Echinocereus di DukeBenadom: Una occasione mancata.

Tutto quello che riguarda la Letteratura Succulenta

Echinocereus di DukeBenadom: Una occasione mancata.

Messaggioda NIKKO57 » 24/10/2014, 20:27

Note Personali e mi scuso
Dopo il libro di Pilbeam sugli Echinocereus nel quale c’erano molte foto non molto esaltanti, per la mancanza di dettagli o sfumature di colore, per questo nuovo libro su un genere che amo tanto, le aspettative erano grandi in quanto si annunciava un grande formato,un tomo con 500 pagine, oltre 800 foto, quindi un bel catalogo di foto. Anche l’autore Duke Benadom ha tutte le credenziali in regola, cito: “Duke è stato coinvolto con diversi club di cactus & succulente ed è un membro a vita di tre. E 'diventato un direttore per la Cactus & Succulent Society of America (CSSA) nel 1990, servì come Show Chairman della CSSA per più di un decennio, e come Presidente della Convenzione per sei convenzioni. Ha servito come Vice Presidente e poi Presidente per un totale di quasi dieci anni, e come redattore del Cactus & Succulent Journal (CSJ) per poco più di un anno. E 'stato l'autore della colonna” Succulente superbe”, sin dal suo inizio; quella colonna resta popolare oggi.
Da circa un mese ho una copia di questo libro. Purtroppo non mi sento di dar torto ad un amico pistoiese che ricevuta una copia lo definì “l’è una ciofeca”.
Appena sballato il pacco la brutta sorpresa, molte delle foto erano scure:alcune sembrano delle cattive scansioni di vecchie Dia di piante coltivate, altre foto sembrano fatte col sole estivo allo zenit con forte contrasto tra luci ed ombre, mentre mi aspettavo di vedere splendide riprese di piante possibilmente nel loro habitat.
Chi ha avuto la possibilità di sfogliare il numero 2/2014 della rivista Cactus & Co. avrà visto l'articolo di D.Benadom “Portfolio” sull’E.fasciculatus dove si vedono alcune foto riportate anche nel libro che sono emblematiche di quel che intendo. Ora tenuti a confronto i due libri citati non so se questi sono l’esempio dei limiti attuali della stampa digitale.
Mentre nella foto a pellicola si doveva aspettare che ritornasse dal laboratorio per vederne l’esito, e avere magari il rimpianto che le foto di un viaggio o che la fioritura della pianta che magari si aspettava da anni erano indecenti, la foto digitale ha il pregio che può essere vista al momento dello scatto e cancellata se non buona e rifarla, e soprattutto farne molteplici e fare poi una selezione.
Perciò questo rappresenta per me l’occasione mancata per avere un libro che poteva essere uno standard per gli anni a venire. Peccato !
Ciao Nicola
NIKKO57
 
Messaggi: 201
Iscritto il: 28/07/2010, 23:29
Località: palagiano (TA)
Coltivo dal: 1981

Re: Echinocereus di DukeBenadom: Una occasione mancata.

Messaggioda marco » 24/10/2014, 20:47

Peccato davvero Nicola, sembra che a fronte delle immense possibilità che la tecnologia offre a chi deve divulgare un sapere sia sempre più facile farsi prendere da una sorta di "va tutto bene basta che che mi paghino" peccato davvero e mi fermo quì :-(
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Echinocereus di DukeBenadom: Una occasione mancata.

Messaggioda angelo » 24/10/2014, 21:01

Era proprio il timore che avevo riguardo a questo libro Nicola, ti avevo espresso proprio queste perplessità quando ci incontrammo a casa tua.Data l'ultima "scottatura" presa con il libro di J.Pilbeam in cui le foto erano il vero tallone di achille di tutta l'opera, questo a quanto pare ne rispecchia fedlemente gli stessi errori.Un vero peccato, per usare le tue stesse parole.
Non comprendo perchè si incaponiscono a utilizzare foto analogiche di una volta con errori di esposizione spesso non vetificabili se non a stampa,considerato le enormi quantità di foto digitali a disposizione.Sarebbe bastato chiedere agli autori.

ah.. se interessa un bel libro già pronto per la consegna, ti indico il Dasyacanthus/pectinatus komplex di Dieter Felix e Herber Bauer.

Di sicuro non deluderà per immagini e contenuto.
Il libro è in tedesco ma comprende anche un file inglese da tradurre col traduttore.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005


Torna a Libri & co.

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite