Autoimpollinazione piante autosterili

Condividi qui le tue esperienze di propagazione quali semina, talee, etc

Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Arcolverde » 13/11/2010, 20:37

Ciao a tutti.

Tempo fa ho letto in rete che si poteva indurre una pianta autosterile a produrre dei semi mandando in tilt
il riconoscimento del proprio polline.
Per far questo occorreva utilizzare del polline di una pianta molto diversa e poi, dopo qualche tempo, autoimpollinarla.
In questo modo il proprio polline non veniva inibito e poteva quindi fecondare.
Volevo condividere con voi due esperimenti che ho fatto.
Partiamo dal primo.
Qualche settimana fa ho postato la foto di un ariocarpus da seme di 4 anni che per la prima volta è fiorito.
1 [1024x768].jpg
Ariocarpus kotschoubeyanus albiflorus (foto del 24/10/2010)


Ho quindi preso del polline di questa pianta tra le tante che crescono in giardino e ho impollinato l'Ariocarpus.
Dopo mezz'ora ho staccato con delle pinzette degli stami dell'Ario e l'ho autoimpollinato.
2 [1024x768].jpg
Erba di campo


Dopo due settimane il fiore dell'Ariocarpus ha iniziato ad appassirsi e alla base è comparso un frutto.
3 [1024x768].jpg
(foto del 7/11/2010)

Oggi la pianta si presenta così.
6 [1024x768].jpg
(foto del 13/11/2010)

Con il frutto un po' più sgonfio.
7 [1024x768].jpg
(foto del 13/11/2010)

Ora si tratta di pazientare e vedere se dentro ci sono anche i semi ed eventualmente se germinano.
A questo proposito vi chiedo quando presumibilmente sarà maturo il frutto?

:)
Questo invece è un altro esperimento.
Le piante sono uno strombocactus disciformis e un turbinicarpus alonsoi.
SANY0002 [1024x768].JPG

Ho preso il polline dell'uno e l'ho messo nell'altro.
SANY0016 [1024x768].jpg

Solo lo strombocactus ha formato il frutto con dentro i semi.
SANY0018 [1024x768].JPG
SANY0039 (2) [1024x768].JPG
SANY0041 (2) [1024x768].JPG

Quest'inverno li metterò in germinatoio. Vi farò sapere se sono germinati.
In questo caso però ho il dubbio che possano essere semi ibridi. In effetti era quello che volevo fare, ma leggendo qua e là
credo che si tratti di autoimpollinazione.
Se nasce qualcosa farò degli innesti per velocizzare la crescita.
Voi cosa ne pensate?
Ciao,
Luciano :)
Ultima modifica di Arcolverde il 14/11/2010, 0:22, modificato 1 volta in totale.
Arcolverde
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 28/04/2010, 23:07
Località: Macerata

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda valy » 13/11/2010, 20:44

Ciao Luciano, non posso aiutarti in merito alle tue domande ma...ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per i tuoi esperimenti :D
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda alina » 13/11/2010, 21:39

Ciao Luciano :)
Interessanti risultati .. aspetto con molto piacere gli sviluppi perchè questo argomento mi riesce gradito
post16495.html#p16495
Melius abundare quam deficere
Qualcuna delle mie
Avatar utente
alina
 
Messaggi: 1503
Iscritto il: 22/07/2010, 17:31
Località: Trapani
Coltivo dal: 2012

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Lillo » 13/11/2010, 22:40

Ciao Luciano, quoto Alina. Se n'era parlato e la cosa è molto interessante. Vediamo passando dalla teoria alla pratica cosa succede, tienici aggiornati :)
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda cactucolo » 13/11/2010, 23:16

Interessante ,ma dove l'hai letta questa cosa mi piacerebbe approfondire.
Grazie
Sergio
Avatar utente
cactucolo
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 01/10/2010, 21:58
Località: Salaparuta
Coltivo dal: 1996

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Lillo » 14/11/2010, 0:17

Ciao Sergio, dai un'occhiata al link postato da Alina. Oltre alla discussione troverai anche il link ad un interessante articolo sull'argomento.
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda mauro » 14/11/2010, 1:08

ciao bel lavoretto,
ho sentito parlare dell'inganno delle piante, ma non ci ho mai provato
i frutti di ariocarpus devi però portare pazienza non maturano fino all'anno prossimo quando il grande caldo lo farà sgusciare fuori naturalmente dopo copiose annaffiature
gli strombo e il turbine convivono nello stesso areale in natura e bisognerebbe avere il parere di un grande esperto per sapere se siano gli artefici dello strombocactus esperanzae a fiore viola
ti avverto che la semina di strombo non è tra le più facili e vanno curati a lungo in quanto sono, le nascite, di dimensioni molto piccole e delicate
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda angelo » 14/11/2010, 12:01

la prima parte è cioè l'impollinazione sembra riuscita.per la maturazione del frutto bisognerebbe attendere il parerei di Marco che ne ha parecchi.Presumo che se non sono deiscenti, dopo qualche mese se si tirano senza alcun forza credo siano maturi. Se non ricordo male in un sito lo davno matura nella primavera successiva.Per sapere se tutto è andato per il verso giusto occorre attendere la semina.A me è capitato l'impollinazione spontanea di singole piante con altre specie ma alla semina non germino alcun seme.
Tienici informati.
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda gavaldo » 14/11/2010, 14:35

interessantissimo esperimento :hmm: :hmm: :hmm:
ottimo spunto per approfondimenti,
tienici aggiornati, grazie!!! :)
giorgio
Avatar utente
gavaldo
 
Messaggi: 223
Iscritto il: 16/05/2010, 19:16
Località: Alassio
Coltivo dal: 2009

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda ciccie » 14/11/2010, 20:42

molto interessante...aspettiamo aggiornamenti :)
ciccie
 
Messaggi: 1375
Iscritto il: 01/05/2010, 18:26
Località: Calabria

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda cactucolo » 15/11/2010, 0:18

Grazie Lillo ho trovato la discussione mooolto interessante...approfondirò.
Sergio
Avatar utente
cactucolo
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 01/10/2010, 21:58
Località: Salaparuta
Coltivo dal: 1996

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Lillo » 15/11/2010, 22:51

Prego Sergio :) però quando approfondirai tieni aggiornati su quello che avrai scoperto, mi raccomando.
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda cactucolo » 16/11/2010, 0:17

Su internet non si trova molto, l'unica cosa certa è che l'autosterilità nelle cactaceae è determinata geneticamente da diversi fattori (alleli) presente in un gene detto S (come in altre specie appartenenti ad altre famiglie).
Il gene induce incompatibilità tra il polline di una pianta e i suoi ovuli. L'ovulo e i granuli pollinici si riconoscono attraverso interazioni cellulari il gene S interviene mediando un riconoscimento cellulare che impedisce la fecondazione (in parole povere).
Il resto è abbastanza specifico è non credo possa interessare.
Ci sono inoltre molte indicazioni sul fenomeno della partenocarpia, che riguarda la fruttificazione di piante autosterili, ma che porta alla produzione di frutti apireni (senza semi), come nel caso di alcune cultivar di fichi d'india, o delle banane che arrivano sui banchi dei nostri mercati.
Sono molto curioso di vedere se il frutto dell'Ariocarpus di Arcol conterrà semi o sarà apireno.
Sergio
Avatar utente
cactucolo
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 01/10/2010, 21:58
Località: Salaparuta
Coltivo dal: 1996

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Lillo » 16/11/2010, 20:38

Grazie Sergio, davvero interessante :)
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Arcolverde » 16/11/2010, 22:09

:)
Vi farò conoscere gli sviluppi.
Il fatto che lo Strombocactus abbia prodotto dei semi potrebbe indicare che sono ibridi?
Nessuno di voi ha provato con l'autoimpollinazione.
Non avete Ariocarpus "single" :D fioriti?
Ciao a tutti,
Luciano
Arcolverde
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 28/04/2010, 23:07
Località: Macerata

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda cactucolo » 16/11/2010, 23:01

Nulla è certo, almeno per le mie conoscenze o meglio dire le mie ignoranze.
Dovrai aspettare molto tempo per rispondere a questa domanda in mancanza di attrezzature avanzate.
Se l'Ariocarpus produrrà frutti con semi potremmo affermare che il metodo "dell'inganno" funziona, se saranno frutti senza semi avrai indotto partenocarpia nel tuo Ario, in entrambi i casi saranno risultati interessanti. Mi cimenterò anch'io in questi esperimenti quando avrò il materiale biologico adatto.
Purtoppo non posseggo Ariocarpus, ma ho diverse piante classificate come autosterili.
Ciao e tienici informati
Sergio
Avatar utente
cactucolo
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 01/10/2010, 21:58
Località: Salaparuta
Coltivo dal: 1996

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda ananxx » 04/01/2012, 1:31

:hmm: ci sono sviluppi sul tema?
spero ti sia andata bene n entrambi i casi.... aggiornaci che siamo curiosi :lol:
Avatar utente
ananxx
 
Messaggi: 957
Iscritto il: 26/04/2010, 2:06
Località: Treviso
Coltivo dal: 1900

Re: Autoimpollinazione piante autosterili

Messaggioda Renzo » 10/01/2012, 10:45

So che il prof. Carlo Zanovello utilizza spesso questa tecnica, diciamo di "confusione sessuale" per i fiori. Introducendo il polline di un'altra pianta, che non riesce comunque a fecondare il fiore del soggetto ricevente, si riesce a mandare in confusione il "sistema di difesa" delle piante autosterili, che rilevando alcune molecole chimiche si aprono e si rendono pronti a ricevere il polline nell'ovario...utilizzando quindi il polline della stessa pianta, questo arriverà a destinazione e ne permetterà l'autoimpollinazione. Importante è il segnarsi il tipo di pianta utilizzato per "disabilitare" i sistemi di protezione. Io l'ho provato diverse volte, ma mai sono riuscito a trovare la giusta formula, ovvero la pianta idonea a far sparire le difese...
Avatar utente
Renzo
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 12/07/2011, 22:53
Località: Trento
Coltivo dal: 1997


Torna a Riproduzione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron