Echinocereus engelmannii & ssp.

Mostraci i tuoi cactus

Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 12/12/2014, 16:24

L’echinocereus engelmannii (Sez. Erecti, gruppo Engelmannii) chiamato così in onore del Dott. George Engelmann che nel 1848 lo elevò a genere separandolo dal genere Cereus,è una specie controversa visto che negli anni, ci sono state diverse varietà man mano ritenute, da alcuni , delle semplici variazioni morfologiche dovute all’habitat tra l’altro molto vasto e diverso per altitudini,conformazione e composizione del terreno e condizioni climatiche .
L’habitat degli Echinocereus engelmannii spazia dalla California,Utah, Nevada,Arizona, New Messico per quanto riguarda gli USA e Baja California del Sud ,Sonora e una parte nord occidentale dello stato di Chiuhuahua in Messico.

Inizialmente venivano riconosciute 9 varietà, adesso ridotte a sole 3 ma come per tutti i generi,diversi sono i coltivatori che riescono ancora a chiamarli col vecchio nome proprio per non perdere quelle macro o micro differenze che allora ne hanno permesso la distinzione e la loro descrizione.
Delle specie sotto elencate ,sono riuscito a procurami solamente i semi di 5 cui cerchero’ di elencarne le differenze apparenti.Se c'è qualcuno che abbia le specie mancanti(in rosso) si faccia avanti :)

Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii
Echinocereus engelmannii 'acicularis'
Echinocereus engelmannii 'armatus'
Echinocereus engelmannii 'chrysocentrus'
Echinocereus engelmannii 'munzii'
Echinocereus engelmannii v. nicholii

Echinocereus engelmannii 'purpureus'
Echinocereus engelmannii v. variegatus
Echinocereus engelmannii 'howei'



L’echinocereus nicholii è stata a lungo elencato come sottospecie di E. engelmannii per via delle spine gialle che ne caratterizzavano il fusto.Successivi studi hanno concluso che cio’ non rappresentava decisive similitudini con E.engelmannii tanto da essere elevato al rango di specie
Mentre E.engelmannii ssp.fasciculatus,nel 1998 venne inserito nel gruppo .


Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii

Questa specie dalle numerose e splendide spine molto variabili per colore(bianche/gialle e marroni) e dimensioni (radiali da 6/14, lungh.5 cm ,centrali da 2/9 fino a lungh. 7 cm ) ha una crescita molto lenta e forma cespi fino 1 metro di diametro con 60 fusti che possono raggiungere i 60/70 cm di altezza e i 9 di diamt. Abita terreni con prevalenza di rocce granitiche distribuiti tra colline e pianure.Si trova ad altitudini che variano dai 600 a circa 1500 slm.

Distribuzione : Arizona,California e Nevada(USA)
Baja California,Sonora(Messico)

La specie, come per la crescita, non è molto generosa nelle fioriture ma è il suo habitus con la crescita apicale di spine color oro o rosso che ne fa il suo vero valore attrattivo.
Fiori color porpora o magenta da aprile a maggio.I suoi frutti sono edibili e profumano di fragola tanto da essere chiamato strawberry cactus.

Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii L13
San Borja, Baja California, Mexico 200-400 slm

Semina 2010
_DSC4457.jpg
Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii L13


Le robuste spine centrali
_DSC4461.jpg
Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii L13
in questa armatura difficilmente entrerebbe una mosca

l'apice con spine sui 5 cm
_DSC4464.jpg
Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii L13


segue... :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 12/12/2014, 20:22

Ciao Angelo bene, argommento molto ma molto interessante, ho già un sacco di domande ma andremo per gradi.
Prima di tutto come hai detto tu gli Echinocereus engelmannii sono molto avari di fioriture,dei miei non ne ha mai fiorito uno tranne il chrysocentrus che se ho ben capito ora è una specie a se e non fa più parte degli engelmannii.
Per quanto riguarda le fioriture vorrei capirene il motivo di così tanta astinenza: se è il mio modo spartano di coltivarli o il fatto che li ho sempre tenuti in serra fredda in inverno (questo inverno 2014 li ho spostati in serra calda) oppure se per fiorire e credo sia abbastanza vero, le piante devono svilupparsi in ceppi enormi, quindi diventare molto vecchie prima di fiorie??

Posto tre foto di fioriture del chrysocentrus ma non vorrei correre troppo :)

001Echnocereus_engelmannii_chrisocentrus (Large).JPG
Echinocereus engelmanni chrysocentrus
Questo era ancora cartellinato esattamente

055Echinocereus_engelmannii_v._chrysocentrus_©M.S.2013 (Large).JPG
Questo probabilmente l'ho rinominato
E. engelmannii ssp engelmanni ma probabilmente è un chrysocentrus

Echinoereus_engelmannii_chrysocentrus (Large).JPG
La stessa pianta della foto precedente


Ecco le uniche fioriture di Engelmanni le ho ottenute da quella pianta
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda mauro » 14/12/2014, 23:46

ciao ...ho seminato armatus nel 2005, ne ho solo una pianta ora ma non ne ho visto ancora i fiori...sai già come coltivo e quindi nel dubbio ho pensato che fosse sensibile al freddo?...ma leggendo gli altri interventi potrebbe essere tante altre cose
la pianta è molto armata e quando ho visto ingiallire alcune zone pensavo a fioriture autunnali che non realizzo...ma poi da lì sono usciti l'anno dopo due pollonature....
contributo fotografico appena torna il sole...ma sto allestendo i rifugi invernali
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 15/12/2014, 10:42

ciao Marco, vedo che il genere inizia a interessare benchè le fioriture non sono proprio il suo forte.No, il chrysocentrus non è una specie a se ma come già scritto, Engelmann lo aveva descritto come varietà dell'engelmannii.

La 3 foto non si vede bene ma quelle spine credo appartengano al chrysocentrus.

L'echinocereus engelmannii 'chrysocentrus' preferisce terreni con colline sabbiose, montagne non molto alte e zone con detriti alluvionali fino a 2160 m slm.
Il suo habitat comprende: sud e sud est della California,sud e est del Nevada,nord e ovest dell'Arizona, ed ovest dello stato americano dello Utah principalmente nel Deserto del Mojave.

questa 'specie' forma piccoli cespi fino a 10 fusti e hanno una altezza che va dai 20 ai 32 cm con un diametro di circa 6 cm.
Il colore delle spine va dal rosso al giallo o marroncino.La spina centrale è rigida, diritta o leggermente curvata.La più lunga bianca o grigio chiaro.
Engelmann la descriveva come una piccola spada.Grandi fiori color porpora o magenta.

Riguardo alle fioriture,Taylor riporta delle difficoltà incontrate in zone non molto soleggiate ( è l'Inghilterra ne è un esempio) per cui queste piante necessitano di moltissimo sole in ogni condizione climatica.Inoltre aggiunge che determinate piante non fioriscono molto se non formano i cespi o che raggiungano i 12/15 cm di altezza avendo cura in inverno di esporli a quanta più luce possibile.
Sull'epiteto varietale non ho trovato molte informazioni ma è possibile che sia riferito al colore delle spine color oro, appunto chrysos in latino.


bene Mauro, attendiamo le tue esperienze con gli engelmannii oltre che le foto :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 15/12/2014, 13:15

Grazie Angelo avevo inteso che chrysocentrus era stato staccato dalla sottosperce engelmannii.
Quindi è corretto E. engelmannii var. chrysocentrus.
Per quanto riguarda l'esposizione è completamente al sole con una leggera copertura di policarbonato chiaro da 4mm solo come riparo dall'acqua, lo scaffale degli Echinocereus è molto soleggiato e il cortile dove tengo le Cactaceae, durante la bella stagione raggiunge temperature ragguardevoli anche + 40 perchè essendo esposto ad ovest prende il sole dalle 12 al tramonto, mentre per l'insolazione invernale, è la massima che si riesce a dare in Lombardia e quest'anno non sembra molto soleggiato: neppure l'estate lo è stata e l'inverno sembra peggio.
La pianta della prima foto l'avevo fotografata nel 2011 acquistata nel 2010 e aveva ancora il cartellino E. engelmannii v. chrysocentrus che avevo riportato come descrizione della foto poi non so perchè avevo ricartellinato la pianta come E engelmannii ssp. engelmanni ma la pianta delle altre due foto è la stessa della prima quindi dovrò procerede alla sistemazione del nome.
Ecco la pianta fotografata ieri: dal 2010 il fusto singolo ha messo altri due fusti quindi mi sembra molto veloce ad accestire :)
142Echinocereus_engelmannii_v._chrysocentrus_©M.S.2013 (Large).JPG
Echinocereus engelmannii v. chrysocentrus


Per quanto riguarda la coltivazione quindi va bene un terriccio minerale al'80% misto, sabbioso e grossolano con pomice e lapillo e un paio di volte l'anno una concimata con concimi specifici per cactaceae + microelemanti.
Pe le temperature dato che sono piante che vivono anche in habit montani non dovrebbero aver paura di teperature di qualche grado sotto lo zero durante la notte: basta che siano asciutte e che di giorno le temperature possano risalire sopra lo zeo.
Per quanto riguarda l'epiteto: a guardar bene, le spine sembrano davvero d'oro :D

e questa è una tua semina probabilmente la sorella di quella postata poco sopra

144Echinocereus_engelmannii_ssp._engelmannii_L_13_©M.S.2013 (Large).JPG
Echinocereus engelmannii ssp. engelmannii L 13


La piccola si difende bene con quell'armatura :wink:
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 16/12/2014, 13:03

marco ha scritto:..Quindi è corretto E. engelmannii var. chrysocentrus...

No Marco, allo stato attuale questa varietà non viene riconosciuta se non come engelmannii ssp. engelmannii.
E' solo un modo per distinguere questa forma dal grande calderone dove sono stati inclusi.Non a caso ho racchiuso tra le virgolette semplici queste epiteto.

Probabilmente negli anni a venire qualcuno si interesserà a queste varietà magari riconoscendo le differenze come in passato, sempre che abbiano voglia di ri-esplorare un arelae così vasto come quello degli engelmanni e che effettivamente le differenze ne consentano l'elevazione allo status di sottospecie.

Ritornando al problema delle fioriture,anch'io non credo che le basse temperature possano influire negativamente. Sono piante molto rustiche, abituate a climi estremi per cui resistono bene alle molteplici avversità climatiche.Il terriccio poi ,influenza ma non troppo anche se ho letto che chi ha la possibilità di reperire quello dell'habitat ottiene buoni risultati ma anche in coltivazione ne ho visti di piante molto fiorifere di altre specie pero'.Le concimazioni cmq aiutano a sopperire della mancanza di particolari nutrienti.
Si Marco, il cucciolo è fratello del primo postato e vedo che cresce molto bene :)

Echinocereus engelmannii ' acicularis'
Quest'altra forma anch'essa moto lenta nella crescita, prende il nome dalle spine molto sottili che ricordano un ago, appunto aciculum cioè piccolo ago.

questa 'specie' più piccola delle altre, non forma grandi cespi se non raramente fino a 50 fusti e hanno una altezza che va dai 5 ai 15 cm,Ø 4/5 cm.
Benson & Darrow riportano cespi fino a 60 fusti, Ø 5 cm avvistati nel Palm Canyon , precisamente nelle Kofa Mountains,Yuma County-Arizona.

Il colore delle spine va dal giallo oro al bianco.La spina centrale è rigida e diritta.Alcuni esempari di Apache Trail(Arizona)hanno mostrato una lunghezza di circa 10 cm.
.

Distribuzione:Nord est Baja California e nord ovest di Sonora in Messico.
USA: Sud est California,sud e ovest dell'Arizona.

Si trova ad elevazioni di circa 300/ 900 slm.

Terreno: sabbioso, roccioso e detriti alluvionali

_DSC4465.jpg
Echinocereus engelmannii 'acicularis'

semina 2011


_DSC4467.jpg
Echinocereus engelmannii 'acicularis'


_DSC4468.jpg
Echinocereus engelmannii 'acicularis'
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 17/12/2014, 15:44

Ecco perchè allora il chrysocentrus lo avevo rinominato E. engelmannii ssp. engelmannii e avevo eliminato l'epiteto chrysocentrus dal cartellino ora ho aggiunto 'chrysocentrus' inmodo da distinguerlo

Davvero interessante anche l'acicularis purtroppo non ho contributo fotografico :)
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 18/12/2014, 10:37

Marco,fai bene a distinguerlo, almeno sai che hai una 'forma' diversa rispetto agli altri engelmannii.

Altra varietà di engelmannii , allora riconosciuta da(Parish) Pierce & Fosberg(1933)

Echinocereus engelmannii 'munzii'

Questa 'varietà' prende il nome da Philip Munz, botanico, tassonomo e insegnante.Fu professore di botanica al Pomona College , Claremont,California.
Autore di numerosi libri nel mondo delle cactacee della California e non solo.

Questa 'forma', molto più piccola delle altre,in natura e con una coltivazione "estrema", la si puo' confondere con E. triglochidiatus ssp.mojavensis anch'esso con spina centrale molto lunga ma spesso singola mentre il 'munzii' ne ha 4 ma solo una lunga.
L'altra differenza sta nel colore dei fiori: rossi e talvolta tinti di giallo per il triglochidiatus ssp.moajavensis,
magenta per il 'munzii'.

Forma cespi di 5/60 fusti è la spina centrale più lunga è curva e spesso ritorta all'interno.

Abita terreni rocciosi e sabbiosi ma la si trova anche nei canyon tra i boschi di pino e anche tra il chaparral californiano (distesa di piccoli arbusti sempre verdi mista da altra vegetazione spontanea) ad elevazioni che vanno dai 1950 ai 2400 mt slm.

Distribuzione:California(USA)
Baja California (Messico)

_DSC4484.jpg
Echinocereus engelmannii 'munzii'


_DSC4486.jpg
Echinocereus engelmannii 'munzii'
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 18/12/2014, 15:25

Un contributo fotografico, le foto sono state fatte il 14/12/14 con le piante ormai in riposo.
La prima è una vecchia pianta acquistata una quindicina di anni fa, la seconda è la sorella della tua :D
145Echinocereus_engelmannii_'munzii'_Jaragua_Pass_B.C._MX_©M.S.2013 (Large).JPG
Echinocereus engelmannii 'munzii'
Jaragua Pass B.C. Mx.
146Echinocereus_engelmannii_'munzii'_Big_Bear_Lake_AZ_USA_©M.S.2013 (Large).JPG
Echinocereus engelmannii 'munzii'
Big Bear Lake Az. USA

La mia vecchia pianta ha sempre passato l'inverno in serra fredda ma di fioriture non ce ne sono mai state
Quest'anno tutti gli engelmannii e loro sottospecie passano l'inverno in serra calda insieme ai pentalopus e ai brendegeei
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 20/12/2014, 14:11

Marco,un bel cespo il tuo 'munzii'.Vedra che quando fiorirà ti ripagherà delle tante attese.Come per gli altri engelmannii, la spinagione color oro riesce parzialmente a compensare le mancate fioriture :)



Echinocereus engelmannii v. variegatus

L'epiteto varietale prende il nome dalla variabilità delle colore delle spine appunto variegatus e non come qualche volta viene erroneamente scambiata come pianta variegata tanto più che la specie non presenta alcuna forma di variegatura (mancanza parziale o totale della clorofilla)

A differenza delle specie citate in precedenza, questa è rimasta come sottospecie di E. engelmannii ma ha subito una rideterminazione col nome di Echinocereus engelmannii ssp. decumbens ad opera di Blum & Lange 1998.

L'epiteto decumbens viene dato per il portamento verso il basso di alcune spine.

Descrizione: si sviluppa in cespi di circa 30 cm composti da 3/6 fusti, alti <15/30 cm e larghi fino a6 cm.
spinagione:radiali quasi sempre bianche,centrale rigida quasi diritta, colore variabile da rosso scuro a nero,la più bassa e lunga bianca o grigio chiaro.
Fiori: piccoli e color porpora o magenta.

Distribuzione: nord ovest dell'Arizona e sud est dello Utah (USA)
Altitudine : 1150-1710 slm.
habitat: terreni rocciosi o con prevalenza di vegetazione spontanea erbosa.

_DSC4492.jpg
Echinocerereu engelmannii ssp. decumbens
Str. Flagstaff-Page- Arizona USA


_DSC4493.jpg
Echinocerereu engelmannii ssp. decumbens
Str. Flagstaff-Page- Arizona USA


ALP©2012-6152.jpg
Echinocerereu engelmannii ssp. decumbens
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 20/12/2014, 15:00

E' interessante constatare le differenze tra piante 'sorelle' coltivate a 1500 km di distanza e con diversa insolazione
147Echinocereus_engelmannii_ssp._decumbens_Str._Flagstaff_Page_AZ_USA_©M.S.2013 (Large).JPG
Echinocereus engelmannii ssp. decumbens
Str. Flagstaff-Page_Az. USA
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda mauro » 20/12/2014, 15:43

ciao ...oggi speravo nel sole e invece tremo anche :) :oops:
ech.jpg
armatus
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 22/12/2014, 19:10

infatti Marco, cio' dimpostra come una pianta puo' assumere aspetti diversi a seconda delle latidutini di crescita.Un po' come avviene per le specie di engelmannii del topic :)

Mauro, credo che anche senza l'epiteto 'armatus', la tua pianta ha già le credenziali per esserlo.Gran belle spinazze :)

Quanto prima affronteremo la descrizione di questa 'varietà' :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 02/01/2015, 17:40

Echinocereus engelmannii v. 'armatus'

L'epiteto varietale prende il nome dalla folta presenza di spine che proteggono la pianta come un'armatura.

Questa specie, attualmente è definita come E. engelmannii ssp. engelmannii

Descrizione: si sviluppa in cespi da 5/25 fusti, alti <20/30 cm e larghi fino a 5 cm.

Spinagione:spina centrale robusta rigida o curvata.La più bassa come per le altre specie.colore: perlopiù gialle.

Fiori: grandi color rosso-porpora.

Distribuzione: California, sud del Nevada,Deserto del Mojave.

Altitudine : 900 slm.

habitat: terreni rocciosi o con prevalenza di rocce granitiche.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 04/01/2015, 11:31

Purtroppo non ho 'armatus', quindi non posso dare il solito contributo fotografico vedo però dalla foto di Mauro che è una splendida pianta con spinagione robusta e abbastanza rara tra gli Echinocereus forse possiamo trovare lo stesso tipo di spinagione in E. ferreirianus ssp. lindsayi
Anche questa avara di fioriture Angelo?
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 04/01/2015, 17:15

Esatto Marco, l'armatus ha una spinagione non comune tra gli altri engelmannii. La spine sono molto robuste e più aggrovigliate al punto da indurre L. Benson a scegliere quell'epiteto specifico.

Le fioriture come per le altre specie:scarse. :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 13/01/2015, 10:00

Ultimo della serie

Echinocereus engelmannii ssp. fasciculatus

Specie attualmente riconosciuta, ha fusti di circa 50cm h e 8 di diametro.Forma cespi da 5<30 fusti.
spine radiali 7/15. Colore bianche- grigie.
centrali: 1/3. Lunghe fino a 7,5 cm. colore bianche, nere . Con l'età diventano grigie.

Colore del fiore: bianco/magenta. Gola con strisce magenta scuro.
diametro 8/10 cm.

Distribuzione: Arizona,New Messico(USA)
nord ovest di Chihuahua e Sonora(Messico)

habitat :terreni sabbiosi e rocciosi molto minerali.
Elevazione: 1500 m slm.

_DSC4488.jpg
Echinocereus engelmannii ssp. fasciculatus
Santa Ana-Sonora-Messico


_DSC4490.jpg
Echinocereus engelmannii ssp. fasciculatus
Santa Ana-Sonora-Messico
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 13/01/2015, 15:18

Spece davvero interessante quella dell'engelmannii con tutte le sue sottospecie e 'varietà'
come al solito un piccolo contributo e uno stimolo alla discussione

142Echinocereus_engelmannii_ssp._fasciculatus_CR_152_©M.S.2013 (Large).JPG
Echinocereus engelmannii ssp. fasciculatus CR 152
Località: Tom Mix Wash, Pinal County, Arizona, USA


e questi sono i due acquistati con cartellino : E fendleri v. albiflorus e da te identificati come E engelmannii ssp. fasciculatus

140Echinocereus_engelmannii_ssp._fasciculatus_Santa_Ana_So._Mx_©M.S.2014 (Large).JPG

141Echinocereus_engelmannii_ssp._fasciculatus_Santa_Ana_So._Mx_©M.S.2014 (Large).JPG



in effetti si somigliano molto oltretutto la località è Santa Ana Snora Messico
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 13/01/2015, 18:17

certamente Marco, questa è la specie più fiorifera rispetto alle altre ed una delle caratteristiche delle fioriture è la comparsa di un fiore quasi totalmente bianco con una leggerissima sfumatura rosa e gola scura.Spesso è identificata in una specie che ha come sinonimo E. abbeae!

qui un esemplare di Franco
qui un esemplare di Cristina
e qui una pianta di Nicola
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda marco » 13/01/2015, 19:49

Davvero belle :P
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda maristella » 26/01/2015, 9:12

Istruttivo come al solito.........nel caso tu pretendessi il copyright è bene che tu lo sappia subito......sto copiando/incollando le schede !! :) Grazie Angelo! :)
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 26/01/2015, 9:31

No Mary nessun copyright ma una piccola percentuale sui guadagni quella è lecita :lol: :lol:
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda maristella » 26/01/2015, 10:35

Ci guadagnerai un grande grazie........al 100% !! :lol: :lol:
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda angelo » 26/01/2015, 10:43

E ti pare poco? Un grazie sincero vale più di tanti euro (forse.. :lol: ) :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Echinocereus engelmannii & ssp.

Messaggioda maristella » 26/01/2015, 15:53

Sincero è sincero............piccioli nenti!!! :lol: :lol:
Non acquistiamo piante prelevate in natura

Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina
Avatar utente
maristella
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 23/07/2010, 21:25
Località: Policoro (MT)
Coltivo dal: 2006


Torna a Cactus

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti