Esperimento Usa

Tutto ciò che riguarda la coltivazione di cactus e succulente

Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 05/01/2013, 16:12

Probabilmente a me piace rischiare e provare ma visto che verso la fine dell'anno ci sono state delle belle giornate di sole con temp. max sup a 10° sul mio balcone ho dato una leggera annaffiatura a Sclerocactus, Pediocactus, Echinomastus e l'Escobaria vivipara, tranne agli E. laui che erano stati travasati da poco. Dopo 10gg nessuna pianta è morta la maggior parte non smebrano essersi accorte di nulla mentre i Pediocactus peeblesianus, i P. Knowltonii e le Escobaria si sono gonfiati molto. Apparentemente non sembrano risentire del fatto che quando di notte gela la mattina il vaso è bello duro... questa follia è nata dal fatto che molte di queste piante se coltivate normalmente fanno fatica a tirare avanti e a casa loro il grosso delle precipitazioni ci sono in inverno primissima parte della primavera, mentre poi, se ci sono sono annaffiate da alcuni temporali da metà luglio a inizio settembre e per il resto sono alla'sciutto.
Ecco i miei P. knowltonii belli gonfi
Pk (8).jpg

E le Escobaria vivipara var radiosa
Ev (2).jpg
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda marco » 06/01/2013, 13:44

Ciao Nicola credo che tu abbia fatto bene a dare una leggera annaffiatura con quelle temperature, anch'io devo decidermi a dare una leggera nebulizzata alle piccole che ho in serra.
Le temperature quest'anno sono abbastanza alte, lasciamo perdere gli ultimi due gg, dove le temperature anche al nord sfiorano i 20°
Se non ricordo male inoltre i Pediocactus knowltonii se non vengono inumiditi rischiano di perdere il fiore nel caso fossero in bocciolo.
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Esperimento Usa

Messaggioda giorgiog8 » 06/01/2013, 18:42

Secondo me hai fatto bene :) bisogna sempre sperimentare :wink:
"mandi"
saluto friulano dal significato: "mi raccomando a Dio" o anche: "vai con Dio"
Avatar utente
giorgiog8
 
Messaggi: 2083
Iscritto il: 26/04/2010, 9:10
Località: Cervignano del Friuli (UD)
Coltivo dal: 2004

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 07/01/2013, 6:03

Infatti uno dei pedio ha un piccolo bocciolino e volevo evitare che lo perdesse!!!!
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda mauro » 08/01/2013, 22:01

ciao io l'anno scorso ho perso le fioriture dei knowltonii, ma penso perchè li ho spostati in primavera,
sulle annaffiature precoci sono valide ma quelle difficilissime da me devono asciugare in fretta, ho avuto dei problemi
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 09/01/2013, 13:22

Da me sono alcuni giorni che c'è un nebbione paura e tre giorni fa ho bagnato il mio Echinocatus polycephalus e l'Echinomastus jonhsonii ed adesso vediamo se queste piante, come penso, resistono al freddo umido, spero di sì...anche perchè credo che il terreno faticherà un bel po' ad asciugarsi...
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda spok80 » 18/01/2013, 11:27

Io una volta al mese dò una nebulizzata alle mie piccole ma mi sono accorto come (svasandole giorni dopo) alcune bevono anche se a riposo mentre altre proprio non ne vogliono sapere. La differenza si nota toccando il terriccio: umido nelle prime e tendenzialmente bagnato nelle seconde.
Cristiano
Avatar utente
spok80
 
Messaggi: 1843
Iscritto il: 25/04/2010, 20:59
Località: VICENZA
Coltivo dal: 1998

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 20/01/2013, 11:36

Continuano i mie folli esperimenti con le mie piccole piantine e approfittando della nevicata ne ho messe alcune sotto la neve ed il risultato è questo...
neve.jpg

Adesso sta venendo fuori il sole quindi credo che a breve la neve si scioglierà...Le specie coinvolte sono Pediocactus simpsonii, Escobaria vivipara e Sclerocactus glaucus
Particolare di questi ultimi
Sg.jpg
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda marco » 20/01/2013, 12:29

Ciao Nicola va beh che la sperimentazione apre nuovi orizzonti ma............. :hmm:
:secret: Tienici informati mi raccomando :wink:
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Esperimento Usa

Messaggioda Erika » 20/01/2013, 13:02

Ciao Nicola, anche a me piace sperimentare....non per piacere personale ma per necessità di coltivazione :roll:
Tempo fa mi sono imbattuta in questo interessantissimo 3d sulle escobarie vivipare sotto la neve qundi penso che anche le tue staranno bene alla fine: http://mammillaria.forumotion.net/t1256 ... a-vivipara
So che anche il pediocactus simpsonii viene dato come pianta frost hardy, però non coltivandolo non mi pronuncio :)
In fondo, siamo tutti dei bambini perduti all'interno della nostra favola personale

Il mio album http://www.flickr.com/photos/venereinpelliccia/collections/
Avatar utente
Erika
 
Messaggi: 1738
Iscritto il: 23/04/2010, 17:18
Località: Veneto occidentale
Coltivo dal: 1901

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 21/01/2013, 13:22

Diciamo che ho scelto tutte piante che sono abituate da loro a temp. abbastanza mostruose; per es. per Pedio simpsonii ci sono luoghi dove vive in cui la temp medi aminima di gennaio è -20°C :shock: Lo so che forse la cosa è un po' estrema, ma devo dire che questa mattina la neve è tutta sciolta e le piante sembrano vive e i Simpsonii sembrano anche più gonfi...
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 18/02/2013, 19:31

Ecco con l'aumentare delle temperature le piante si stanno svegliando e paiono aver ben tollerato le annaffiature precoci, la neve e le gelate successive
Uno dei mei Pediocactus knowltonii più grandi
Pk.jpg

Questo microbino é un Pediocactus simpsonii dell'altra estate che anche lui da segni di voler crescere
Ps.jpg

Invece lui lo Sclerocactus pubispinus pur non avendo ancora accennato a crescere si è rigonfiato molto uscendo così dal terreno mentre fino ad una sett. fa era rasoterra
Sg.jpg
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda angelo » 18/02/2013, 19:48

oltre che le temperature, il maggior imput lo da l'aumento della luce che da gennaio/febbraio pian piano diventa più intensa rispetto ai mesi precedenti.
le mie le ho bagnate verso metà gennaio senza alcun problema ma qui le temp. sono diverse.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9960
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Esperimento Usa

Messaggioda mauro » 18/02/2013, 21:50

ciao, quest'anno non ho annaffiato niente, del resto è stato un sacco umido, e lo sarà ancora...
pediocactus simpsonii sono già svegli, il più grande ha già la corona in crescita di boccioli, e anche knowltoni vedo spinette nuove e preparativi, altre USA dormono
sarò forse tentato dalla prossima neve fresca :hmm: :)
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 19/02/2013, 11:54

Sicuramente il fotoperiodo conta molto ho notato sopratutto per lo Sclero pubispinus che anche se bagnato non si è molto gonfiato, mentre per es i pediocactus appena gli bagni loro si gonfiano subito...Credo, dai mie pochissimi esperimenti, che queste piante non patiscano proprio e penso gradiscano l'essere bagnate con il freddo... quantomeno in giovane età, perchè ho paura che crescendo diventino meno elastiche e tolleranti, sopratutto all'acqua conil caldo...
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda angelo » 19/02/2013, 12:59

alcune piante, adulte o semenzali , se bagnate con moderazione reagiscono bene poichè le basse temperature cmq non sotto lo zero, fanno si che il rigonfiamento dei tessuti avvenga con lentezza evitando spaccature del fusto.Questo è quello che ho notato quando ho effettuato queste operazioni.Sul fatto che le adulte soffrirebbero cercherei di documentarmi meglio sulle precipitazioni dei luoghi di origine cercando di adattarle più o meno alle proprie latitudini.In questo motìdo avremo una voce in più da ascoltare :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9960
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Esperimento Usa

Messaggioda nicor11 » 19/02/2013, 19:51

Sul fatto che queste piante non amino essere annaffiate con temperature alte, è testimoniato dal fatto che se uno le coltiva come le altre cactacee, tranne forse gli knowltonii, faticano un sacco a tirare avanti. A casa loro diciamo che ricevono, sopratutto gli Sclerocactus, molta poca acqua (piovosità di 150-250mm annui) concentrata in inverno con qualche temporale estivo. I Pediocactus simpsonii e nigrispinus tendono a vivere in zone anche più piovose ma comunque con precipitazioni, anche nevose, concentrate in inverno e con temp estivi. Come temperature i Pediocactus ed alcuni sclero sono piante di montagna che gradiscono temp. diurne anche calde ma notti abbastanza fresche, mentre altri vivono in posti con temperature torride...D'inverno invece si passa da temp di pochi gradi sotto zero a temp anche inferiori a -15°C...Di conseguenza si potrebbe provare ad annaffiare queste piante con moderazione da metà gennaio a quando le temp notturne sono sopra i 15°C e poi stoppare fino a inizio metà agosto dove si possono dare 2-3 annaffiature molto diradate. Sono solo mie idee e sto provando a metterle in pratica poi vediamo cosa capita.
Saluti
NiCoLa
"Gare le Corbeau"
Avatar utente
nicor11
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 20/04/2010, 17:43
Località: Verzuolo (Cn)
Coltivo dal: 1990

Re: Esperimento Usa

Messaggioda susi » 19/02/2013, 23:39

Anch'io penso. Trovo interessante la tua prova. Spero che tutto va bene. Non sono esperta in questo campo, e non so nemmeno i nomi di tanti dei miei, (sara un lavoro per quest'anno e' forse il prossimo, e il prossimo ecc. :studio:) Ma le piante non sembrono di soffrire per questa, almeno non mi hanno detto al contrario. :boSp:

Susi
Avatar utente
susi
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 28/03/2012, 22:59
Località: entroterra Imperia Italy
Coltivo dal: 2011

Re: Esperimento Usa

Messaggioda angelo » 20/02/2013, 12:45

certamente gli habitat sono indicativi ma adattandoli al proprio clima si puo' trovare una soluzione di comodo.Attendiamo eventuali sviluppi :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9960
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005


Torna a Note di coltivazione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite