto, quindi in balia di eventuali ospiti.
Un'altra cosa che mi chiedevo era se questi Micoplasmi avessero un ciclo vitale, cioe', una volta manifestata questa "virescenza" l' infettivita' restava per sempre o dopo un certo periodo diventano inattivi?
:o Mamma mia quanto costa la "siringa"! ..............e poi io non avrei mai il coraggio di pungere le mie piccole! :-(
E se invece non sono loro i colpevoli, cos'altro potrebbe ridurre gli apici in quel modo?

Alkyra ha scritto:........Mi sa' che era meglio quando le piante erano poche, adesso non ci dormo la notte! :-(
:hmm: :roll: :roll: :roll:
Mi sa che stai diventando un :roll: poco :lol: ipocondriaca. :lol: :lol: :lol: :lol:
Il ragnetto, almeno allo stato attuale, non sembra trasmetta altre malattie oltre a quella da esso prodotta.
Anche i fitormoni possono produrre questi sintomi, vedi l'indirizzo che ho linkato e che riguarda la Benzilaminopurina, probabilmente implicata nella creazione di numerose piante mostruose e/o crestate.
Ciao e dormi sonni tranquilli
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: Micoplasmi

Messaggioda Alkyra » 03/08/2011, 18:09

Diego ha scritto:Mi sa che stai diventando un poco ipocondriaca.

:oops: Poco ma sicuro! :D
Diego, ho trattato x il Ragnetto perche' ce l'avevo su alcune piante! 8)
Diego ha scritto:Anche i fitormoni possono produrre questi sintomi

Ma in che modo possono essere arrivati alle piante? Non le ho comprate da poco alcune sono con me da piu' di dieci anni e non ho mai somministrato nulla.
:? Lascio fare alla natura e incrocio le dita affinche' "la peste" si arresti da sola?
Lina

"Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te...
...e quello che gli altri pensano di te è un problema loro!" (C.Chaplin)
Avatar utente
Alkyra
 
Messaggi: 1123
Iscritto il: 21/04/2010, 22:39
Località: Vicenza


Torna a Malattie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron