Prima semina in germinatoio

Condividi qui le tue esperienze di propagazione quali semina, talee, etc

Re: Prima semina in germinatoio

Messaggioda angelo » 02/12/2015, 16:54

nella semina succede a volte che alcune plantule non sviluppino la clorofilla necessaria al proprio fabbisogno evidenziando un colore più chiaro, quasi giallo o bianco, quando ne sono sprovviste.
Se ti riferisci alla prima foto, la plantula al centro questa puo' essere una possibilità quanto cmq una illuminazione insufficiente come ad es. il capricorne x caprisenilis.
9 mesi cmq senza alcun apporto di concime avrà influito un po' sullo sviluppo.

Che esposizione gli hai dato fin'ora?
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Prima semina in germinatoio

Messaggioda Omis » 03/12/2015, 19:06

Ciao Angelo, le semine si trovano adesso in germinatoio con 13 ore di luce, le temperature vanno da 15° C a led spenti a massimo 28°C con led accesi e ventola spenta, se si attiva la ventola siamo sui 25 - 26°C. Per ora le concimate 3 volte, una prima volta a maggio, poi a settembre e infine circa 15 giorni con un concime per piante grasse della cifo NPK 3-6-12 con boro, rame, ferro, manganese, molibdeno e zinco...Marco mi ha consigliato di somministrare chelato di ferro ma non avuto ancora tempo di andare a comprarlo :-(
Omis
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 21/03/2014, 16:11
Località: Cassino (Fr)
Coltivo dal: 2012

Re: Prima semina in germinatoio

Messaggioda angelo » 04/12/2015, 12:46

Omis ha scritto:...non ho ancora avuto il tempo di andare a comprare il concime adatto...
se scrivi che non hai trovato il concime, a rigor di logica mi viene da pensare(e scrivere) di consigliare ad utilizzare un concime. Il ferro non è un concime vero e proprio ma è un microlemento presente in piccole parti nella composizione di un concime chimico.
L'indisponibilità di questo microlemento è legato alla forte presentza di calcare e al ph del terreno che se molto alcalino,rimane insolubile e quindi assorbito poco o nulla dalle piante.
Riguardo ai tempi e somministrazione del concime, io avrei agito diversamente soprattutto nel non darlo ad intervalli così lunghi poichè a periodi di sovra disponibilità di nutrienti, ne alterni un'altro di lunga indisponibilità.Sono dell'idea che poco e sempre sia una valida soluzione ma questo rimane un mio parere.Oltretutto in tutto questo tempo avresti potuto rinvasare e le plantule di certo ne avrebbero giovato. Poi, procedi come meglio credi.

Riguardo alla luce insufficiente il quale potrebbe essere la causa di cui noti, non mi riferivo di certo alla quantità di ore di illuminazione bensì della sua intensità.
te ne avevo parlato qui
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Precedente

Torna a Riproduzione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite