Sconosciuta autoimplosa

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 19:05

Questa poverina (forse un gymno? :oops: ) è finita nel giro delle svasate :oops: , nessuna bestiaccia nelle sue radici, ma non mi convince molto :hmm:
"Per non saper nè leggere nè scrivere" io l'ho lavata e messa ad asciugare... ma secondo voi sta bene? :cry: Ame pare di no :shock:
P1000954 (Medium).JPG
P1000955 (Medium).JPG
P1000956 (Medium).JPG
P1000957 (Medium).JPG
P1000958 (Medium).JPG
P1000959 (Medium).JPG
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda annamaria » 10/10/2011, 19:22

Pare un gymnocalycium anche a me. Non saprei dirti se sta bene, il colore rossiccio forse dipende dal sole, alcuni dei miei sono diventati così, poi d' inverno tornano verdi. Mi dispiace, ma di più non so dirti...
Avatar utente
annamaria
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/04/2010, 12:00
Località: Genova
Coltivo dal: 1990

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 19:33

Grazie Annamaria, almeno uno forse non è spacciato :)
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda ange » 10/10/2011, 19:35

Dalle foto non sembrerebbe in cattive condiazioni, anche l'apparato radicale sembra ben sviluppato.
Il colore rossiccio è dovuto probabilmente al sole, la tieni a mezz'ombra?
Usa una composta minerale con poco terriccio, ogni quanto la concimi?
Vedrai che si riprenderà.
Ciao.
Enzo
"è meglio tacere e sembrare stupidi, che aprire bocca e togliere ogni dubbio" (M. Twain)
Avatar utente
ange
 
Messaggi: 408
Iscritto il: 20/05/2010, 14:54
Località: Zena
Coltivo dal: 1985

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 19:48

Concimare? :oops: Quando mi sono iscritta al mio primo forum, tutti a dire "si vede subito che è pompata" :furious: , così mi è rimasto il trauma e concimerò una volta ogni 2 anni forse... :oops: . E rigorosamente composta molto minerale, come tutte le cactacee. Poi questa estate non le ho neanche annaffiate tanto :oops: ... tutti a dire "nel dubbio non bagnare" :furious: , e se ben ti ricordi alle prime armi le affogavo tutte :whistle: . La tengo esposta a sud/ovest, come tutte le altre perchè ho un unico balcone con quella esposizione. Ancora non ho avuto modo di capire bene come posizionarle al meglio, però lei/lui stà più a sud che a ovest :-(
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda lampughi » 10/10/2011, 20:17

un mio parere da prendere comunque con le pinze ma mi sembra un pò troppo asciutto per il periodo in quanto da adesso non dovrebbe vedere più acqua fino a primavera è quindi subire un ulteriore riduzione.
Invece una situazione simile a fine inverno sarebbe stata più normale.
Dalle foto mi sembra di vedere delle macchie bianche non è che c'è stato un attaco di cocciniglia sotto il colletto e quindi non visibile che ha generato il disidratammento della pianta?
Vedo che comunque sta generando un pollone che non mi sembra disidratato anche se ancora minuscolo.
Speriamo bene
Avatar utente
lampughi
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 27/03/2011, 11:32
Località: Ascoli Piceno - Roma
Coltivo dal: 2000

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 20:46

E' possibile che sia disidratato lo ammetto, :oops: per la cocciniglia... non c'èra niente, ma a volte sono così piccole..., il polloncino l'ho lasciato attaccato perchè è davvero minuscolo, ma ne aveva un altro un pò più rotondetto che, temendo di perdere la pianta madre, ho separato e rinvasato. Farò al più presto una foto per mostrarvelo :)
Comunque ormai quando rinvaso niente più acqua, e speriamo non sia niente di grave :-(
Grazie a tutti :)
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda gustav » 10/10/2011, 21:09

In effetti sembrerebbe soltanto un po' spompo. Ora però è tardi per farlo bere. Vedrai che al termine dell'inverno si riprenderà senza problemi, magari incominciando con leggere nebulizzazioni per poi procedere con bagnature più copiose. Sono piante sorprendenti. Non temere e dagli fiducia. :)
gustav
 
Messaggi: 717
Iscritto il: 09/05/2011, 13:55
Località: Lodi
Coltivo dal: 1990

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 21:16

Sarà fatto :D , adesso aspetto che si asciughi per benino, che mi mancano giusto gli attacchi funginei, e appena il caldo sole di primavera lo riscalderà sarà nebulizzato.
Grazie a tutti per le belle notizie :D
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda angelo » 10/10/2011, 21:18

ha avuto problemi di assorbimenti idrico dovuto alle cocciniglie che nella prima foto, sembrano intravedersi.Uqando attaccati, queste piante come anche altre reagiscono bloccandosi.se puoi, irrora ele radici con un atticoccidico e dopo essersi asciugato rinvasa e aspetta la primavera, pero' nelle belle giornate puoi nebulizzare.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 21:41

Grazie mille
Una cosa che non ho ancora capito è se posso spruzzare il reldan 22 sulle radici... non le brucia? :-(
E se si posso farlo anche su tutte le altre piante che ho postato in malattie oggi? :cry:
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda Lillo » 10/10/2011, 21:58

Ciao Chiara, anche secondo me è fortemente disidratato (è un G. horstii ed è una delle specie di Gymnocalycium che più gradiscono l'acqua, quando le temperature lo permettono il mio lo innaffio anche durante l'inverno) probabilmente per un attacco di cocciniglia. Quindi seguirei i consigli che già ti sono stati dati :yes:
Il Reldan puoi tranquillamente darlo anche alle radici. Quello che potrebbe bruciarle o cmq dare qualche problema (se in dosi eccessive) è l'olio minerale.
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 10/10/2011, 22:17

Povero Horstii :-( attaccato dalla malefica cocciniglia e lasciato a steccheto da me :-( . Sono proprio una pessima mamma :-( .
Lo tratto quanto prima e se fa ancora calduccio lo spruzzo un pò :)
Grazie mille Lillo :)
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda maristella » 14/10/2011, 7:17

Beh, io butto lì la mia esperienza..............condivido Lillo, l'horstii ha sete, anche in inverno, e dato che anch'io ho vissuto l'ansia del non bagnarle troppo, ho spesso rischiato di perdere qualcosa per il contrario, in un momento così delicato, che segna il passaggio all'inverno e quindi al riposo! Ora le miei cicce stanno meglio da quando ho imparato ad osservarle a capirle ed in alcuni casi ad osare.........o la va o la spacca! :cry: Dunque l'anno scorso mi sono trovata nella tua stessa situazione con un horstii proprio in questo periodo, e mi sono lancita..........svasato e pulito bene, arieggiato per una settimana, rinvasato e dopo 5 giorni l'ho portato in casa, l'ho piazzato col vaso in una bacinella con l'acqua e l'ho lasciato lì 24 ore.............. :shock: :shock: :shock: poi sgocciolato per bene e sempre in casa ho atteso che la composta si asciugasse (molto minerale, non ci mette tanto!!!) e poi l'ho spostato in serra fredda.......... :o beh....si è reidratato ed ha passato splendidamente l'inverno..............se ti va di provare......... :) :)
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 14/10/2011, 9:55

Si Mary, mi va di provare :) , è proprio secchino poveretto, adesso è ancora in asciugarura e poi provvederò secondo le tue istruzioni :) Grazie mille :kiss:
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda Renzo » 14/10/2011, 11:54

i Gymnocalycium, di per se, amano la mezz'ombra e un terriccio leggermente più ricco degli altri cactus. Inoltre, come ti hanno già detto in molti, a loro piace bere...
Anche io ero scettico vedendo le fotografie, perché ho notato queste macchie di bianco vicino al colletto. In compenso mi sembra che l'apparato radicale sia in buone condizioni, perciò sono convinto che questa pianta la recuperi totalmente...secondo me puoi lavare le radici sotto un bel getto di acqua, poi lasci asciugare per una settimana la pianta e quindi la rinvasi in una composta leggermente più ricca di quelle che usi normalmente, quindi fai riposare ancora la pianta per un mesetto prima di bagnarla, tanto oramai vanno a riposo... Nel frattempo lei dovrebbe fermarsi e non procedere oltre con la crescita. Poi magari la puoi risvegliare una quindicina di giorni prima delle altre, tirandola in casa e cominciando a nebulizzare...dovrebbe apprezzare immediatamente.
Avatar utente
Renzo
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 12/07/2011, 22:53
Località: Trento
Coltivo dal: 1997

