i miei astro-innesti

Tutto ciò che riguarda la coltivazione di cactus e succulente

i miei astro-innesti

Messaggioda Carmen » 07/06/2010, 23:34

Come si può vedere bene le foglie sono rosse, il kikko addirittura non le ha più ma ha un ramo laterale con le foglie...ho sempre pensato che avessero preso troppo freddo dato che tengo le piante in balcone, riparate solo da un telo in plastica trasparente...ma se fosse davvero ragnetto rosso???
Ridimensiona dimaggio 2010 013.jpg
asterias kikko, che non ha ancora kikkato ma in compenso si è sdoppiato
Ridimensiona dimaggio 2010 012.jpg
akabana thai fial, ovvero asterias a fiore rosso
Ridimensiona dimaggio 2010 014.jpg
onzuka tricostatum........ con 4 coste!!!!
Ciao,
Carmen.
Avatar utente
Carmen
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 06/04/2010, 23:19
Località: Sardegna

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda angelo » 08/06/2010, 8:14

sono ben attecchiti, ti sei data agli innesti? :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda annagio » 08/06/2010, 11:15

Sono davvero belli!!!! Complimenti Carmen io con le Peres sono ancora in difficolta'...
:)
Giovanna
Avatar utente
annagio
 
Messaggi: 597
Iscritto il: 25/04/2010, 21:39
Località: Napoli

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda Carmen » 08/06/2010, 13:50

veramente è un pò che mi cimento ma con pochissimi :oops: ...il kikko ha due anni e gli altri sono dell'anno scorso.
Quest'anno non ho nemmeno comprato semi particolari :( .
Però data la moria post-germinazione, l'unico modo per salvare le piante, quando i semi non sono 100, ma 10, è quello di innestarne un paio ed infatti di 10 semi di asterias a fiore rosso, solo uno è sopravvissuto in terra fin'ora, mentre i due innesti sono attecchiti bene.

Con le pereskiopsis mi trovo bene anna, come ti hanno già consigliato, innesta plantule piccolissime, anche più piccole di un mese, poi sigilla in modo che non si asciughino, ed il gioco è fatto, ne perdo davvero pochissime, una su cinque o sei. Il problema viene dopo, quando la peresk perde le foglie!!!

Vorrei un giorno affrancare queste piante se cresceranno, ma non sò se ne avrò mai il coraggio, non oso nemmno provare a reinnestarle in un portainnesto più grande!!!!
Ciao,
Carmen.
Avatar utente
Carmen
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 06/04/2010, 23:19
Località: Sardegna

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda Carlo & Daniele » 08/06/2010, 22:12

Ciao carmen, begli innesti!
Le peresk sono destinate a perdere le foglie prima o dopo, non è un problema.
Certo è che non è un portainnesto troppo affidabile, ti lascia da un momento all'altro, quindi sarebbe il caso di reinnestare le piante quando sono 3-4 e mettere su un poratinnetso più duraturo.
Carlo & Daniele
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 07/06/2010, 14:36
Località: Padova
Coltivo dal: 1995

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda Carmen » 10/06/2010, 20:09

Grazie per il consiglio...ad esempio quale portainnesto mi consigliate?
In verità non sò se me la sento di staccare questi piccoli gioiellini da dove sono...non sarebbe meglio poi tentare di affrancarli una volta staccati?
Non sò in cosa avrei più probabilità di successo dato che non ho mai fatto nè l'una, nè l'altra cosa!!! :cry:
Ho solo 8 innesti e perderne anche uno solo sarebbe una tragedia :roll:
Comunque mi dite che la pereskiopsis vive tranquillamente anche senza foglie? non è che è proprio quello il motivo per cui ad un tratto ti lascia?
Vedo che le pereskiopsis non innestate si sviluppano ad un ritmo impressionante, stò sempre potando e non sò più che farne di tutte quelle nuove piantine!!!
Ciao,
Carmen.
Avatar utente
Carmen
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 06/04/2010, 23:19
Località: Sardegna

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda Carlo & Daniele » 11/06/2010, 14:59

Puoi trasferirli su myrtillo o harrisia o trichocereus, fai qualche prova per vedere qual'è il più adatto al tuo clima.
La cosa migliore da fare è lasciare un pezzo della pianta su peresk, così male che vada, se non riesci a innestare la parte superiore, hai sempre quella sotto che può farti dei polloni nuovi.
Carlo & Daniele
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 07/06/2010, 14:36
Località: Padova
Coltivo dal: 1995

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda doczero » 11/06/2010, 20:21

Carlo & Daniele ha scritto:Puoi trasferirli su myrtillo o harrisia o trichocereus, fai qualche prova per vedere qual'è il più adatto al tuo clima.
La cosa migliore da fare è lasciare un pezzo della pianta su peresk, così male che vada, se non riesci a innestare la parte superiore, hai sempre quella sotto che può farti dei polloni nuovi.


Quando conviene trasferire su altro soggetto? Pensavo potessero stare diversi anni...
grazie
Giuseppe
Avatar utente
doczero
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 26/04/2010, 16:17
Località: Messina

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda Carlo & Daniele » 12/06/2010, 14:46

Si possono anche lasciare lì, magari sei fortunato e la peresk è molto resistente. Abbiamo piante innestate su peresk da più di 10 anni...ma non è sempre così. Il fatto di portarla su un altro portainnesto dipende più che altro dalla dimensione e da quanto la peresk penetra nella marza. Direi che quando la pianta è sui 3-4 cm è ancora innestabile abbastanza facilmente.
Carlo & Daniele
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 07/06/2010, 14:36
Località: Padova
Coltivo dal: 1995

Re: i miei astro-innesti

Messaggioda Carmen » 13/06/2010, 11:29

OK grazie, spero di trovare in qualche garden i portainnesti, non ho niente a disposizione e non credo convenga seminarli ora.
le piantine sono ancora piccoline, non credo arrivino a due cm.
Ciao,
Carmen.
Avatar utente
Carmen
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 06/04/2010, 23:19
Località: Sardegna


Torna a Note di coltivazione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite