Rivista on-line : Schuetziana

Tutto quello che riguarda la Letteratura Succulenta

Re: rivista on-line Schuetziana

Messaggioda gymno » 30/10/2010, 16:56

Intanto, in poco più di due settimane siamo a 1500 contatti, oltre le nostre migliori speranze e aspettative. La rete non sostituisce la carta stampata, si colloca in una posizione differente. Se descrivo una specie nuova o compio un atto nomenclaturale formale, è indispensabile che lo faccia su un mezzo che sia ancora utilizzabile tra 100 anni (a parte che è obbligatorio per il codice). Oggi se mi serve sapere cosa pensava Ritter nel 1958, o Schumann nel 1897, o, che so, Mattioli nel 1530, prendo un libro e lo leggo. Se non ce l'ho vado in una bibloioteca e lo trovo. Con la rete non sarà mai possibile, tra 10 o 20 anni al massimo i CD li useremo per giocare a frisbee, e probabilmente i pdf saranno obsoleti. Già oggi non riuscivo ad aprire un file .docx, ho dovuto scaricarmi un converter. D'altra parte, grazie ai pdf, e ai libri on-line sono riuscito a leggere testi antichi con una semplice ricerca in rete.
Diciamo che sono cose differenti. Per aspetti di rapidità di comunicazione, di COSTI (tutto quello che hai visto ci è costato 418 euro), di facilità di divulgazione, una rivista on-line è quanto di meglio possa esistere. Costa pochissimo, permette di inserire tutte le immagini che si vuole, resta alla fine più semplice da consultare. Ci sono pregi e difetti in tutto. Io ho migliaia di lavori in pdf (anche e soprattutto lavori scientifici che mi servono nella mia attività di entomologo in università) e in pochi secondi li apro e li leggo. Anche libri. Mentre per i lavori vecchi che ho in cartaceo, devo andare a cercarli e occupano uno spazio immenso. La carta è (quasi) permanente, forse più bella da sfogliare, ma occupa spazio e non è di immediato accesso. Un pdf è volatile (ma anche se ti muore l'hard disk, lo puoi recuperare da altri amici), forse meno bello da sfogliare, ma è immediato, ha un costo limitatissimo, non occupa spazio, ed è più facile da consultare. Sicuramente è assurdo non tenere presente che il mondo sta cambiando e che il modo di diffondere una informazione è molto differente oggi da quanto non fosse anche solo pochi anni fa.

Massimo
gymno
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 23/06/2010, 13:39
Località: torino
Coltivo dal: 1980

Re: rivista on-line Schuetziana

Messaggioda angelo » 30/10/2010, 18:39

decisamente la carta non ha rivali per vari motivi, già il rumore che origina sfogliandola e l'odore che emana, ha tutt'altro sapore nella lettura ma come hai detto necessita di essere coadiuvata da altri supporti più veloci nella consultazione e nella comunicazione e che al momento hanno la maggiore diffusione, con tutti i risvolti negativi che possa avere come la friabilità dei supporti software e fisici.Oltretutto ti permette con un semplice clic di accedere dall'intero globo.1500 contatti ne sono la prova ed è un'eccellente risultato chi non comprende questo sistema e perchè o non si vuole adattare o non lo vuole adottare per vari motivi.

è indispensabile che lo faccia su un mezzo che sia ancora utilizzabile tra 100 anni (a parte che è obbligatorio per il codice)

cioè significa che una descrizione per L'ICBN deve obbligatoriamente essere scritta su carta,Massimo è esatto?
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: rivista on-line Schuetziana

Messaggioda gymno » 30/10/2010, 18:54

angelo ha scritto:cioè significa che una descrizione per L'ICBN deve obbligatoriamente essere scritta su carta,Massimo è esatto?


Si. Il codice botanico è tra l'altro più conservatore e nemmeno si parla di mezzi informatici.
Per il codice zoologico, a partire dal 2000, è permesso invece di pubblicare anche su un mezzo informatico (CD, DVD), ma ci sono al momento forti discussioni per abrogare questa norma e richiedere che la rivista pubblichi almeno un certo numero di copie - anche pochi, 5-10, da depositare in sedi ben definite, a futura memoria.
gymno
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 23/06/2010, 13:39
Località: torino
Coltivo dal: 1980

Re: rivista on-line Schuetziana

Messaggioda mauro » 30/10/2010, 18:56

ciao Massimo
io ti ho rilanciato in FB il link , così i miei 600 contatti se si accorgono ti leggono :) , a parte il fatto che alcuni sono comuni a te, quel che conta è la visibilità continentale e queste macchine lo permettono
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: rivista on-line Schuetziana

Messaggioda gymno » 30/10/2010, 19:01

mauro ha scritto:ciao Massimo
io ti ho rilanciato in FB il link , così i miei 600 contatti se si accorgono ti leggono :) , a parte il fatto che alcuni sono comuni a te, quel che conta è la visibilità continentale e queste macchine lo permettono


GRAZIE!!!!!
gymno
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 23/06/2010, 13:39
Località: torino
Coltivo dal: 1980

Re: rivista on-line Schuetziana

Messaggioda angelo » 30/10/2010, 19:12

a proposito supporti durevoli come la carta, Massimo avete preso in considerazione futura la stesura degli articoli, magari annualmente ma sotto forma di magazine, magari in tiratura limitata e sotto prevendita?
essendo argomenti cosi' interessanti penso potrebbero trovare posto in qualche libreria di appassionati gymnofili.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Precedente

Torna a Libri & co.

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron