Pagina 1 di 2

pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 24/03/2016, 17:11
da FrancescoV
ho comprato un mese fa un pachycereus pringleii:
Pachicereus pringleii  2.16 (Copia).jpg

da qualche giorno ho notato che si inclinava, ho deciso di svasarlo ed ho trovato questo:
2016-03-24 15.34.17 (Copia).jpg

2016-03-24 15.35.03 (Copia).jpg

2016-03-24 15.35.19 (Copia).jpg

la parte aerea sta bene e non mostra problemi, alcun macchiette bianche non so se ben visibili in foto, mi fanno pensare ad una possibile infestazione di cocciniglie..per una volta che non ho svasato subito dopo l'arrivo a casa!!
Cosaa faccio adesso?

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 25/03/2016, 17:28
da angelo
sembra che questa pianta sia stata svasata malamente da terra e messa a radicare, La mancanza totale di radici marginali mi fa pensare a questo.Mi sembra di intravedere delle cocciniglie ma non è preoccupante,basta spazzolare o meglio lavare tutto sotto un getto di acqua e lasciare asciugare per bene.
Trascorse anche 2 settimane, rinvasa ma non utilizzare del terriccio commerciale.Della buona terra di campo va bene per queste rustiche sudamericane avendo cura di mettere un tutore fino a quando radica.Un vaso più capiente e alto del precedente è da preferire sia per stabilità della pianta che per le radici che sopraggiungeranno.L'idea di "accerchiare" il tronco ipogeo con della pomice favorirà la radicazione.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 25/03/2016, 18:47
da FrancescoV
Cia Angelo ho lavato sotto un getto d'acqua abbondante le radici ed adesso l'ho messo ad asciugare il vaso che avevo preso è effettivamente più grande non capisco cosa possa essere successo: un altro pringleii un po' più piccolo comprato sempre nello stesso negozio un annetto fa l'ho rinvasato senza problemi :shock: mah.. buona l'idea della pomice ti ringrazio per la tua pazienza. A presto :)

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:18
da angelo
FrancescoV ha scritto:.....non capisco cosa possa essere successo...

secondo lo stato attuale della pianta, è stata messa a radicare senza appurare che avesse messo le radici che poi sostengono tutte le piante. Questa non avendone,magari appena bagnata si è inclinata.Evidentemente quello più piccolo le aveva.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:54
da FrancescoV
Allora cerco di raccontare le cose come sono andate: quando ho preso il primo pachycereus nel negozio c'era pure il secondo quindi è stato lì per almeno un anno scarso. Il mese scorso passando davanti al suddetto negozio, l'ho rivisto e d'impeto come a volte succede l'ho portato a casa e non l'ho innaffiato. Poi è successo quello che ti dicevo cioè ha iniziato ad inclinarsi. Quindi niente acqua almeno dai primi di febbraio :)
Devo dire poi che non ha fatto praticamente alcuna resistenza il che mi fa pensare che era il pane di terra a tenerlo in piedi ed appena scosso l'ha lasciato andare. Potrebbe essere stato il contrario e cioè la mancanza di acqua? Inoltre nel terriccio che lo ospitava non ho trovato tracce di radici a presto :)

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 26/03/2016, 13:24
da angelo
FrancescoV ha scritto:..... che mi fa pensare che era il pane di terra a tenerlo in piedi...
E' esattamente quello che intendevo dire nel primo post.Non avendo radici il solo sostegno era la terra e considerato il peso e l'altezza, uno scossone ha provocato l'ha scalzata. Un accorgimento su altri eventuali acquisti consiste nello smuovere leggermente il vaso, se la pianta si muove troppo è meglio rimandare l'acquisto.Nel caso d piante piccole, basta alzare il vaso e se fuoriescono delle radici, non ci sarà alcun problema di staticità.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 26/03/2016, 14:41
da FrancescoV
Ok lo terrò presente quando mi troverò ad acquistare ancora. A proposito, qui a Cosenza alla Fiera ho conosciuto i ragazzi della Rosa del Deserto... e ualcosa l'ho portata via :roll: quando possi ti posto le foto a presto

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 26/03/2016, 15:57
da angelo
Roberto(Rosa del Deserto) è un bravo ragazzo e ha delle belle piante. Attendiamo le tue foto :)

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 27/03/2016, 0:13
da nettuno
ho letto ora ! che dire ? Angelo ha detto tutto :wink:

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 28/03/2016, 16:38
da FrancescoV
Come promesso,ecco le foto delle piante prese da Roberto (Rosa del Deserto) in fiera, l'identificazione per alcune nasce dalla mia ricerca autonoma in internet, quindi mi scuserete se ho preso quanlche abbaglio! :D
Ariocarpus trigonus.jpg
Ariocarpus trigonus

Astrophytum asterias nudum.jpg
Astrophytum asteria nudum

Astrophytum Myriostigma Fukuryu (Copia).jpg
Astrophytum Myriostigma Fukuryu

Astrophytum Myriostigma Hannya (Copia).jpg
Astrophytum Myriostigma Hannya

Astrophytum ornatum (Copia).jpg
Astrophytum ornatum

Efossus (stenocactus) multicostatum (Copia).jpg
Efossus multicostatum

Titanopsis fulleri.jpg
Titanopsis fulleri

Cosa ne pensate? :)

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 28/03/2016, 17:34
da angelo
quasi tutti i nomi sembrano corretti con qualche eccezione(mia)L'ariocarpus sembrerebbe un retusus.L'asterias è anche chiamato Ooibo. Sullo stenocactus(o echinofossulocactus) non mi pronuncio: molte specie sono simili.La titanopsis guarderei anche la calcarea.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 28/03/2016, 19:33
da FrancescoV
È veramente difficile riuscire a denominare con esattezza basandosi solo sulle foto anche se devo dire che l'enciclopedia della llifle mi pare ben fatta. Chissà se mi puoi dare qualche suggerimento su qualche testo sugli astro che sono le piante che mi piacciono di più ed infatti sono le più numerose. Però di libri in giro non ne ho trovato e la mia biblioteca sulle succulente si limita ai libri di Cecarini che tu senz'altro conoscerai mi piacerebbe leggere qualcosa di più sugli astro. Per esempio, questo inverno mi ha lasciato con un astrophytum che pare un disco volante :shock:
La consistenza è dura ed è ben ancorato al vaso ma la trasformazione da quando l'ho preso ad oggi è impressionante: posto le due foto la prima fatta a settembre dell'anno scorso, l'altra a febbraio di quest'anno. da quando le temperature si sono un po' innalzate ho iniziato a nebulizzare con la frequnza di una volta ogni sette/dieci giorni, ma non so se basta. :-(
2015-09-18 14.56.53 (Copia).jpg
foto fatta il 18 settembre 2015

2016-02-01 19.18.46 (Copia).jpg
foto fatta il primo febbraio di quest'anno

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 29/03/2016, 12:04
da angelo
riguardo agli asterias ,Il colore bianco/marrone fa pensare che siano marciti.
Ma li hai svasati dopo l'acquisto?

Un buon libro sugli astrophytum è questo .
Puoi vedere se c'è ancora la disponibilità contattando uno di questi indirizzi oppure lo trovi di sicuro qui

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 29/03/2016, 15:00
da FrancescoV
Ti riferieci alla prima o alla seconda foto? perchè il colore originale è sul verde chiaro ( mi è stato detto che sarebbe una variante ibrida di nudum white areolas ) e non è cambiato ma appaiono solo svuotati, allego una foto fatta ora e dall'alto, forse si vede meglio:
WP_20160329_001 (Copia).jpg

la pianta è stata svasata subito dopo l'acquisto, come vedi infatti non ha un vaso in plastica perchè cerco, quando posso, di preferire il coccio :)
Grazie per il suggerimento adesso cerco di procurarmi la pubblicazione! :)

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 29/03/2016, 16:25
da angelo
confermo quanto ho scritto: la pianta è andata, purtroppo.Prova a smuoverla è ti rimarrà tra le mani.coccio o plastica è una questione di comodità: entrambi i sistemi hanno pro e contro.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 29/03/2016, 17:16
da FrancescoV
Ho provato come suggerivi a smuoverla, anzi l'ho svasata e ti posto le foto: la mia esperienza è molto limitata ma mi pare che non sia andata, che dici? lo vale un tentativo o la invio alla fossa comune?
2016-03-29 16.45.29 (Copia).jpg

2016-03-29 16.45.42 (Copia).jpg

2016-03-29 16.46.24 (Copia).jpg

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 29/03/2016, 18:49
da angelo
le macchie marroni sotto il colletto non lasciano dubbi: fusarium e con questo fungo,, difficile che si arrivi a un pareggio.
Ad ogni modo isola la pianta dal resto della truppa e visto che gli asterias in modo naturale non pollonano, prova a separare e tagliare una testa e metti le foto.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/03/2016, 12:15
da FrancescoV
Purptroppo non sono riuscito a separare un testa dalle altre, e la piantina andò...prima del riposo inernale avevo comunque fatto un trattamento con alliette come suggerito dal post di Renzo su fungicidi ed antiparassitari (malattie/fungicidi-ed-antiparassitari-t4565.html) ma si vede che era troppo tardi :cry:

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/03/2016, 12:33
da angelo
non sempre i trattamenti servono a qualcosa.Probabilmente nello svaso qualcosa è andata storta o probabilmente la pianta aveva al suo interno il fungo che si è sviluppato quando le condizioni sono stati favorevoli.L'asterias, al contrario delle altre specie del genere Astrophytum, l'ho ritenuto sempre più delicato e qualcuno l'ho perso anch'io.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/05/2016, 12:35
da FrancescoV
ciao Angelo, l'astro è andato come avevi previsto ed adesso vedo fusarium e funghi dappertutto, l'astro che ti allego in foto:
Astrophytum Hybrid CAP-AS (Copia).jpg

è con me da un anno e mezzo circa, è cresciuto sebbene di poco, la consistenza appare normale, però dal risveglio primaverile presenta alcume macchiette giallastre sull' epidermide che spero siano evidenti dalle foto:
WP_20160530_001 (Copia).jpg

WP_20160530_002 1 (Copia).jpg

che ne dici? spero di essermi preoccupato inutilmente...grazie!!

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/05/2016, 16:11
da angelo
effettivamente non è un colore normale quello che ha.Dovresti descrivere l'esposizione, intervalli di innaffiature e composizione terriccio.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/05/2016, 17:06
da FrancescoV
l'astro è esposto a sud ovest, niente sole diretto se non per tre quarti d'ora o giù di lì nel primo pomeriggio, in questa stagione; il terriccio è prevalentemente inerte: terriccio per cactus standard (viene da milenaudiso) con aggiunta di un terzo di lapillo ed un terzo di pomice; innaffiature ogni quattordici giorni dall'inizio di aprile ( a seconda del tempo) le ultime due il 13 ed il 28 di questo mese.

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/05/2016, 18:29
da angelo
evita anche quei 45 minuti di sole diretto spostandolo o ombreggiandolo. il terriccio nei prossimi rinvasi puoi limitarlo al 20% o meno. Gli asterias soffrono maledettamente i ristagni idrici. quanto alle innaffiature puoi diradarle ancora. Per limitare l'espandersi di quelle macchie, nebulizza un rameico nelle ore più fresche della giornata... Di notte c'è molta umidità?

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 30/05/2016, 19:50
da FrancescoV
cercherò di metterlo più all'ombra, l'umidità si aggira in media intorno al 70 % con punte anche di 80% . Comunque la sua esposizione è la stessa di altri asterias come per esempio quelli che allego e che non presentano alterazioni sebbene siano "coetanei" di quello incriminato:
Astrophytum Asterias Hybrid (Copia).jpg

Astrophytum Asterias nudum Star shape type (Copia).jpg

Astrophytum hibrid nudum (Copia).jpg

mi suggerisci il nome di qualche rameico? io ho del rame ma le istruzioni parlano solo di acqua mescolata per formare la poltiglia nome commerciale cuproram 37,5

Re: pachycereus inclinato

MessaggioInviato: 31/05/2016, 8:10
da angelo
L'umidità e cmq molto alta.
Ogni pianta ha una propria resistenza alle avversità di vario tipo per cui reagisce meglio di altre a fattori esterni che potrebbero influire negativamente sulla crescita.Il primo ovviamente ha sofferto di più. Noto cmq seppur lievemente che il sole ha lasciato delle tracce sulle sommità delle coste(escluso l'ultimo) a conferma che l'asterias non gradisce molto in sole.In habitat e quasi sommerso dal terreno circostante.
Riguardo ai vasi, li vedo sovradimensionati rispetto alla pianta. Normalmente devono essere non più di 2, max 3 cm rispetto al fusto.Questo perchè vasi molto ampi significa che l'umidità nelle radici permane più a lungo di un vaso piccolo. Anche il lapillo in superficie rallenta l'evaporazione.
Il cuproram 37,5(ossicloruro di rame) va bene.Tra l'altro mi risulta essere incolore. Dosi 2gx litro. Mescola bene una prima volta, lascia riposare alcuni minuti e rimescola.