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda marinaia63 » 14/10/2011, 12:48

:oops: :oops: :oops:
Chiaretta.....non mi picchiare...prometto.....vengo uno di questi giorni.......e vediamo assieme la situazione... :lol: :lol:
Avatar utente
marinaia63
 
Messaggi: 1821
Iscritto il: 21/04/2010, 19:26
Località: genova

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda thefrogger » 14/10/2011, 15:26

eccoti il mio parere:

stessa cosa è successa a un mio Gymnocalycium, pensavo fosse spacciato, l'ho lasciato divelto dal terriccio per due tre giorni. pensavo che non avesse nessuna speranza.
poi, ho deciso di ri-interrarla. l'ho lasciata qualche giorno senza acqua e poi per re-idratarla ho innaffiato. nel giro di qualche settimana se non è esplosa da quando si era gonfiata è stato un pelo.

mi ha ripagato con una fioritura quest'anno durata tutta estate! :D

avevo postato qualcosa riferito al mio caso, ma non trovo più il post accidenti, ti avrei fatto vedere le condizioni del mio.

comunque oserei dire che ha ancora grandi prospettive di vita! :D

ciao
Avatar utente
thefrogger
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 14/02/2011, 14:46
Località: brescia
Coltivo dal: 2008

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda ange » 14/10/2011, 16:57

Vai tranquilla, Chiara, vedrai che si riprenderà alla grande, non è malato :D
ha solo bisogno di qualche flebo idratante! :lol:
Se poi arriverà il pronto soccorso (Patty) si sistemerà tutto
in men che non si dica!!!!!!! :P
Ciao.
Enzo
"è meglio tacere e sembrare stupidi, che aprire bocca e togliere ogni dubbio" (M. Twain)
Avatar utente
ange
 
Messaggi: 408
Iscritto il: 20/05/2010, 14:54
Località: Zena
Coltivo dal: 1985

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 14/10/2011, 17:36

Ragazzi grazie a tutti :D farò tesoro delle vostre esperienze, nel frattempo è arrivata la dottoressa Patty ed è intervenuta direttamente sul gymno... sapete sono la sua passione non sopportava vederlo cosi :lol: :lol: :lol: . Spero di poter aggiornare il post con buone notizie. :D
Grazie ancora :kiss:
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda ange » 14/10/2011, 19:14

Spero che la dott.ssa Patty si sia tenuta bassa con la parcella! :lol:
Te l'ha fatta la ricevuta? :razz2:
Enzo
"è meglio tacere e sembrare stupidi, che aprire bocca e togliere ogni dubbio" (M. Twain)
Avatar utente
ange
 
Messaggi: 408
Iscritto il: 20/05/2010, 14:54
Località: Zena
Coltivo dal: 1985

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda marinaia63 » 15/10/2011, 10:01

ange ha scritto:Spero che la dott.ssa Patty si sia tenuta bassa con la parcella! :lol:
Te l'ha fatta la ricevuta? :razz2:

:razz2: :razz2: ...eppure lo sai che queste cose le faccio gratis.... :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
marinaia63
 
Messaggi: 1821
Iscritto il: 21/04/2010, 19:26
Località: genova

Re: Sconosciuta autoimplosa

Messaggioda calimera » 15/10/2011, 16:08

Ma quale parcella? Mi ha pure portato i cioccolatini :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Grazie ancora Patty :kiss:
Avatar utente
calimera
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 23/07/2010, 15:26
Località: genova
Coltivo dal: 2010


Torna a Malattie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron