un disastro

Per chi cerca consigli sui problemi legati alle patologie delle nostre piante

un disastro

Messaggioda alleathos » 06/03/2015, 16:04

Le mie piante durante l'inverno sono gelosamente custodite in cantina. Come tutti gli anni anche quest'anno il 90% delle piante è stata spostata dal balcone alla cantina e solo un 10% è rimasta con me.
Ieri pomeriggio sono passata dalla cantina e con sommo dolore ho notato che le mie piante... in parte non c'erano più e in parte divorate!!!
Scusatemi ma è da ieri che piango e sono sconvolta perchè mai mi era successo una cosa simile...
Epithelanta, ario, mammillarie bianche, la mia amata bloss, strombo, sulco... una strage....
Ve ne mostro alcune, solo per farvi un'idea, e sono tra quelle poche che cercherò di salvare...
Forse qualcuno sarà in grado di dirmi cosa è successo, anche se il mio cuore è in pezzi ed io sono tristissima...

007 (Copia).JPG
026 (Copia).JPG
095 (Copia).JPG
096 (Copia).JPG
110 (Copia).JPG
113 (Copia).JPG
133 (Copia).JPG
118 (Copia).JPG
questo è lo sconfortante panorama che ho trovato, ne mostro una per tutte...
se qualcuno vuole indovinare chi è... ormai le riconosco solo dal cartellino....
Avatar utente
alleathos
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 30/07/2010, 16:41
Località: Bologna
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda marco » 06/03/2015, 16:19

Ale mi spiace da matti :o
Allora: li il problema è stato che qualcuno ha pasteggiato con le tue piante.
Probabilmente il passaggio di una Cavalleta che si era rintanata al caldo per passare l'inverno ed ora si è svegliata affamata oppure un topolino affamato pure lui.
Non farti prendere dallo sconforto, per rimediare disinfetta tutte le parti brucate con un rameico disciolto non in acqua ma in alcool denaturato il piu in fretta possibile.
Le piante col tempo si riprenderanno e magari diventeranno splendide pollonate e mostruose :mrgreen:

Vai veloce però a disinfettare :wink:
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8451
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: un disastro

Messaggioda Lucifero » 06/03/2015, 18:04

Mi dispiace, certo che le ha assaggiate proprio tutte!!

Io ho smesso di tenerle in cantina per quel motivo.
Avatar utente
Lucifero
 
Messaggi: 430
Iscritto il: 08/06/2013, 20:21
Località: Torino
Coltivo dal: 2008

Re: un disastro

Messaggioda maristella » 06/03/2015, 18:18

Daniele, Alessandra ha messo quelle che stanno meglio, molte non sono più recuperabili....... :cry: veramente un disastro!! :cry:
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: un disastro

Messaggioda Lucifero » 06/03/2015, 18:24

Eh si! Dai Alessandra fatti forza! Le piantine sono forti e di riprenderanno! :)
Avatar utente
Lucifero
 
Messaggi: 430
Iscritto il: 08/06/2013, 20:21
Località: Torino
Coltivo dal: 2008

Re: un disastro

Messaggioda angelo » 06/03/2015, 18:35

A quanto pare , chiunque sia stato ha fatto dei gran danni Mi spiace Ale,una volta successe anche a me seppur con poche piante.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda nettuno » 06/03/2015, 18:58

ciao Ale , mi dispiace molto !sò a quanto tieni alle tue piante e capisco il tuo dolore , un abbraccio !
Quando ti pungi un dito non imprecare ! è la pianta che ti mostra affetto !"Nettuno"
Avatar utente
nettuno
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: 08/11/2010, 23:26
Località: Monzuno 700 s.l.m. (BO)
Coltivo dal: 2007

Re: un disastro

Messaggioda alleathos » 06/03/2015, 20:11

Un grazie e un abbraccio a tutti...
Marco questo week agisco...
Avatar utente
alleathos
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 30/07/2010, 16:41
Località: Bologna
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda susi » 06/03/2015, 23:52

Quanto mi dispiace per te Alessandra, spero che sarà possibile salvare almeno quelle che non sono marcite. L'hanno scorso ho fatto una strage su due delle mie Mammillaria che hanno cominciato a marcire, tanto che tutti pensavano che non ce le avrebbero fatto. Ma hanno sopravvissuta e un anno dopo stanno mettendo dei fiori in abbondanza. Dai, non ti arrendi subito. Metti sul forum una lista di quelle di cui non c'è speranza e sono sicuro che qualcuno ti aiutaraì fra noi per rifare la tua collezione.

Susi
Avatar utente
susi
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 28/03/2012, 22:59
Località: entroterra Imperia Italy
Coltivo dal: 2011

Re: un disastro

Messaggioda Diego » 07/03/2015, 16:32

La causa di quello che è successo è da attribuire ai topi: tratta subito con le esche, altrimenti rischi di perdere altri esemplari.
Ciao
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: un disastro

Messaggioda mauro » 08/03/2015, 18:38

ciao mi unisco al dispiacere...però ha ragione marco...quelle che si salvano..emetteranno diverse ricrescite interessanti..devi solo pensarci e troverai lo spunto
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: un disastro

Messaggioda alleathos » 08/03/2015, 20:08

Grazie a tutti della solidarietà e della vicinanza...
Come alcuni di voi aveva previsto le incursioni della bestiaccia continuano...
Una parte delle piante sono state spostate ma un'altra è ancora in cantina e anche oggi si contano i danni, due ieri e quattro oggi, una famatimensis grande praticamente decapitata e tre sulco una rauschii, un'augustinii che ci è avanzato ben poco e una mai identificata e siccome è grande quattro polloni sono andati :weep: :weep: anche loro trattate come indicato da Marco...
...e così per non sapere nè leggere nè scrivere ho messo alcune esche per topi anche se non ho trovato tracce di un eventuale passaggio di quest'animale...
Avatar utente
alleathos
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 30/07/2010, 16:41
Località: Bologna
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda Diego » 10/03/2015, 20:55

Come è finita?
Le esche le hai piazzate nei posti indicati nelle istruzioni? Come lungo le pareti o sotto degli oggetti.
Nelle vicinanze delle piante puoi inserire anche delle piastrelle collate.
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: un disastro

Messaggioda paolotrp » 10/03/2015, 21:03

ciao Alessandra ho visto adesso il post mi dispiace tantissimo la stessa cosa mi e successo a me 3 anni fa con le semine non so quanti me ne hanno mangiato pero dopo ho mangiato io a loro . metti le piastrelle con la colla e quei bocconcini blu ma non toccarli con le mani altrimenti sentono il tuo odore e non li mangiano usa un guanto . un forte abbraccio salva il salvabile
paolo
Avatar utente
paolotrp
 
Messaggi: 1747
Iscritto il: 02/05/2010, 0:34
Località: quinzano d'oglio (BS)
Coltivo dal: 1999

Re: un disastro

Messaggioda maristella » 11/03/2015, 10:34

Alle, agisci e sposta su tutto......... :-( dai si salva il salvabile e si ricompone tutto.....ci pensiamo noi!! :wink: :wink:
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: un disastro

Messaggioda alleathos » 11/03/2015, 19:54

Ecco gli aggiornamenti... nulla, non è successo nulla.
Dell'animale nessuna traccia nemmeno del passaggio sulle piante.
E' vero che ormai di piante nude o con spine accessibili ne sono rimaste poche e quelle che ho lasciato in cantina le ho sistemate provvisoriamente dentro una scatola di plastica trasparente con il coperchio...
non è il massimo ma spero ancora per poco. attendo che che le temperature notturne si alzino un pò...
Nel frattempo controllo giorno per giorno perchè proprio questa situazione non mi va e spero di arrivarne a capo e risolvere definitivamente!!!
Avatar utente
alleathos
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 30/07/2010, 16:41
Località: Bologna
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda Diego » 12/03/2015, 17:54

La situazione la risolverai, però la prossima volta ripara le piante dietro una robusta struttura di rete elettrosaldata da 1cm di Ø come questa che magari puoi utilizzare per rivestire uno scaffale.

Anni fa ho perso un'intera collezione di Turbinicarpus a causa di un ratto che saliva lungo gli spigoli dei muri fino al 2° piano e non lasciava alcuna traccia tranne le piante divorate e quelle che estirpava e conservava in una 'dispensa' collocata nello spazio compreso tra 2 vasi.
Qui in Sicilia gli attacchi avvengono durante i periodi di siccità poichè, secondo me, sono attratti dall'acqua contenuta nei tessuti delle cactacee. Negli ultimi anni ho perso qualche Astrophytum e mi è capitato il caso di un grosso ratto che sfuggiva il veleno e che poi ho catturato con una piastrella collata, dopo aver studiato bene il percorso che faceva attraverso l'utilizzo di borotalco sui bancali.
Per la loro cattura e/o per 'alimentarli' con le esche è importante
1- non toccare con le mani queste ultime,
2- piazzare le piastrelle collate e le esche lungo i battiscopa e sotto oggetti che possono permettere loro di alimentarsi tranquillamente oppure puoi utilizzare appositi contenitori di sicurezza (per le esche).
Qui trovi utili consigli.
Questo è il dispenser.
Ciao
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: un disastro

Messaggioda angelo » 12/03/2015, 18:51

Diego, interessanti i link.spero di non averne bisogno ma nel caso saprò cosa utilizzare :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9911
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda alleathos » 12/03/2015, 20:07

Concordo con Angelo, tutte informazioni interessantissime e per una come me, che quasi ignoravo il problema, davvero istruttive.
Grazie Diego :)
Per la rete protettiva ho il tempo di organizzarmi per il prossimo inverno e sicuramente lo farò perchè gli spazi/strutture in cantina dedicati alle piante sono ben definite.
Questo fine settimana con la dovuta calma riposiziono le esche e le piastrelle, forse ero troppo agitata e coinvolta emotivamente che probabilmente ho sbagliato qualcosa.
Ho pensato primariamente a salvare il salvabile, a pulire e a portare le piante, quelle papabili e per il posto consentito, in balcone.
Quello che più mi destabilizza è che quasi tutte le piante colpite erano all'interno di una serretta "chiusa" con la plastica quelle esterne che erano su mensole o su scale che contengono vasi non sono state quasi per nulla toccate...
Pensando a questo ho messo le esche vicino alla serra ma forse ho sbagliato...
Ancora grazie a tutti
Avatar utente
alleathos
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 30/07/2010, 16:41
Località: Bologna
Coltivo dal: 2005

Re: un disastro

Messaggioda Diego » 12/03/2015, 22:27

alleathos ha scritto:Quello che più mi destabilizza è che quasi tutte le piante colpite erano all'interno di una serretta "chiusa" con la plastica quelle esterne che erano su mensole o su scale che contengono vasi non sono state quasi per nulla toccate...

Le piante si trovavano sotto un oggetto e i topi così si sentono protetti e possono mangiare tranquillamente.
Infatti avevo scritto:
Diego ha scritto:Le esche le hai piazzate nei posti indicati nelle istruzioni? Come lungo le pareti o sotto degli oggetti.

Controllando il link che ho postato per il dispenser mi esce il sito con tutti gli oggetti: il dispenser è questo.
Ciao
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: un disastro

Messaggioda Diego » 13/03/2015, 15:55

Angelo perchè le foto non le passi in Malattie in mostra?
è bello condividere un Hobby con gli amici
Avatar utente
Diego
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 19/04/2010, 13:36
Località: Realmonte

Re: un disastro

Messaggioda alleathos » 13/03/2015, 20:12

Diego ha scritto:Le piante si trovavano sotto un oggetto e i topi così si sentono protetti e possono mangiare tranquillamente.


Avevo effettivamente pensato alle piastrelle...
In tutti questi anni non ho mai pensato che potesse essere una "casa" dove mangiare e tornare più volte con tranquillità, infatti le piante particolari o delicate le ho sempre tenute in serretta.
E qui sta tutta la mia ignoranza in materia... :-( :-( :-(

Penso che si potrebbe dare evidenza, oltre che alle malattie, agli "animali pericolosi" :evil: sarebbe utile per le persone che come me non avendo un giardino o uno spazio aperto inquadrano i problemi diversamente; io lotto annualmente con le cimici che invadono il mio balcone ma mai avrei pensato di diventare una cacciatrice di topi...
e soprattutto di perdere le piante così...
Avatar utente
alleathos
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 30/07/2010, 16:41
Località: Bologna
Coltivo dal: 2005


Torna a Malattie

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti