Preparazione alla semina

Condividi qui le tue esperienze di propagazione quali semina, talee, etc

Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 29/10/2010, 12:15

i tempi sono maturi per iniziare a seminare in autunno.Temperature medio-basse e minime sui 12-15° sono ideali, per la semina a luce e calore artificiale.
Temperature più alte all'esterno manterrebbero anche quelle interne relativamente alte essendo, il mio germinatoio, stato costruito per un utilizzo invernale.Potrebbe, con opportune modifiche funzionare anche in estate ma non mi va di effettuare ulteriori modifiche, già ne ho fatto abbastanza e funziona egregiamente e cmq non apporterebbe alcun vantaggio poichè la luce naturale primaverile ed estiva e di gran lunga superiore per qualità e quantità, a quella prodotta dalle luci artificiali consumer.
Il mio germinatoio era allo start già da alcune settimane, collaudato il funzionamento,adesso è ora di renderlo pienamente funzionale.
Come prima cosa preparo le etichette scrupolosamente controllate e scritte in modo che riportino tutte le indicazioni dalla specie, all'eventuale dato di località, alla data di semina e la sua provenienza.
etichette (1).jpg
genere,specie,ssp e F.n.
etichette.jpg
s= data di Semina
MG= Mesa Garden

Presto molta attenzione alla preparazione del substrato derivato da un buon terriccio poco fibroso e proveniente da una confezione integra il quale mi da più garanzie di una aperta anche da pochi giorni.
Utilizzo un 20-25% di terriccio e la rimanente parte è ghiaino da 2-3mm.Un substrato cosi' composto l'ho utilizzato per moltissime specie, per quelle più a rischio utilizzo una maggior quantità di inerte.Un terriccio così composto è molto permeabile all'acqua e soprattutto all'aria e i semi una volta germinati trovano un facile appiglio su cui affondare le loro radichette.
Il tutto,dopo averlo setacciato e sgomberato da parti grossolane, va perfettamente amalgamato In un contenitore ...
terriccio.jpg
Terriccio fresco e ghiaia

...successivamente lo sterilizzo a 100° per 30 minuti. Ci sono molte controversie sull'utilizzo o meno di questa pratica: Io cosi facendo non ho mai avuto problemi di muffa anche tenendo le semine per più di due mesi in cellophane.In diversi siti internazionali e di blasonate associazioni, questa tecnica è raccomandata.
Evito altri materiali in particolare la pomice poichè in superficie è un elemento fondamentale per lo sviluppo di alghe.
Dopo la "cottura", il terriccio va immesso nei vasetti precedentemente sterilizzati con una soluzione di acqua e lysoform, o candeggina e riempiti per almeno 1 cm di inerte adaggiato sul fondo,
vasi con drenaggio.jpg
cio' servirà a impedire le occlusioni dei fori di scolo: anche le etichette, se non nuove andrebbero sterilizzate.
I vasi riempiti fino mezzo cm dall'orlo...
composta nel vaso.jpg
.. andranno messi in un vassoio con una soluzione di acqua possibilmente piovana e fungicida , io ne utilizzo uno per marciumi da colletto(p.a. Propamocarb)....
soluzione fungicida.jpg
....che andrà, una volta nate,a proteggere questa parte molto sensibile delle giovani plantule: la soluzione va preparata al 2x1000(2ml x litro).
I vasi staranno almeno 2-3 giorni immersi in questa soluzione poichè dopo la sterilizzazione il terriccio disidratato non assorbe acqua con facilità, dopo cio', tornerà nuovamente come prima.I vasi vanno bagnati sempre per imbibimento....
composta bagnata.jpg
... avendo cura di non superare la metà della loro altezza.Se questo limite viene superato, i semi per effetto della spinta che produce l'acqua, verrebbero scalzati fuori.

Trascorso detto periodo lascio sgrondare l'acqua in eccesso e procedo alla semina vera e propria: per prima cosa livello lo strato superficiale per consentire un distribuzione omogenea dei semi.Inserisco le etichette opportunamente ordinate alfabeticamente come anche le bustine.........
etichette e buste.jpg
.... e provvedo a distribuire in tutta le superficie e cmq ad occhio,i semi che se piccoli non vanno coperti, per affogarli leggermente nebulizzo con la soluzione precedente. Tutti gli altri vasetti avranno lo stesso trattamento e cmq lontano dagli altri per evitare che qualche seme finisca nel vaso sbagliato.
Una volta finito copro tutto con un cellophane
vasi + cellophane.jpg
in modo che all'interno si mantenga un'alta percentuale di umidità in modo che cio', insieme agli sbalzi di temperatura, sia di stimolo alla germinazione che comunque varia da specie a specie: essa puo' durare dai 3 ai 30gg e anche più :)


Detto cio' ripongo il tutto in germinatoio e attendero' gli eventuali sviluppi
vassoio in germinatoio.jpg
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda Pat » 29/10/2010, 12:40

Viva la "marmellata" :lol: gran bel reportage :clap:
26-02-2012 ... 4 pappine alla Roma....... che giornata :twisted:
07-04-2013 ..... 4 pappine anche all'Inter ...... che goduria :twisted:
11-05-214 ...... 2 pappine al Milan :urra:
Avatar utente
Pat
 
Messaggi: 3281
Iscritto il: 19/04/2010, 20:20
Località: Bassa valseriana 350 slm (BG)
Coltivo dal: 2003

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda Morena » 29/10/2010, 12:49

Bello questo topic, grazie!
Peccato che il ghiaino così fino io non lo trovi da nessuna parte :-( ... continuerò a cercarlo :wink:
Avatar utente
Morena
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: 22/05/2010, 15:06
Località: Ancona
Coltivo dal: 2004

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda valy » 29/10/2010, 12:50

Bellissimo Angelo questo documentario potrà essere molto utile per chi si vuole cimentare nella semina :)
Volevo chiederti una cosa da perfetta ignorante...dopo aver messo i vasetti riempiti, nel vassosio con acqua e fungicida li lasci per due o tre giorni all'interno del germinatoio, anche se spento, riparati da qualcosa o rimangono così all'aria?
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda gavaldo » 29/10/2010, 15:43

:clap2: :clap2: :clap2:
c'è sempre da imparare dai maestri!!!
giorgio
Avatar utente
gavaldo
 
Messaggi: 223
Iscritto il: 16/05/2010, 19:16
Località: Alassio
Coltivo dal: 2009

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda spok80 » 29/10/2010, 18:07

Bel reportage Angelo!!! La semina è una delle cose che mi appassiona di più e vedere il tuo entusiasmo mi rende davvero felice!!!! :D :clap2: :up:
Cristiano
Avatar utente
spok80
 
Messaggi: 1843
Iscritto il: 25/04/2010, 20:59
Località: VICENZA
Coltivo dal: 1998

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda mauro » 29/10/2010, 18:30

ciao bellissima la foto della tua tana, buon lavoro :)
http://s9.photobucket.com/albums/a55/ma ... %20agosto/
Non compero piante prelevate in NATURA
Avatar utente
mauro
Moderatore Globale
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: 15/04/2010, 18:50
Località: Legnano

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 30/10/2010, 8:22

Pat, difficile rinunciare alla marmellata,specialmente se è quella che ti piace :lol:
Morena ha scritto:...Peccato che il ghiaino così fino io non lo trovi da nessuna parte :-( ... continuerò a cercarlo :wink:

Morena,in effetti è introvabile perchè è vietato prelevarlo dai fiumi, io ne ho ancora un po' che ho preso in un cantiere molti anni fa, appena finisce avro' anch'io gli stessi tuoi problemi :)
valy ha scritto:Volevo chiederti una cosa da perfetta ignorante...dopo aver messo i vasetti riempiti, nel vassoio con acqua e fungicida li lasci per due o tre giorni all'interno del germinatoio, anche se spento, riparati da qualcosa o rimangono così all'aria?

no Valy,il vassoio col fungicida rimane all'esterno,non serve metterlo dentro al germinatoio anche perchè dovrei uscirlo di nuovo per effettuare la semina,una volta che il terriccio è ben intriso si puo' procedere.E' importante che il sacchetto coi semi rimane chiuso fin quando le spine non saranno ben evidenti: il terriccio rimarrà sterile solo a sacchetto chiuso.Una volta aperto , a contatto con l'aria, non lo sarà più. :)

gavaldo ha scritto::clap2: :clap2: :clap2:
c'è sempre da imparare dai maestri!!!

pochi accorgimenti Alessio, nulla di particolare ma fa piacere che sia utile: Una volta appresso il meccanismo, i risultati non tarderanno ad arrivare :)

Cristiano,chissà perchè ho ritenuto e ritengo un vero coltivatore, solo chi semina, probabilmente perchè solo con cio' si è all'apice della passione :wink:

Mauro,adesso hai visto la mia piccola e umile nursery :)

grazie a tutti :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda lalla.bs » 30/10/2010, 9:08

uaaaaaa :P :P Angelo!!! Che bello poterti vedere all'opera! :oops:
Grazie per questo fantastico reportage...utilissimo :mrgreen:
Buon lavoro allora e attendiamo le nuove nascite! :wink:
Katia
Avatar utente
lalla.bs
 
Messaggi: 2467
Iscritto il: 05/05/2010, 21:58
Località: Brescia
Coltivo dal: 2009

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda valy » 30/10/2010, 13:00

Grazie Angelo per la risposta :D
posso chiederti un altra cosa? il ghiaino, visto che è introvabile e considerato che la pomice provoca lo sviluppo di alghe, può essere sostituito con quarzo della stessa granulometria, tipo anche quello per acquari?
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda lore.l » 30/10/2010, 14:51

Valy io uso esattamente quello x acquari,è della giusta dimensione e ne trovi finchè vuoi :wink: !!!ciao ciao
Un abbraccio tanto aspettato è come un regalo che non si vede l'ora di scartare.....

http://s823.photobucket.com/home/lorecha/allalbums
http://s992.photobucket.com/albums/af45/lore19_photo/
Avatar utente
lore.l
 
Messaggi: 1734
Iscritto il: 19/04/2010, 6:52
Località: prov.cremona
Coltivo dal: 2008

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda valy » 30/10/2010, 16:01

Grazie Lore :D
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 30/10/2010, 18:26

Grazie Katia,è una delle rare volte che mi concedo in foto, solitamente coltivo in top secret :lol: scherzi a parte documentare e preparare il tutto non è semplice, quando meno te lo aspetti ti ritrovi la fotocamera dentro al vassoio :cry:
valy ha scritto:.....posso chiederti un altra cosa? il ghiaino, visto che è introvabile... può essere sostituito con quarzo della stessa granulometria, tipo anche quello per acquari?

non ho mai usato il quarzo per cui non ti posso dire se ha dei pro o dei contro,presumo che se usato negli acquari non possa assorbire acqua e quindi non rilasciarla sotto forma di umidità alle giovani plantule una volta che ne necessitano, in alternativa potresti utilizzare del lapillo di pari granulometria, basta setacciarlo.Considerato che è lo stesso materiale che solitamente si trova negli habitat dei cacti, lo vedo il + indicato, inoltre è igroscopico quanto basta. :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda valy » 30/10/2010, 19:43

Grazie per la spiegazione Angelo :)
Valy
Avatar utente
valy
 
Messaggi: 2040
Iscritto il: 22/07/2010, 23:08
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2009

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 31/10/2010, 11:52

de nada, è un piacere divulgare al massimo questa passione e la semina ne è la base principale. :wink:
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda Lillo » 01/11/2010, 13:14

Angelo, ottima guida come sempre :clap2:
Penso che il quarzo per acquari sia perfettamente fungibile al ghiaino. Se è per acquari non altera il pH e quindi si limita ad una funzione meccanica che, a partità di dimensioni, dovrebbe essere identica a quella della sabbia di fiume.
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 01/11/2010, 17:15

grazie Lillo. riguardo al quarzo oltre alla caratteristiche fisiche di cui sconosco, non so se esista una con la stessa granulometria del ghiaino che si attesta su granelli fino a 1mm circa, dimensione che facilitano l'attecchimento dei peletti radicali una volta spuntati,spesso i maggiori problemi di stabilità delle piccole sono causate da un substrato indeguato per cui anche lo sviluppo ne risente.
in ogni caso come si dice: squadra vincente non si cambia :up:
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda Lillo » 01/11/2010, 17:24

Angelo, ci mancherebbe che con i risultati che hai cambiassi squadra! Mi riferivo alla richiesta di Valy, chi non ha possibilità di reperire la sabbia di fiume può sostituirla con il quarzo che dovrebbe trovarsi della giusta granulometria per il ns scopo :)
Certo che se continui con questo ritmo di semina ... presto ti finirà la scorta di ghiaino :lol:
Non discuto mai con uno stupido. Mi trascinerebbe al suo livello e mi batterebbe per l'esperienza. (Woody Allen)
I miei Ferocactus
Avatar utente
Lillo
 
Messaggi: 2767
Iscritto il: 27/04/2010, 21:07
Località: Agrigento
Coltivo dal: 2008

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 01/11/2010, 17:32

Lillo ha scritto:..........Certo che se continui con questo ritmo di semina ... presto ti finirà la scorta di ghiaino :lol:

se è per questo e al fotofinish :lol: sta per finire, al massimo potrò seminare "solamente".....altri 100 vasetti :roll: dopo che abbatterò le "barriere" architettoniche della serra :lol:
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda paso » 01/11/2010, 19:01

Mi avevi promesso che sarebbe stata l'ultima!!!!! :lol: :lol: :lol:
Gia' mi immagino la scena :whistle: :whistle: :twisted:
paso
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 18/04/2010, 22:00
Località: Carmagnola (torino)

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda alina » 01/11/2010, 19:40

Ciao Angelo :)
grazie per questo reportage :clap2: ;
anch'io per la mia seconda semina ho usato la sabbia di fiume col terriccio ( terra rossa ) ed ho notato proprio l'assenza di alghe ;
come ultimo strato metti del ghiaino di granulometria maggiore di 2/3 mm ? ( grazie )
Melius abundare quam deficere
Qualcuna delle mie
Avatar utente
alina
 
Messaggi: 1503
Iscritto il: 22/07/2010, 17:31
Località: Trapani
Coltivo dal: 2012

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 02/11/2010, 12:19

paso ha scritto:Mi avevi promesso che sarebbe stata l'ultima!!!!! :lol: :lol: :lol:
Gia' mi immagino la scena :whistle: :whistle: :twisted:

avevo detto l'ultima ma non di quale anno :lol: :lol:

ciao Alina,come detto già, il ghiaino è totalmente inerte e privo di qualsiasi controindicazione per cui i risultati sono sempre entusiasmanti.Inizialmente non lo metto in superficie, quello che affiora in superficie è il risultato della mescolanza al terriccio.In ogni caso volta che le plantule avranno uno sviluppo idoneo, in genere dopo 40gg, lo spargo a mo di sale per proteggere il colletto nella dimensione di 2mm, oltre limitano lo spazio alle plantule che molto presto riempiranno il vasetto :)
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda marco » 02/11/2010, 14:44

Ottimo reportage Angelo indicazioni sintetiche e precise :)
:whistle: Devo decidermi a fare il germinatoio
Marco :twisted:
Non acquistiamo piante prelevate in natura
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Avatar utente
marco
Moderatore Globale
 
Messaggi: 8518
Iscritto il: 04/04/2010, 18:58
Località: Castellanza (VA)
Coltivo dal: 1985

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda angelo » 02/11/2010, 16:03

Marco, se farai un germinatoio avrai bisogno di altre 2 serre :lol: con quello vengono su in pochissimo tempo :roll:
Sostieni il progetto Cactipedia, fai una donazione usando il modulo PayPal che trovi in fondo ad ogni pagina.
Angelo
le mie piante
Ille nihil dubitat qui nullam scientiam habet
Avatar utente
angelo
Moderatore Globale
 
Messaggi: 9980
Iscritto il: 06/04/2010, 16:59
Coltivo dal: 2005

Re: Preparazione alla semina

Messaggioda nettuno » 22/11/2010, 22:54

grazie angelo , per i consigli che dai !! bellissimo reportage fotografico , con le foto si capisce meglio!! posso chiederti che terriccio usi ? o chiedo troppo!! :oops: :oops:
Quando ti pungi un dito non imprecare ! è la pianta che ti mostra affetto !"Nettuno"
Avatar utente
nettuno
Moderatore Globale
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: 08/11/2010, 23:26
Località: Monzuno 700 s.l.m. (BO)
Coltivo dal: 2007

Prossimo

Torna a Riproduzione

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite