Esperimento di affrancatura di Euphorbia piscidermis

Tutto ciò che riguarda la coltivazione di cactus e succulente

Esperimento di affrancatura di Euphorbia piscidermis

Messaggioda marco » 22/09/2020, 15:29

Ho due E. piscidermis, una regalatami dieci anni fa da un carissimo Amico e una accquistata in un vivaio nelle vicinanze di casa mia .
Quella che mi fu regalata è diventata una splendida rarità. Anche quella che acquistai è una splendida rarità. Da un po di tempo però mi sconquifferava di provare ad affrancarla anche per capire la possibilità di radicazione di queste rare euforbie. Quella acquistata aveva una caratteristica che era quella di essre nettamente divisa in due (due teste) quindi facilmente divisibile.
Dopo qulche tempo a pensarci sopra, ho preso l coraggio a 4 mani :D
Ai primi di Luglio di quest'anno 2020 con le dovute precauzioni ho tagliato una delle due teste con un cutter passato alla fiamma e ho subito disinfettato il taglio sull'innesto con alcool denaturato per evitare infezioni quindi ho spalmato una pastella di fungicida Mancozeb disciolto con alcool denaturato per cicatrizare il taglio e non permettere ad organismi patogeni di penetrare nella pianta dal taglio stesso. Fatto questo ho disinfettato la parte tagliata da affrancare con alcool denaturato e l'ho spalmata con una pastella, questa volta sciogliendo fungicida Mancozeb con ormoni radicanti per stimolare la radicazione. Dopo questo trattamento ho posto la parte da fare radicare in serra all'ombra per permettere la cicatrizzazione del taglio 2 settimane. Passato questo tempo ho preparato un vaso pieno per 2/3 con il normale terriccio che uso per coltivare e 1/3 di pomice pura su cui ho appoggiato la testa tagliata. ricoprendo poi la superfice con un'inerte per no fare galleggiare la pomice quando si bagna, ho quindi inserito un'archetto di filo di ferro plastificato sulla testa per non farla muovere e ho ho cominciato a bagnare con Vitanal azzurro bioattivatore e sto sempre bagnando regolarmente con quel prodotto che stimola la formazione delle radici.
Ora a due mesi la testa ècompletamente radicata e ben salda nel vaso.
Ci sarà da vedere il comportamento durante l'inverno e alla ripresa primaverile, intanto i 50% del lavoro è riuscito.
Vi saprò aggiornare la prossima primavera :D

066Euphorbia_piscidermis_©M.S.2020 (FILEminimizer).JPG
La pianta da cui ho tagliato una testa per affrancarla
067Euphorbia_piscidermis_©M.S.2020 (FILEminimizer).JPG
La testa ormai affrancata
065Euphorbia_piscidermis_©M.S.2020 (FILEminimizer).JPG
La pianta regalatami da un carissim Amico 10 anni fa
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Esperimento di affrancatura di Euphorbia piscidermis

Messaggioda angelo » 28/09/2020, 7:35

Ottimo lavoro, Marco :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9959
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Esperimento di affrancatura di Euphorbia piscidermis

Messaggioda marco » 29/09/2020, 11:17

Grazie Angelo :D
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985


Torna a Note di coltivazione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite

cron